Vietti al convegno al CSM sugli strumenti adottati dall’Unione Europea nella lotta al traffico di stupefacenti

Vietti al convegno al CSM sugli strumenti adottati dall’Unione Europea nella lotta al traffico di stupefacenti

|

Ha preso il via oggi, nella Sala Conferenze di Palazzo dei Marescialli, un convegno di studi organizzato dal Consiglio Superiore della Magistratura in collaborazione con il ministero della Giustizia francese sugli strumenti adottati dall’Unione Europea nella lotta al traffico di stupefacenti.
In apertura dei lavori, alla presenza dell’ambasciatore di Francia in Italia Jean Marc de la Sabliere e del magistrato di collegamento francese in Italia e a Malta Francoise Travaillot, è intervenuto il vice presidente del Csm Michele Vietti, auspicando un “rafforzamento della cooperazione internazionale in materia di lotta al traffico di stupefacenti, come previsto dalle conclusioni del G20 di Parigi dello scorso maggio” e sottolineando come “la definizione di uno spazio comune di libertà, di sicurezza e di giustizia abbia assunto ormai una crescente rilevanza a livello europeo, ribadita dall’entrata in vigore del Trattato di Lisbona”.
Nel prosieguo della giornata sono stati esaminati “I problemi riscontrati tra l’Italia e la Francia in tema di mandato di arresto europeo”.
Domattina i lavori riprenderanno e si concluderanno con un dibattito sui “Rapporti tra Italia e Francia relativamente all’esecuzione delle commissioni rogatorie”.
L’organizzazione dell’evento è stata curata dalla Nona commissione consiliare presieduta dal Consigliere Franco Cassano.