Vietti ad Agorà-Raitre su lentezza della giustizia, intercettazioni, responsabilità ed elezione diretta dei magistrati, presunta trattativa Stato-mafia

Vietti ad Agorà-Raitre su lentezza della giustizia, intercettazioni, responsabilità ed elezione diretta dei magistrati, presunta trattativa Stato-mafia

|

GIUSTIZIA: VIETTI, VERO MALE E' ECCESSIVA LENTEZZA PROCESSI =
UNA RISPOSTA CHE ARRIVA FUORI TEMPO, E' INUTILE
Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "Il male vero della giustizia
italiana è l'eccessiva lentezza dei processi. La sfida e la priorità
che abbiamo di fronte è l'accelerazione dei tempi della giustizia.
Una risposta che arriva fuori tempo, è inutile". Lo ha detto il vice
presidente del Csm, Michele Vietti, intervendo ad'Agora", su Rai3.
"Al cittadino -rimarca Vietti- e questo soprattutto per il
civile, una sentenza che arriva quando ormai gli interessi economici
che erano stati alterati, e per cui ci si era rivolti alla giustizia,
hanno trovato un diverso accomodamento, perchè nel frattempo sono
passati 8 o 10 anni, è una sentenza che non serve più a nessuno".
"A noi -conclude Vietti- interessa occuparci del 'servizio'
giustizia, che risolve le controversie. Questo chiedono i cittadini".
 (Sin/Zn/Adnkronos)
27-GIU-12 09:40

INTERCETTAZIONI: VIETTI,CAMERE PROCEDANO SE NE HANNO FORZA
(ANSA) - ROMA, 27 GIU - "Sulla questione delle
intercettazioni ho fatto un voto che è quello di non parlarne
più". Così il vicepresidente del Csm Michele Vietti
intervistato da 'Agora su RaiTre. "Se ne è parlato troppo
senza far seguire alle parole i fatti -precisa Vietti-. Ogni
volta che un giornale pubblica una paginata di intercettazioni
tutti si stracciano le vesti dicendo che bisogna regolare la
questione poi, dopo un pò, tutto passa in secondo piano".
"Il testo approvato dalla Camera si è arenato al Senato. I
testi ci sono, le questioni sono state dibattute: se il
parlamento ha il coraggio e la forza di regolare la materia lo
faccia"conclude il vicepresidente del Csm.
"Nessuno ha mai dimostrato che sono i magistrati a far uscire
le intercettazioni -sottolinea Vietti-. Ad un certo punto del
procedimento gli atti diventano pubblici. Le intercettazioni
restano uno strumento di indagine insostituibile ma, accanto
alla libertà di stampa, va tutelata anche la riservatezza di
persone non coinvolte nelle indagini che hanno diritto a non
finire in prima pagina".(ANSA).
DIA
27-GIU-12 10:24

INTERCETTAZIONI: VIETTI, PARLAMENTO PROCEDA SE HA FORZA DI REGOLARE MATERIA =
Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "Il testo approvato dalla Camera si
è arenato al Senato. I testi ci sono, le questioni sono state
dibattute: se il Parlamento ha il coraggio e la forza di regolare la
materia, lo faccia". Così il vice presidente del Csm, Michele
Vietti, intervenendo ad 'Agora, su Rai 3.
"Se ne è parlato troppo senza far seguire alle parole i fatti
-ha aggiunto Vietti- ogni volta che un giornale pubblica una paginata
di intercettazioni tutti si stracciano le vesti dicendo che bisogna
regolare la questione. Poi, dopo un pò, tutto passa in secondo
piano", conclude il vice presidente del Csm.
(Sin/Zn/Adnkronos)
27-GIU-12 11:12

GIUSTIZIA: VIETTI, RESPOSABILITA' CIVILE GIUDICI SAREBBE UNA SCIAGURA =
Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "La legge sulla responsabilità
civile e diretta dei giudici va assolutamente abbandonata, sarebbe una
sciagura che porta al collasso il sistema". Così Michele Vietti,
vice presidente del Csm, intervenendo ad Agorà, su Rai Tre.
(Sin/Zn/Adnkronos)
27-GIU-12 10:27

RESPONSABILITA' TOGHE. VIETTI: E' UNA SCIAGURA
(DIRE) Roma, 27 giu. - "La legge sulla responsabilità civile e
diretta dei giudici va assolutamente abbandonata, sarebbe una
sciagura che porta al collasso il sistema". Così Michele Vietti,
vicepresidente del Consiglio superiore della Magistratura,
intervenendo ad Agorà, condotta da Andrea Vianello, su Rai Tre.
(Com/Vid/ Dire)
10:37 27-06-12

RESPONSABILITA' TOGHE: VIETTI, E' UNA SCIAGURA
 (ANSA) - ROMA, 27 GIU -  " La responsabilità civile dei
magistrati è una sciagura e va assolutamente abbandonata, un
magistrato sereno è una garanzia per i cittadini". Non usa
mezzi termini il vicepresidente del Consiglio superiore della
Magistratura, Michele Vietti intervistato ad "Agorà" su Rai
Tre. " La vicenda è presentata in modo improprio: se tutti i
professionisti sono responsabili,si sottolinea,lo devono essere
anche i magistrati. Ma il magistrato in ogni decisione dà torto
a qualcuno e questo lo espone ogni volta" conclude Vietti.
DIA
27-GIU-12 10:58

