A CIASCUNO IL SUO, RADIO24 - Giusto accelerare un processo per arrivare alla sentenza

A CIASCUNO IL SUO, RADIO24 - Giusto accelerare un processo per arrivare alla sentenza

|

MILLS: VIETTI, GIUSTO ACCELERARE PER ARRIVARE A SENTENZA = (AGI)
Roma, 27 gen. - "Il processo per sua natura deve arrivare a decisione nel merito".
Il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervistato per "A Ciascuno il Suo" di Radio 24, definisce "giusto" accelerare un processo, per arrivare a sentenza, tema dell'ultimo scontro all'interno del processo Mills.
"Finche la legge non e cambiata, le difese approfittano della normativa esistente, ma - commenta ancora Vietti a proposito del processo di Berlusconi - bisogna evitare situazioni paradossali in cui prescrizioni cosi ridotte esasperano strategie processuali, tutte volte solo ad allungare i tempi, in modo da riuscire ad acchiappare la prescrizione". Nell'intervista, Vietti ricorda come nel "processo vanno equilibrati in modo saggio e accorto tutti gli interessi, non solo quello dell'imputato". Il vicepresidente del Csm ritorna sulla sua proposta di congelare la prescrizione, che "non puo essere un incentivo premiale per l'imputato piu bravo a sfruttare le pieghe dei riti processuali, per evitare che si arrivi alla decisione.
Questo - aggiunge - determina l'abuso del processo". (AGI)
Pgi
271850 GEN 12

MILLS: VIETTI, GIUSTO ACCELERARE PER ARRIVARE A SENTENZA    (ANSA)
Roma, 27 gen. "Il processo per sua natura deve arrivare a decisione nel merito".
Il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervistato da "A Ciascuno il Suo" di Radio 24, definisce "giusto" accelerare un processo, per arrivare a sentenza, tema dell'ultimo scontro all'interno del processo Mills.
(segue).
FH
27 gen. 2012 18:56
 
MILLS: VIETTI, GIUSTO ACCELERARE PER ARRIVARE A SENTENZA (2) (ANSA)
Roma, 27 gen. - "Finché la legge non è cambiata, le difese approfittano della normativa esistente, ma - osserva Vietti a proposito del processo di Berlusconi - bisogna evitare situazioni paradossali in cui prescrizioni così ridotte esasperano strategie processuali, tutte volte solo ad allungare i tempi in modo da riuscire ad acchiappare la prescrizione". Nel processovanno equilibrati in modo saggio e accorto tutti gli interessi, non solo quello dell'imputato", sostiene ancora il vicepresidente del Csm, rilanciando la sua proposta di congelare la prescrizione; prescrizione che  "non può essere un incentivo premiale per l'imputato più bravo a sfruttare le pieghe dei riti processuali, per evitare che si arrivi alla decision.
   Secondo Vietti bisogna comunqueguardare oltre i processi di Berlusconi e uno degli aspetti positivi del nuovo clima è non dover rincorrere singole vicende giudiziarie". (ANSA).
FH
27 gen. 2012 19:03
 
CASO MILLS: VIETTI, GIUSTO ACCELERARE PER ARRIVARE A SENTENZA = PROCESSO DEVE GIUNGERE A DECISIONE NEL MERITO
Roma, 27 gen. (Adnkronos) - "Il processo per sua natura deve arrivare a decisione nel merito".
Il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervistato per 'A Ciascuno il Suo' di Radio 24, definisce "giusto" accelerare un processo, per arrivare a sentenza. Tema dell'ultimo scontro all'interno del processo Mills.
"Finche la legge non e cambiata, le difese approfittano della normativa esistente, ma - commenta ancora Vietti a proposito del processo di Berlusconi - bisogna evitare situazioni paradossali in cui prescrizioni cosi ridotte esasperano strategie processuali, tutte volte solo ad allungare i tempi, in modo da riuscire ad acchiappare la prescrizione".
Vietti ricorda poi come nelprocesso vanno equilibrati in modo saggio e accorto tutti gli interessi, non solo quello dell'imputato. Il vicepresidente del Csm ritorna sulla sua proposta di congelare la prescrizione, che "non puo essere un incentivo premiale - evidenzia - per l' imputato piu bravo a sfruttare le pieghe dei riti processuali, per evitare che si arrivi alla decisione. Questo - aggiunge - determina l'abuso del processo".
Ma "bisogna guardare oltre i processi di Berlusconi. Uno degli aspetti del nuovo clima - commenta ancora - e non dover rincorrere singole vicende giudiziarie". (Sin/Opr/Adnkronos)
27 gen. 2012 19:20

Mills / Vietti: Giusto accelerare per arrivare a sentenza  Processo per sua natura deve arrivare a decisione nel merito
Roma, 27 gen. (TMNews) - "Il processo per sua natura deve arrivare a decisione nel merito". Il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervistato per "A Ciascuno il Suo" di Radio 24, definisce "giusto" accelerare un processo, per arrivare a sentenza, tema dell'ultimo scontro all'interno del processo Mills.
"Finché la legge non è cambiata - prosegue - le difese approfittano della normativa esistente, ma bisogna evitare situazioni paradossali in cui prescrizioni così ridotte esasperano strategie processuali, tutte volte solo ad allungare i tempi, in modo da riuscire ad acchiappare la prescrizione".
Nell'intervista, Vietti ricorda come nel "processo vanno equilibrati in modo saggio e accorto tutti gli interessi, non solo quello dell'imputato".
Il vicepresidente del Csm ritorna sulla sua proposta di congelare la prescrizione, che "non può essere un incentivo premiale per l'imputato più bravo a sfruttare le pieghe dei riti processuali, per evitare che si arrivi alla decisione. Questo determina l'abuso del processo".
Luc
272000 gen. 12