Vietti in Senato alla presentazione della relazione sulla privacy su intercettazioni

Vietti in Senato alla presentazione della relazione sulla privacy su intercettazioni

|

INTERCETTAZIONI. VIETTI: OK LEGGE, MA PRIMA DEL PROSSIMO SCANDALO
TUTELARE DIRITTO RISERVATEZZA E LIBERTA' STAMPA
(DIRE) Roma, 13 mar. - "Il parlamento faccia pure una legge in
merito, mi pare che sull'argomento siano tutti d'accordo. Sarebbe
auspicabile pero' che la facciano prima che scoppi un nuovo
scandalo in cui tutti si stracceranno le vesti". Cosi' il
presidente del Csm Michele Vietti, sulla regolamentazione delle
intercettazioni telefoniche, a margine della presentazione del
volume sull'attivita' dell'Authority della privacy, alla
biblioteca del Senato.
"Si puo' trovare un punto d'equilibrio nuovo e migliore-
continua Vietti- sull'utilizzo di questo importante e
imprescindibile strumento d'indagine".
Il presidente del Csm conclude sottolineando che "ovviamente
il diritto alla riservatezza e quello della liberta' di stampa
vanno entrambi tutelati".
(Pol/ Dire)
12:36 13-03-12

INTERCETTAZIONI: VIETTI,SERVE LEGGE PRIMA PROSSIMO SCANDALO
(ANSA) - ROMA, 13 MAR -Serve una legge che trovi un
equilibrio tra questo indispensabile strumento di indagine, la
tutela della riservatezza della persona e della liberta di
stamp. Lo ha detto il vice presidente del Csm, Michele
Vietti, rispondendo a margine di un convegno sulla privacy ad
una domanda sulle intercettazioni.Il legislatore deve trovare
un punto di equilibrio tra queste tre esigenze oggi squilibrate
- ha proseguito - sarebbe auspicabile che cio venisse fatto
prima del prossimo scandal. (ANSA).
CAS/MRS
13-MAR-12 12:43

INTERCETTAZIONI: VIETTI, NO RESPONSABILITA' OGGETTIVA TOGHE
(ANSA) - ROMA, 13 MAR -Non esiste nessuna responsabilita
oggettiva dei magistrati nella diffusione delle intercettazioni.
E' molto difficile risalire agli autori della violazione del
segreto di ufficio, nonostante le indagini vengano sempre
doverosamente svolt. Lo ha detto il vice presidente del Csm,
Michele Vietti, a margine di un convegno sulla privacy,
aggiungendo cheanche da questo punto di vista una legge che
regolamenti in modo piu stringente questa materia sarebbe
benvenut. (ANSA).
CAS/MRS
13-MAR-12 12:47

INTERCETTAZIONI: VIETTI, FACCIANO LEGGE MA PRIMA DI PROSSIMO SCANDALO =
VOGLIONO UN NUOVO PROVVEDIMENTO? BENE, LO FACCIANO...
Roma, 13 mar. (Adnkronos) - "Vogliono tutti una legge? Bene, il
Parlamento la faccia. Sono tutti d'accordo nella volonta di trovare
un nuovo e migliore punto di equilibrio". Ma le nuove misure sulle
intercettazioni "si adottino prima del prossimo scandalo in cui tutti
si stracceranno le vesti per la pubblicazione" di stralci di
conversazioni. Il vicepresidente del Consiglio superiore della
magistratura, Michele Vietti, a margine dell'incontro oggi a Roma del
Garante della privacy sui suoi sette anni di attivita, commenta cosi
le parole del presidente del Senato Renato Schifani, e del presidente
dell'Authority Francesco Pizzetti, sulla necessita di una nuova legge
sull'annoso tema delle intercettazioni.
Il punto di equilibrio, rimarca Vietti, va trovato "tra
l'utilizzo indispensabile di questo strumento d'indagine da cui non si
puo prescindere, la tutela alla riservatezza e alla dignita della
persona, la liberta di stampa". Oggi il rapporto tra questi tre
elementi "e oggettivamente squilibrato", riconosce il vicepresidente
del Csm.
(Ile/Ct/Adnkronos)
13-MAR-12 12:56

*Intercettazioni/ Vietti: Serve legge prima del prossimo scandalo
"Fare legge per identificare responsabilità magistrati, se c'è"
Roma, 13 mar. (TMNews) - Secondo il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, "serve una legge che trovi un equilibrio tra le
intercettazioni, la tutela della riservatezza della persona e
quella della libertà di stampa". Questo in replica alle aperture
fatte dal presidente del Senato, Renato Schifani, durante il suo
intervento alla presentazione del libro che riassume sette anni
di attività del garante della Privacy. "Il legislatore - ha
aggiunto - deve trovare un punto di equilibrio tra queste tre
esigenze oggi squilibrate e sarebbe auspicabile che ciò venisse
fatto prima del prossimo scandalo".
Il vicepresidente del Csm ha inoltre ribadito il proprio "no"
all'attribuzione di una responsabilità civile ai magistrati in
caso di fughe di notizie. "Non esiste nessuna responsabilità
oggettiva dei magistrati nella diffusione delle intercettazioni.
E' molto difficile - ha detto Vietti - risalire agli autori della
violazione del segreto di ufficio, nonostante le indagini vengano
sempre doverosamente svolte". "Anche da questo punto di vista -
ha concluso - una legge che regolamenti in modo piu' stringente
questa materia sarebbe benvenuta".
Gic
131313 mar 12

Categorie