Vietti al congresso nazionale dell'Acri su efficienza della giustizia, mediazione, impugnazioni, corruzione, presunta trattativa Stato-mafia

Vietti al congresso nazionale dell'Acri su efficienza della giustizia, mediazione, impugnazioni, corruzione, presunta trattativa Stato-mafia

|

GIUSTIZIA: VIETTI, EFFICIENZA DECISIVA MA SERVE CAMBIO MENTALITA' =
(AGI) - Palermo, 7 giu. - "Il diritto non è una variabile
indipendente dell'economia. Anzi: l'efficienza della giustizia
è un fattore sempre più importante nella valutazione
dell'appetibilità di un Paese per gli investitori". Lo ha
detto il vice presidente del Csm Michele Vietti, intervenendo
al congresso nazionale dell'Acri, a Palermo. Vietti ha citato
il costituzionalista Gustavo Zagrebelsky, spiegando che
"riformare la giustizia in senso efficientistico", vuol dire
anche "'rimuovere abitudini sedimentate e risvegliare il senso
istituzionale di magistrati e avvocati, distinguendo gli
intangibili principi di autonomia e indipendenza dei magistrati
da atteggiamenti di inammissibile e talora comoda
rivendicazione di individualismo, refrattario alle superiori
esigenze di serviziò". (AGI)
Mrg/Gio  (Segue)
071213 GIU 12

GIUSTIZIA: VIETTI, EFFICIENZA DECISIVA MA SERVE CAMBIO MENTALITA' (2)=
(AGI) - Palermo, 7 giu. - Per Vietti, "di questo cambio di
mentalità abbiamo bisogno per rendere al cittadino un servizio
migliore che coniughi accuratezza e velocità". Per farlo, ha
detto, "dobbiamo perseguire una maggiore professionalità del
diritto, a cominciare dai magistrati". Poi il riferimento a
Giorgio Napolitano che, recentemente da Palermo, in occasione
della commemorazione di Giovanni Falcone, ha fatto cenno al
modello di professionalità che il magistrato ha lasciato:
"fedele alla costituzione", capace di "mettersi al servizio del
cittadino", in possesso "delle sconoscenze e delel attitudini
richieste per le varie funzioni, al di fuori diuna irreale
pretesa di onniscenza". (AGI)
Mrg/Gio
071214 GIU 12

GIUSTIZIA: VIETTI, E' COME UN ACQUEDOTTO CON PORTATA LIMITATA =
(AGI) - Palermo, 7 giu. - Il vice presidente del Csm Michele
Vietti, al congresso nazionale dell'Acri, a Palermo, paragona
il sistema della giustizia a "un acquedotto, in grado di
reggere una certa portata d'acqua". Per motivi strutturali non
ha condutture dilatabili, può essere sottoposto per periodi
determinati ad aumenti di pressione, "ma non è in grado di
sopportare un aumento continuo e illimitato dei volumi
d'entrata". Perchè far entrare più acqua "non significa
-avverte Vietti- farne arrivare altrettanta ai cittadini sotto
forma di risposte efficaci alla domanda di giustizia, ma solo
rischiare di far scoppiare le tubature". (AGI)
Mrg/Gio  (Segue)
071227 GIU 12

GIUSTIZIA: VIETTI, E' COME UN ACQUEDOTTO CON PORTATA LIMITATA (2)=
(AGI) - Palermo, 7 giu. - Secondo il vicepresidente del Csm è
quindi "necessario ridurre a monte l'afflusso di contenzioso e
selezionare a valle validi meccanismi di filtro all'attuale
indiscriminata possibilità di proporre impugnazioni sino alla
Corte suprema, letteralmente paralizzata da circa 80mila
ricorsi che ogni anno vengono presentati". L'effetto
acceleratorio non solo sottrarrebbe l'Italia "al poco
invidiabile primato delle condanne da parte della Corte europea
dei diritti dell'uomo, ma avrebbe una ricaduta benefica
sull'economia, di cui le imprese, non meno che il terzo
settore, non potrebbero che avvantaggiarsi". (AGI)
Mrg/Gio
071227 GIU 12

