Vietti a Roma alla presentazione del suo libro su tre gradi di giudizio

Vietti a Roma alla presentazione del suo libro su tre gradi di giudizio

|

GIUSTIZIA: VIETTI; TROPPI TRE GRADI GIUDIZIO, SERVE FILTRO
CASSAZIONE GIUDICA OGNI ANNO 80 MILA PROCESSI, IN USA SOLO 80
(ANSA) - ROMA, 14 MAG - "Non possiamo più permetterci tre
gradi di giudizio che riesaminano nel merito gli stessi fatti".
Lo ha detto il vice presidente del Csm, Micheli Vietti, ospite
della Fondazione Roma Europea di Cesare San Mauro, presentando
il suo ultimo libro: La fatica dei giusti. Come la giustizia può
funzionare. "Quando ho detto al presidente della Corte Suprema
Usa  - ha aggiunto - che la Cassazione giudica ogni anno 80mila
processi, c'è stato un misunderstending sulla parola 80mila...
da loro sono solo 80. La strozzatura del nostro sistema sta
nell'appello che riesamina da capo in fatto e in diritto. Manca
un filtro, che c'è invece negli altri Paesi, e che andrebbe
introdotto di pari passo ad una revisione della geografia
giudiziaria".
"Questo governo - ha rilevato Vietti - ha detto più volte
che la giustizia rientra nei suoi compiti per lo stretto nesso
tra buon funzionamento della stessa giustizia e dell'economia.
Si tratta di una presa di coscienza importante, anche se, per
arrivarci, ci sono voluti i richiami del governatore Draghi, che
ci ha ricordato che il malfunzionamento della giustizia costa un
punto di Pil, e abbiamo avuto bisogno di farci dire dall'Europa
che tra le riforme strutturali da fare c'è quella della
giustizia, vista l'assiduità con cui l'Italia è 'ospite' della
Corte Europea per la lunghezza dei processi". Poi Vietti cita
alcune cifre: siamo il paese più litigioso d'Europa dopo i
russi. E' un paradosso: si diffida dei giudici, ma poi si affida
loro la soluzione di tutti i problemi - conclude Vietti -. Un
esempio? Da mesi si discute dell'articolo 18: morale della
favola, si è optato alla fine di affidare alla magistratura il
compito di dirimere la questione". (ANSA).
DZ
14-MAG-12 23:25

Categorie