GR3 e SKYTG24 - Sconcertante la polemica sul Quirinale sulla presunta trattativa Stato-mafia

GR3 e SKYTG24 - Sconcertante la polemica sul Quirinale sulla presunta trattativa Stato-mafia

|

Mafia/ Vietti: Sconcertante la polemica sul Quirinale Si è voluto scatenare una tempesta in un bicchier d'acqua Roma, 22 giu. (TMNews)
La polemica sulla presunta trattativa Stato-Mafia che ha travolto il Quirinale "è una polemica sconcertante". Lo ha detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, ai microfoni del Gr3. "Il Capo dello Stato - ha ricordato Vietti - è il presidente del Csm ed è quindi naturale che in tale funzione abbia attivato tutti i meccanismi che l'ordinamento prevede perche ci fosse la vigilanza necessaria e dovuta".
Insomma, nel comportamento del Presidente della Repubblica per Vietti non c'è "nulla di strano.
Si è voluto scatenare una tempesta in bicchier d'acqua".
A proposito invece di un possibile "uso troppo disinvolto delle intercettazioni", Vietti ha risposto: "non tocca a me dirlo. Il tema - ha replicato - è forse più quello dell'uso mediatico delle intercettazioni".
Gic
220854 giu 12

MAFIA: VIETTI, POLEMICA SCONCERTANTE SCATENATA TEMPESTA IN BICCHIERE D'ACQUA = 'COME SEMPRE IL TEMA E' L'USO MEDIATICO DELLE INTERCETTAZIONI'
Roma, 22 giu. (Adnkronos) - "Si tratta di una polemica sconcertante.
Il Capo dello Stato è il presidente del Consiglio Superiore e dunque è del tutto naturale che in tale funzione abbia attivato i meccanismi che l'ordinamento prevede perchè ci fosse un'attività di vigilanza e coordinamento da parte della procura generale della Cassazione, a cui questi compiti spettano per legge".
Lo ha detto il vice presidente del Csm Michele Vietti al Gr3, riferendosi alle polemiche in merito alle indagini sulla cosiddetta trattativa tra Stato e mafia.
"Si è voluta scatenare una tempesta in un bicchiere d'acqua.
Come sempre -ha osservato Vietti- il tema è quello dell'uso mediatico delle intercettazioni".
(Sin/Col/Adnkronos)
22-GIU-12 08:58

MAFIA: TRATTATIVA; VIETTI,NAPOLITANO RIFERIMENTO PIU' SICURO (ANSA)
ROMA, 22 GIU - In un momento in cui il presidente della repubblica Giorgio Napolitano appare sotto attacco per la vicenda della presunta trattativa tra lo Stato e la mafia il vicepresidente del Csm Michele Vietti ricorda che il Colle rappresenta un riferimento sicuro. "Non faccio dietrologie - dichiara a Sky Tg24 Michele Vietti-  mi limito a rilevare che il capo dello stato in questo Paese, in questo momento è il riferimento più sicuro per l'esercizio delle funzioni istituzionali".(ANSA).
DIA
22-GIU-12 10:36