Giustizia/Vietti: Sistema è come acquedotto da portata limitata
"Aumentare flusso rischia far escoppiare le tubature"
Palermo,  7 giu. (TMNews) - "Come ho spesso ricordato si può
immaginare il nostro sistema di giustizia come un acquedotto in
grado di reggere fisiologicamente una certa portata d'acqua". E'
questa la metafora utilizzata dal vicepresidente del Csm Michele
Vietti, intervenendo a Palermo al congresso dell'Acri,
affrontando il tema della giustizia.
"Per motivi strutturali non ha condutture dilatabili e pertanto
può anche essere sottoposto per periodi determinati ad aumenti di
pressione - ha proseguito Vietti -, non è in grado di sopportare
un aumento continui o e illimitato dei volumi d'entrata".
Vietti ha quindi sottolineato che "far entrare più acqua non
significa farne arrivate altrettanta ai cittadini sottoforma di
risposte efficaci alla domanda di giustizia, ma solo rischiare di
fare scorppiare le tubature".
Xpa
071301 giu 12

*Giustizia/Vietti: Ridurre a monte afflusso numero contenziosi
Corte Suprema paralizzata da ricorsi.Italia ha record condanne Ue
Palermo,  7 giu. (TMNews) - "E' necessario ridurre a monte
l'afflusso di contenziosi e selezionare a valle validi meccanismi
di filtro all'attuale indiscriminata possibilità di proporre
impugnazioni fino alla Corte Suprema, che è letteralmente
paralizzata dai circa 80mila ricorsi ogni anno presenteati". Lo
ha detto il vicepresidente del Csm Michele Vietti, intervenendo
al congresso delle Acri in corso a Palermo, parlando del tema
delle cause civili.
"L'effetto acceleratorio non solo sottrarrebbe il nostro Paese al
poco inivdiabilie primato dele condanne da parte della Ue e della
Corte dei diritti dell'uomo - ha aggiunto Vietti - ma avrebbe una
ricaduta benefica sull'economia".
Xpa
071236 giu 12

Giustizia/Vietti: Certezza diritto non è indipendente da economia
Efficienza sistema rende appetibile il Paese agli investitori
Palermo,  7 giu. (TMNews) - "Il diritto non é una variabile
indipendente dell'economia. Anzi, l'efficienza della Giustizia è
un fattore sempre importante nella valutazione della appetibilità
di un paese per gli investitori". Lo ha detto il vicepresidente
del Csm Michele Vietti, intervenendo al congresso dell'Acri in
corso a Palermo.
Citando il costituzionalista Zagrebelsky, Vietti ha sottolineato
che "riformare la giustizia in senso efficientissimo vuol dire
anche rimuovere abitudini sedimentate e risvegliare il senso
istituzionale di magistrati e avvocati, distinguendo gli
intangibili principi di autonomia e indipendenza dei magistrati
da atteggiamenti inammissibili e talora comoda rivendicazione di
invidualismo, refrattario alle superiori esigenze del servizio".
Il vicepresidente del Csm, ha quindi posto l'accento sulla
necessità di "un cambio di mentalità, per rendere al cittadino un
servizio migliore che coniughi accuratezza e velocità; per farlo
- ha detto - dobbiamo perseguire una maggiore peofessionalità
degli orperarori del diritto a cominciare dai magistrati".
Xpa
071237 giu 12

GIUSTIZIA: VIETTI, GRAZIE A MEDIA CONCILIAZIONE CALO 30% ISCRIZIONI A RUOLO =
Palermo, 7 giu. - (Adnkronos) - "I sistemi alternativi per la
risoluzione delle controversie possono alleviare il carico ormai
insostenibile di contezioso che appesantisce la giurisdizione. I dati
statistici relativi al 2011 testimoniano un calo del 30% delle
iscrizioni a ruolo per le materie oggetto della media conciliazione,
con una partecipazione che è andata crescendo dal 28 sino al 35% del
totale". Il vicepresidente del Consiglio Superiore della
Magistratura, Michele Vietti, lo afferma in occasione del XXII
congresso dell'Acri a Palermo.
"Anche sul fronte della celerità del procedimento le notizie
sono confortanti, poichè la media della durata delle procedure è di
circa 2 mesi -continua Vietti- a fronte dei 4 previsti dalle legge
come durata massima. Parimenti un successo può definirsi l'esperienza
dell'arbitro bancario e finanziario, che si occupa di definire le liti
insorte tra le banche e gli intermediari finanziari ed i loro clienti.
I dati della Banca d'Italia confermano che dall'avvio dell'attività
ad oggi sono stati presentati 1052 ricorsi. E che ogni mese la
crescita delle persone che si rivolgono a questo ente è pari al
26,5%. L'arbitro ha preso 250 decisioni dando il 60% delle volte
ragione ai clienti, il 30% agli intermediari e meno del 10% dei
ricorsi sono stati respinti".
(Rem/Ct/Adnkronos)
07-GIU-12 12:41

