Vietti in visita agli uffici giudiziari di Venezia su riforme della giustizia

Vietti in visita agli uffici giudiziari di Venezia su riforme della giustizia

|

Giustizia/ Vietti: Ora è possibile confronto senza pregiudizi
 Segnale positivo registrato in Parlamento
Venezia, 20 gen. (TMNews) - Le mozioni unitarie Pd-Pdl-Terzo polo
sulla relazione del Guardasigilli, approvate nei giorni scorsi
alla Camera e al Senato, "farebbe pensare che in Parlamento
finalmente si sono create le condizioni per poter parlare di
giustizia senza pregiudizi e senza contrapposizioni preconcette".
Lo ha sottolineato il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, a
margine di un incontro a porte chiuse presso la Corte d'Appello
di Venezia.
"Credo che quello che si è verificato in Parlamento in questa
settimana - ha spiegato Vietti - quando la relazione sullo stato
della giustizia presentata dal ministro Severino è stata
approvata con una risoluzione votata a grandissima maggioranza da
tutti e tre i partiti che sostengono il governo e che fino a
qualche mese fa si contrapponevano proprio sul tema della
giustizia in modo molto forte, sia un segnale da registrare in
modo molto positivo".
Secondo il vice presidente del Csm, quanto è avvenuto rappresenta
una "buona premessa, poi ovviamente da qui deve venire tutto il
resto. Il Parlamento sarà impegnato per valutare i decreti
legislativi sulla riforma delle circoscrizioni giudiziarie, un
tema che sta molto a cuore al Csm perché lì contiamo di
recuperare un'iniezione di efficienza - ha concluso - e un
recupero sia di magistrati sia di personale amministrativo".
Bnz
201158 gen 12

Giustizia/Vietti: Accantonare grande riforma,ora obiettivi mirati
Accelerare tempi processuali, lentezza è palla al piede per paese
Venezia, 20 gen. (TMNews) - La grande riforma della giustizia può
essere "accantonata", meglio concentrarsi su obiettivi mirati
come l'accelerazione dei processi. Lo afferma il vice presidente
del Csm, Michele Vietti, a margine di un incontro in Corte
d'Appello a Venezia.
"Penso che vada accantonata la prospettiva della cosiddetta
grande riforma o riforma epocale della giustizia - ha spiegato -
di cui peraltro ho sempre faticato a comprendere nel concreto i
contenuti e, viceversa, penso che ci si debba concentrare su
singoli interventi mirati che perseguano una priorità assoluta
che è quella dell'accelerazione dei tempi processuali".
"Il nostro obiettivo - ha aggiunto il vicepresidente del Csm - e
quando dico nostro dico sia del Parlamento, sia del governo, sia
del Csm deve essere quello di dare ai cittadini risposte
tempestive alle loro domande di giustizia. Risposte che siano in
linea coi tempi europei e in risposte che siano celeri e
prevedibili. Se facciamo questo - ha avvertito - aiutiamo anche
la ripresa economica del paese perché un sistema giudiziario che
funziona, che è tempestivo e prevedibile, aiuta la crescita
mentre  un sistema giudiziario che non è all'altezza di questa
sfida purtroppo è una palla al piede per l'economia e per
l'intero sistema-paese".
Inoltre velocizzare i tempi della giustizia, secondo Vietti,
aiuterebbe gli investimenti stranieri in Italia, perché "gli
investimenti vanno ad allocarsi dove trovano regole chiare e
coercibili in tempi ragionevoli, dove questo non c'è l'attrattiva
è scarsissima".
Bnz
201201 gen 12

GIUSTIZIA: VIETTI, ACCANTONIAMO GRANDE RIFORMA E PUNTIAMO A RIDURRE I TEMPI =
'UN SISTEMA GIUDIZIARO CHE FUNZIONA AIUTA LA CRESCITA'
Venezia, 20 gen. - (Adnkronos) - "Io penso che vada accantonata
la prospettiva della grande riforma o riforma epocale di cui per altro
ho sempre faticato a comprendere nel concreto i contenuti, e viceversa
penso che ci si debba concentrare su singoli interventi mirati, che
perseguono la priorita assoluta che e quella dell'accelerazione dei
tempi processuali". Lo ha detto il vicepresidente del Csm Michele
Vietti oggi nel corso di una visita alla Corte d'Appello di Venezia.
"Il nostro obiettivo, e quando dico nostro dico del Parlamento,
del Governo e del Csm -ha sottolineato Vietti- deve essere quello di
dare ai cittadini risposte tempestive alle loro domande di giustizia.
Risposte che siano in linea con i tempi europei, risposte che siano
celeri e prevedebili".
"Se facciamo questo -ha sottolineato ancora Vietti- aiutiamo
anche la ripresa economica del paese, perche un sistema giudiziario
che funziona, che e tempestivo e prevedibile aiuta la crescite mente
un sistema giudiziario che non e all'altezza di questa sfida
purtroppo e una palla al piede per l'economia e per l'intero paese".
Perche ha concluso il vicepresidente del Csm "le imprese straniere
vanno ad allocarsi dove trovano regole chiare e coercibili e tempi
ragionevoli, dove questo non c'e l'attrattiva e scarsissima".
(Dac/Col/Adnkronos)
20-GEN-12 12:14

