Vietti a Napoli alla presentazione del suo libro su corruzione, incandidabilità, impugnazioni, responsabilità dei magistrati, processi

Vietti a Napoli alla presentazione del suo libro su corruzione, incandidabilità, impugnazioni, responsabilità dei magistrati, processi

|

Ddl anticorruzione, Vietti: Bene Autorità e incandidabilità dal 2013
Napoli, 15 GIU (il Velino/AGV) - Ddl anticorruzione e
incandidabilità dei condannati sin dal 2013, parere
favorevole dal vicepresidente del Csm Michele Vietti, a
Napoli per presentare il suo libro "La fatica dei giusti".
Quanto alla legge delega sulla corruzione, ha infatti
commentato così: "Maggioranza risicata in Aula? Per ora
salutiamo positivamente che un ramo del Parlamento l'abbia
approvato - ha risposto Vietti - speriamo che il Senato
provveda presto, c'era urgenza e c'è tuttora. Ce lo chiede
l'Europa oltre che il sistema delle imprese che nella
corruzione vedono un grave fattore dell'alterazione della
concorrenza sul mercato". Sulle possibili modifiche del ddl,
ha precisato che "sarà il Senato a decidere se ci saranno
tempi e modi: saluto con piacere intanto l'Autorità contro
la corruzione che deve avere funzione di prevenzione perchè
la corruzione non si contrasta solo con le sanzioni penali ed
anche la norma sull'incandidabilità dei condannati sulla
quale prendo atto dell'impegno del governo di renderla
operativa prima delle prossime elezioni". Quanto a chi siano
i giusti del suo volume, Vietti ha chiarito che si tratta
"dei magistrati che si occupano di garantire il rispetto
delle norme, ma anche di tutti gli operatori giudiziari:
definisco giusti - ha concluso - tutti i cittadini che
rispettano le regole perchè rispettandole il sistema
giudiziario anzichè occuparsi di loro può occuparsi delle
esigenze che lo affliggono". - www.ilvelino.it -  (rep/pbo)
151901 GIU 12

CORRUZIONE: VIETTI, OK NORMA SU INCANDIDABILITA' CONDANNATI
ORA SPERO CHE SENATO SE NE OCCUPI IN FRETTA
(ANSA) - NAPOLI, 15 GIU - "Saluto con soddisfazione la norma
sulla incandidabilità dei condannati sulla quale prendo atto
dell'impegno del Governo a renderla operativa prima delle
prossime elezioni". Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente
del Csm, a Napoli per la presentazione del suo libro "La fatica
dei giusti".ÿVietti valuta "positivamente che un ramo del
Parlamento", la Camera, abbia approvato il ddl anticorruzione.
"C'era e c'è tuttora urgenza di farlo - ha affermato - per cui
spero che il Senato se ne occupi in fretta. Ce lo chiede
l'Europa, il sistema delle imprese che nella corruzione vedono
un fattore di alterazione della concorrenza, ce lo chiedono i
cittadini onesti".
"Non entro nel lavoro del Parlamento - ha precisato
rispondendo a una domanda sulla possibilità di introdurre
modifiche al testo - ma credo cheÿse ci saranno tempi e modo
qualche aggiustamento in Senato sarà possibile farlo".
Vietti ha infine sottolineato di valutare positivamente anche
l'introduzione dell'Autorità contro la corruzione. (ANSA).
YW9-DT
15-GIU-12 19:25

CORRUZIONE: VIETTI,ORA SPERO CHE IL SENATO SE NE OCCUPI IN FRETTA =
(AGI) - Napoli, 15 giu. - "Prendo atto dell'impegno del governo
a rendere operativa prima delle prossime elezioni la norma
sull'incandidabilità dei condannati. C'era e c'è tuttora
urgenza di farlo, per cui spero che il Senato se ne occupi in
fretta. Ce lo chiede l'Europa, il sistema delle imprese, che
nella corruzione vede un fattore di alterazione della
concorrenza, ce lo chiedono i cittadini onesti". Lo ha detto il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, presentando a Napoli il
suo libro 'La fatica dei giusti'. (AGI)
Na4/Vic  (Segue)
152018 GIU 12

CORRUZIONE: VIETTI,ORA SPERO CHE IL SENATO SE NE OCCUPI IN FRETTA (2)=
(AGI) - Napoli, 15 giu. - Vietti esprime la propria
soddisfazione e valuta "positivamente" l'approvazione del Ddl
anticorruzione da parte della Camera. Sulla possibilità di
modificare il testo in Senato, chiarisce invece di non voler
interferire con il lavoro del Parlamento, ma ritiene che, "se
ci saranno tempi e modo, qualche aggiustamento sarà possibile
farlo". Vietti valuta infine positivamente anche l'introduzione
dell'Autorità contro la corruzione. (AGI)
Na4/Vic
152018 GIU 12