Giustizia/Vietti: Media conciliazione allevia carico contenzioso
"Confortanti notizie anche su celerità procedimento"
Palermo,  7 giu. (TMNews) - "I sistemi alternativi per la
risoluzione delle controversie possono alleviare il carico ormai
insostenibile di contezioso che appesantisce la giurisdizione. I
dati statistici relativi al 2011 testimoniano un calo del 30%
delle iscrizioni a ruolo per le materie oggetto della media
conciliazione, con una partecipazione che è andata crescendo dal
28 sino al 35% del totale". E' quanto sostiene il vicepresidente
del Csm Michele Vietti, intervenendo al congresso dell'Acri in
corso a Palermo.
"Anche sul fronte della celerità del procedimento le notizie sono
confortanti, poichè la media della durata delle procedure è di
circa 2 mesi a fronte dei 4 previsti dalle legge come durata
massima - ha proseguito Vietti -. Parimenti un successo può
definirsi l'esperienza dell'arbitro bancario e finanziario, che
si occupa di definire le liti insorte tra le banche e gli
intermediari finanziari ed i loro clienti. I dati della Banca
d'Italia confermano che dall'avvio dell'attività ad oggi sono
stati presentati 1052 ricorsi. E che ogni mese la crescita delle
persone che si rivolgono a questo ente è pari al 26,5%.
L'arbitro - ha concluso - ha preso 250 decisioni dando il 60%
delle volte ragione ai clienti, il 30% agli intermediari e meno
del 10% dei ricorsi sono stati respinti".
Xpa
071302 giu 12

GIUSTIZIA: VIETTI, BENE CDM SU INTRODUZIONE FILTRO IN APPELLO =
(AGI) - Palermo, 7 giu. - "Vedo che il governo ha in programma
di introdurre fra i provvedimenti urgenti che dovrebbe varare
oggi in Cdm il filtro in appello: è una misura che saluto con
soddisfazione e che va in direzione di deflazionare il
contenzioso e accelerare i processi". Lo ha detto il vice
presidente del Csm Michele Vietti, intervenendo al congresso
nazionale dell'Acri, a Palermo. In precedenza Vietti aveva
sottolineato la necessità di "ridurre a monte l'afflusso di
contenzioso" e di "selezionare a valle validi meccanismi di
filtro all'attuale indiscriminata possibilità di proporre
impugnazione sino alla Corte suprema, letteralmente
paralizzata". (AGI)
Mrg/Gio
071244 GIU 12

Giustizia, Vietti: Bene cdm su provvedimento su filtro in appello
Palermo, 07 GIU (il Velino/AGV) - "Vedo che il governo
ha in programma di introdurre fra i provvedimenti urgenti che
dovrebbe varare oggi in Consiglio dei ministri il filtro in
appello: è una misura che saluto con soddisfazione e che va
in direzione di deflazionare il contenzioso e accelerare i
processi". Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente del
Csm, a margine del 22esimo congresso dell'Acri a Palermo. Del
resto, aggiunge, "è necessario ridurre a monte l'afflusso di
contenzioso e selezionare a valle validi meccanismi di filtro
all'attuale indiscriminata possibilità di proporre
impugnazioni sino alla Corte suprema, che è letteralmente
paralizzata da circa 80mila ricorsi che ogni anno vengono
presentati". - www.ilvelino.it -  (mpi)
071250 GIU 12

GIUSTIZIA:VIETTI;TAGLIO FLUSSO CONTENZIOSO E FILTRO A VALLE
EFFETTI BENEFICI ANCHE SU ECONOMIA
(ANSA)- PALERMO, 7 GIU - "E' necessario ridurre a monte
l'afflusso di contenzioso e selezionare a valle validi
meccanismi di filtro all'attuale indiscriminata possibilità di
proporre impugnazioni sino alla Corte Suprema". Lo afferma il
vicepresidente del Cms Michele Vietti nel suo intervento al
congresso Acri rilevando come si avrebbe un effetto benefico
"sull'economia, di cui le imprese, non meno che il terzo
settore, non potrebbero che avvantaggiarsi". (ANSA).
DOA
07-GIU-12 12:50

GIUSTIZIA:VIETTI, BENE MISURE A CDM SU FILTRO IN APPELLO
 (ANSA)  - PALERMO, 7 GIU - Il vice presidente del Csm Michele
Vietti "saluta con soddisfazione" l'intenzione del governo
"di introdurre fra i provvedimenti urgenti che dovrebbe varare
oggi in Cdm il filtro in appello". Parlando al convegno
dell'Acri Vietti ha spiegato come si tratta di "una misura che
va in direzione di deflazionare il contenzioso e accelerare i
processi". (ANSA).
DOA
07-GIU-12 12:53