GIUSTIZIA: VIETTI, ORA IN PARLAMENTO SE NE DISCUTE SENZA PREGIUDIZI E PRECONCETTI =
Venezia, 20 gen. - (Adnkronos) - "E' un segnale molto positivo
quello che si e verificato in Parlamento questa settimana quando la
relazione sullo stato della giustizia presentata dal ministro Severino
e stata approvata con una risoluzione data a grandissima maggioranza
da tutti e tre i partiti che sostengono il governo e che fino a
qualche mese fa si contrapponevano proprio sul tema della giustizia in
modo molto forte". Lo ha detto il vicepresidente del Csm Michele
Vietti oggi nel corso di una visita alla Corte d'Appello di Venezia.
Secondo Vietti "questo farebbe pensare che in Parlamento
finalmente si sono create le condizioni per parlare di giustizia senza
pregiudizi e senza posizioni preconcette".
"Questa e la premessa, poi ovviamente di qui deve venire tutto
il resto -ha sottolineato ancora Vietti- il Parlamento sara impegnato
ora a valutare gli aspetti legislativi sulla riforma delle
circoscrizioni giudiziarie che e un tema che sta molto a cuore al Csm
perche di li contiamo di recuperare un'iniezione di efficienza e un
recupero di magistrati e di personale amministrativo".
(Dac/Col/Adnkronos)
20-GEN-12 12:18

GIUSTIZIA: VIETTI, MEGLIO INTERVENTI MIRATI CHE RIFORMA EPOCALE =
(AGI) - Venezia, 20 gen. - Per riformare la giustizia italiana
sono piu opportuni provvedimenti "mirati" sui tempi che una
"grande riforma epocale". E' l'opinione del vicepresidente del
Csm, Michele Vietti, espressa a margine di una visita alla
Corte d'Appello di Venezia. "Va accantonata - ha detto - la
prospettiva della cosiddetta 'grande riforma epocale' della
giustizia di cui per altro ho sempre faticato a comprendere nel
concreto i contenuti". Piuttosto, per Vietti, e necessario
concentrarsi "su singoli interventi mirati che conseguano la
priorita assoluta che e quella dell'accelerazione dei tempi
processuali. Il nostro obiettivo, e quando dico nostro intendo
del Csm, del Parlamento e del Governo, deve essere quello di
dare ai cittadini risposte tempestive alle loro domande di
giustizia - ha continuato il vicepresidente del Csm -, risposte
che siano in linea con i tempi europei e che siano celeri e
prevedibili. Se facciamo questo aiutiamo anche la ripresa
economica del Paese, perche un sistema giudiziario che e
tempestivo e prevedibile aiuta la crescita, mentre uno che non
e all'altezza e una palla al piede per l'economia e per
l'intero Paese". (AGI)
Ve1
201225 GEN 12

GIUSTIZIA: VIETTI; IN PARLAMENTO CONDIZIONI PER RIFORME
(ANSA) - VENEZIA, 20 GEN -In Parlamento si sono create le
condizioni per parlare di giustizia senza pregiudizi e posizioni
preconcett. Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente del
Csm, oggi a Venezia a margine di un incontro a porte chiuse in
Corte d'Appello.
A far ipotizzare un lavoro del Parlamento verso una riforma
della giustizia, per Vietti e il clima favorevole tra i tre
partiti che sostengono il governo Monti che in precedenza erano
divisi tra maggioranza e opposizione.
Credo che quello che si e verificato in Parlamento - ha
detto Vietti - quando la relazione sullo stato della giustizia
presentata dal ministro Paolo Severino con una risoluzione
votata a grandissima maggioranza dai tre partiti che sostengono
il governo e che sino a qualche tempo fa, sul tema della
giustizia, si contrapponevano in modo molto forte sia un segnale
da registrare in modo molto positivE una premessa - ha
aggiunto Vietti -. Il Parlamento sara impegnato per valutare i
decreti legislativi sulla riforma delle circoscrizioni
giudiziarie che e un tema che sta a cuore al Csm perche
contiamo di trarre un'azione di efficienza e un recupero di
magistrati e personale amministrativDopo di che penso - ha
proseguito - vada accantonata la prospettiva di grande riforma o
riforma epocale della giustizia, per concentrarsi su singoli
interventi mirati che perseguano una priorita assoluta che e
quella dell'accelerazione dei tempi processual.(ANSA).
BCN/PAS
20-GEN-12 12:23