GIUSTIZIA: VIETTI,OK FILTRO IN APPELLO E RIFORMA LEGGE PINTO
(ANSA) - NAPOLI, 15 GIU -  un giudizio positivo quello di
Michele Vietti, vicepresidente del Csm, ai "progetti di riforma
che riguardanoÿl'introduzione del filtro in appello e il
risarcimento per l'eccessiva durata dei processi". A Napoli per
presentare il suo libro, "La fatica dei giusti", Vietti ha
sottolineato che tra le priorità del Csm vi è "laÿragionevole
durata del processo", commentando l'intervento del Governo sulla
riforma della legge Pinto per l'indennizzo in caso di violazione
della ragionevole durata del processo.
"Il Consiglio superiore della Magistratura - ha affermato
-ÿcerca di perseguirla con tutte le attività che svolge, nella
valutazione delle attività dei magistrati, nella nomina degli
uffici dirigenti e anche nell'attività sanzionatoria della
sezione disciplinare".
" necessario, però, che intervengano le modifiche normative
- ha concluso - tra le più rilevanti e mi auguro avvenga presto,
la revisione delle circoscrizioni giudiziarie cioè una più
razionale distribuzione delle risorse".(ANSA).
YW9-DT
15-GIU-12 19:26

RESPONSABILITA' TOGHE: VIETTI, NECESSARIA SERENITA' GIUDICI
(ANSA) - NAPOLI, 15 GIU - "Sta dalla parte dei cittadini chi
garantisce loro un giudice sereno, non condizionato". Lo ha
detto Michele Vietti, vicepresidente del Csm, a Napoli per la
presentazione del suo libro "La fatica dei giusti",
intervenendo nel dibattito sulla responsabilità civile dei
giudici. (SEGUE).
YW9-DT
15-GIU-12 19:36

RESPONSABILITA' TOGHE: VIETTI, NECESSARIA SERENITA' GIUDICI (2)
(ANSA) - NAPOLI, 15 GIU - "Sento dire - ha affermato Vietti -
che chi vuole la responsabilità diretta dei magistrati starebbe
dalla parte dei cittadini". "Io penso che, viceversa - ha
sottolineato - sta della parte dei cittadini chi garantisce loro
un giudice che nonÿdeve preoccuparsi dei processi che fanno a
lui anziché preoccuparsi di ciò che lui deve fare per gli
altri". (ANSA).
YW9-DT
15-GIU-12 19:37

GIUSTIZIA: VIETTI, PRIORITA' CSM RAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO =
(AGI) - Napoli, 15 giu. - Tra le priorità del Csm c'è "la
ragionevole durata del processo". Lo ha detto il vicepresidente
del Csm, Michele Vietti, presentando a Napoli il suo 'La fatica
dei giusti'. Vietti interviene anche nel dibattito sulla
responsabilità civile dei giudici: "Sta dalla parte dei
cittadini chi garantisce loro un giudice sereno, non
condizionato". "Sento dire - aggiunge - che chi vuole la
responsabilità diretta dei magistrati starebbe dalla parte dei
cittadini. Io penso che, viceversa, sta della parte dei
cittadini chi garantisce loro un giudice che non deve
preoccuparsi dei processi che fanno a lui, anzichè
preoccuparsi di ciò che lui deve fare per gli altri". (AGI)
Na4/Vic  (Segue)
152012 GIU 12

GIUSTIZIA: VIETTI, PRIORITA' CSM RAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO (2)=
(AGI) - Napoli, 15 giu. - Il vicepresidente del Csm esprime poi
un giudizio positivo sui "progetti di riforma che riguardano
l'introduzione del filtro in appello e il risarcimento per
l'eccessiva durata dei processi". E commentando l'intervento
del governo sulla riforma della legge Pinto per l'indennizzo in
caso di violazione della ragionevole durata del processo,
ricorda quindi che tra le priorità del Csm c'è appunto "la
ragionevole durata del processo. Il Csm cerca di perseguirla
con tutte le attività che svolge - aggiunge - nella
valutazione delle attività dei magistrati, nella nomina degli
uffici dirigenti e anche nell'attività sanzionatoria della
sezione disciplinare". Per Vietti è però "necessario che
intervengano le modifiche normative. Tra le pi rilevanti - e
mi auguro avvenga presto - c'è la revisione delle
circoscrizioni giudiziarie, cioè una più razionale
distribuzione delle risorse". (AGI)
Na4/Vic  (Segue)
152012 GIU 12

GIUSTIZIA: VIETTI, PRIORITA' CSM RAGIONEVOLE DURATA DEL PROCESSO (3)=
(AGI) - Napoli, 15 giu. - Rispondendo infine a una domanda
sulla carenza di organico della Procura di Napoli, spiega che
"è un problema che interessa uniformemente tutto il
territorio. Il personale amministrativo non viene reclutato da
più di un decennio - argomenta - perchè non si fanno concorsi
e a breve non ci saranno novità positive su questo fronte".
Per Vietti bisogna "supplire con un forte sforzo di
informatizzazione della nostra organizzazione". (AGI)
Na4/Vic
152012 GIU 12

Categorie