Giustizia/Vietti: Bene Cdm su filtro in appello
"E' una misura che accelererà i tempi dei processi"
Palermo,  7 giu. (TMNews) - "Vedo che il governo ha in programma
di introdurre fra i provvedimenti urgenti che dovrebbe varare
oggi in Cdm il filtro in appello: è una misura che saluto con
soddisfazione e che va in direzione di deflazionare il
contenzioso e accelerare i processi". Così il vicepresidente del
Csm Michele Vietti, intervenendo al congresso dell'Acri in corso
a Palermo, .
Xpa
071303 giu 12

CORRUZIONE: VIETTI, PARLAMENTO APPROVI NORME PRESTO
(ANSA) - PALERMO, 7 GIU - "Mi auguro che il Parlamento
licenzi presto le nuove norme sulla corruzione che ci chiede
l'Europa e ci chiedono tutti gli operatori onesti del nostro
Paese". Lo dice all'ANSA il vice presidente del Csm Michele
Vietti. (ANSA).
APE
07-GIU-12 12:55

CORRUZIONE: VIETTI, PARLAMENTO APPROVI NORME PRESTO (2)
(ANSA) - PALERMO, 7 GIU - "La corruzione - ha aggiunto
Vietti, a margine del congresso dell'Acri a Palermo - non è
solo un elemento di illegalità ma una alterazione del sistema
della concorrenza". (ANSA)
APE
07-GIU-12 13:14

CORRUZIONE: VIETTI, VARARE AL PIU' PRESTO DDL =
(AGI) - Palermo, 7 giu. - "Spero che il Parlamento vari al più
presto le nuove norme anti-corruzione. Ce le chiedono l'Europa
e gli operatori onesti del nostro Paese. La corruzione è un
elemento di illegalità e una grave alterazione del sistema
della concorrenza". Lo ha detto il vicepresidente del Csm
Michele Vietti, a Palermo, a margine del congresso nazionale
dell'Acri. (AGI)
Mrg/Gio
071645 GIU 12

STRAGE CAPACI: VIETTI, C'E' IMPEGNO MAGISTRATO PER VERITA'
(ANSA) - PALERMO, 7 GIU - "La giustizia conosce una sola
ragione, quella della verità. Condivido dunque totalmente le
parole del capo dello Stato Giorgio Napolitano pronunciate
nell'anniversario della strage di Capaci. I magistrati stanno
lavorando con impegno, mi auguro che i risultati siano
proporzionali a questo impegno". Così il vice presidente del
Csm, Michele Vietti, ha risposto all'ANSA sull'inchiesta
riguardo la presunta trattativa Stato-mafia, a margine del
congresso dell'Acri in corso a Palermo. (ANSA)
APE
07-GIU-12 13:16

Acri/ Vietti:Possibile riforma fondazioni senza partire da zero
Vicepresidente Csm: Precedente governo è stato poco lungimirante
Palermo, 7 giu. (TMNews) - Il vicepresidente del Csm Michele
Vietti, ricordando la sua precedente proposta di modifica del
Libro Primo del Codice Civile sulla natura e sulle attività delle
fondazioni bancarie, risalente al 2008, ha criticato intervenendo
a Palermo, al congresso dell'Acri, il precedente esecutivo:
"Purtroppo una poco lungimirante preoccupazione del governo
dell'epoca - ha detto -, volta a rivendicare la primogenitura
riformatrice sulla materia, senza peraltro far seguire alle
parole i fatti, ha paralizzato ogni sforzo".
Secondo Vietti, "se la nuova legislatura farà registrare le
condizioni politiche per porre mano a qualche serio progetto, non
dovrà ripartire da zero".
Xpa
071317 giu 12

VIETTI (CSM), MANUTENZIONE DIRITTO ECONOMIA, NO A FAR WEST
(ANSA) - PALERMO, 7 GIU - "Credo che il diritto
dell'economia abbia bisogno di una manutenzione costante,
perchè le regole sono indispensabili affinchè il mercato non
diventi un far west". Lo dice all'ANSA il vice presidente del
Csm, Michele Vietti, a margine del congresso dell'Acri, a
Palermo.
"La giustizia non è una variabile indipendente
dell'economia - aggiunge Vietti - ma un elemento di
competitività del Paese". (ANSA).
APE
07-GIU-12 13:21

Categorie