GIUSTIZIA: VIETTI, IN PARLAMENTO CLIMA DIALOGO SENZA PREGIUDIZI =
(AGI) - Venezia, 20 gen. - In Parlamento in questo momento c'e
un clima che consente di parlare di riforma della giustizia
senza pregiudizi e senza posizioni preconcette. E' l'opinione
del vicepresidente del Csm, Michele Vietti, espressa a margine
di una visita alla Corte d'Appello di Venezia. "Credo che
quello che si e verificato in Parlamento questa settimana, con
la relazione sullo stato della giustizia presentata dal
ministro Severino, che e stata approvata con una risoluzione
votata a grandissima maggioranza da tutti e tre i partiti che
sostengono il Governo e che fino a qualche mese fa si
contrapponevano proprio sul tema della giustizia in modo molto
forte, sia un segnale da registrare in modo molto positivo", ha
chiosato Vietti. "Questo - ha continuato il vicepresidente del
Csm - fa pensare che adesso in Parlamento si siano create le
condizioni per parlare di giustizia senza pregiudizi e senza
posizioni preconcette". Per Vietti "questa e una buona
premessa", ma e necessario che da qui "venga tutto il resto".
Le Camere, ora, "saranno impegnate - ha concluso - a valutare i
decreti legislativi sulla riforma delle circoscrizioni
giudiziarie che e un tema che sta molto a cuore al Consiglio
superiore della magistratura". Da li, infatti, l'obiettivo e
"recuperare un'iniezione di efficienza e un recupero di
personale amministrativo". (AGI)
Ve1
201227 GEN 12

GIUSTIZIA: VIETTI, DARE RISPOSTE A DOMANDA CITTADINI
(ANSA) - VENEZIA, 20 GEN -In materia di giustizia il
nostro obiettivo, sia del governo, del Parlamento che del Csm,
deve essere quello di dare ai cittadini risposte alle loro
domande di giustizi. Lo ha detto Michele Vietti,
vicepresidente del Csm, oggi all'Universita Ca Foscari, di
Venezia, in un incontro pubblico. Parlando della riforma della
giustizia ha auspicato che ci si concentri suinterventi
mirat che portinoall'accelerazione dei tempi
processual.
Per Vietti e necessario assecondare una domanda che porti i
tempi della giustizia ad esserein linea con quelli europe
e che sianoceleri e prevedibil.Se facciamo questo - ha
sottolineato - aiutiamo anche la ripresa economica del Paese
perche un sistema giudiziario che funziona, che e tempestivo e
prevedibile, aiuta la crescita mentre un sistema giudiziario che
non e all'altezza di questa sfida e una palla al piede per
l'economia del Paes.(ANSA).
BCN/PAS
20-GEN-12 12:25

Giustizia: Vietti, meglio singoli provvedimenti che grande riforma =
(ASCA) - Venezia, 20 gen - ''La prospettiva della grande
riforma o riforma epocale di cui, peraltro, ho sempre
faticato a comprendere nel concreto i contenuti'' va
accantonata. Lo ha detto a Venezia, visitando la Corte
d'Appello, il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
aggiungendo che ''viceversa'' ci si deve concentrare ''su
singoli interventi mirati, che perseguono la priorita'
assoluta che e' quella dell'accelerazione dei tempi
processuali''. Vietti ha precisato che l'obiettivo del
Parlamento, del Governo e del Csm ''deve essere quello di
dare ai cittadini risposte tempestive alle loro domande di
giustizia''. Risposte, ha insistito, ''celeri e
prevedebili''.
Cio' facendo si aiuta anche la ripresa economica, perche' un
sistema giudiziario che funziona, che e' tempestivo e
prevedibile aiuta la crescite mente un sistema giudiziario
che non e' all'altezza di questa sfida purtroppo e' una palla
al piede per l'economia e per l'intero paese''. Vietti ha poi
osservato che ''e' un segnale molto positivo quello che si e'
verificato in Parlamento questa settimana quando la relazione
sullo stato della giustizia presentata dal ministro Severino
e' stata approvata con una risoluzione data a grandissima
maggioranza da tutti e tre i partiti che sostengono il
governo e che fino a qualche mese fa si contrapponevano
proprio sul tema della giustizia in modo molto forte''. E
questo, secondo Vietti, ''farebbe pensare che in Parlamento
finalmente si sono create le condizioni per parlare di
giustizia senza pregiudizi e senza posizioni preconcette''.
fdm/lus/rob
201247 GEN 12

Categorie