Giustizia/ Vietti: Responsabilità civile toghe sarebbe sciagura
Vice presidente Csm: Proposta legge va abbandonata
Roma, 27 giu. (TMNews) - "La legge sulla responsabilità civile e
diretta dei giudici va assolutamente abbandonata, sarebbe una
sciagura che porta al collasso il sistema". Lo ha detto Michele
Vietti, vicepresidente del Consiglio superiore della
magistratura, intervenendo ad 'Agorà', la trasmissione condotta
da Andrea Vianello, su Rai Tre.
Red/Vep
271105 giu 12

GIUSTIZIA: VIETTI, ELEZIONE DIRETTA DEI MAGISTRATI? DIO CE NE SCAMPI =
Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "Sono favorevole a mantenere
l'obbligatorietà dell'azione penale, ma del tutto contrario
all'elezione diretta dei magistrati. Dio ce ne scampi". Così Michele
Vietti, vice presidente del Consiglio superiore della magistratura,
intervenendo ad Agorà, su Rai Tre.
"Oggi come oggi -ha aggiunto Vietti- non possiamo aumentare il
numero dei magistrati, dobbiamo ottimizzare le risorse. Si deve
procedere a una valutazione e correzione della geografia giudiziaria
che, a oggi, è ancora quella che c'era nell' '800.
"Mi auguro -ha concluso il vice presidnete del Csm- che il
governo eserciti la sua delega e riveda il numero delle circoscrizioni
giudiziarie. Abbiamo bisogno di tribunali di medie dimensioni e di una
forte informatizzazione".
(Sin/Zn/Adnkronos)
27-GIU-12 10:28

GIUSTIZIA. VIETTI: ELEZIONE DIRETTA MAGISTRATI? DIO CE NE SCAMPI
(DIRE) Roma, 27 giu. - "Sono favorevole a mantenere
l'obbligatorietà dell'azione penale, ma del tutto contrario
all'elezione diretta dei magistrati. Dio ce ne scampi". Così
Michele Vietti, vicepresidente del Consiglio superiore della
Magistratura, intervenendo ad Agorà, condotta da Andrea
Vianello, su Rai Tre.
"Oggi come oggi- aggiunge Vietti- non possiamo aumentare il
numero dei magistrati, dobbiamo ottimizzare le risorse. Si deve
procedere a una valutazione e correzione della geografia
giudiziaria che, a oggi, è ancora quella che c'era nell' '800.
Mi auguro che il governo eserciti la sua delega e riveda il
numero delle circoscrizioni giudiziarie. Abbiamo bisogno di
tribunali di medie dimensioni e di una forte informatizzazione".
(Com/Vid/ Dire)
10:37 27-06-12

Giustizia/ Vietti: Elezione diretta magistrati? Dio ce ne scampi
Vice presidente Csm: Non aumentare toghe ma ottimizzare risorse
Roma, 27 giu. (TMNews) - "Sono favorevole a mantenere
l'obbligatorietà dell'azione penale, ma del tutto contrario
all'elezione diretta dei magistrati. Dio ce ne scampi". Lo ha
detto Michele Vietti, vicepresidente del Consiglio superiore
della Magistratura, intervenendo ad Agorà su Rai Tre.
"Oggi come oggi - ha aggiunto Vietti - non possiamo aumentare il
numero dei magistrati, dobbiamo ottimizzare le risorse. Si deve
procedere a una valutazione e correzione della geografia
giudiziaria che, a oggi, è ancora quella che c'era nell"800. Mi
auguro che il governo eserciti la sua delega e riveda il numero
delle circoscrizioni giudiziarie. Abbiamo bisogno di tribunali di
medie dimensioni e di una forte informatizzazione".
Red/Vep
271112 giu 12

MAFIA:TRATTATIVA;VIETTI, QUIRINALE DEVE ATTIVARE CONTROLLI
(ANSA) - ROMA, 27 GIU - "Tra le prerogative del capo dello
Stato c'è quella di attivare i poteri di controllo". Mette
nuovamente i puntini sulle 'i' Michele Vietti, vicepresidente
del Csm intervistato ad Agorà su RaiTre per quanto riguarda
l'intervento del Quirinale nella presunta trattativa tra lo
stato e la Mafia."Ricordo - precisa Vietti - che stiamo
parlando di una telefonata fatta da Nicola Mancino, ex ministro
dell'interno ed ex vicepresidente del Csm al consigliere
giuridico del Quirinale che avrebbe attivato poi, come nelle
prerogative del Colle, un intervento sul procuratore generale
della Cassazione".(ANSA).
DIA
27-GIU-12 10:34

MAFIA: VIETTI, QUIRINALE DEVE ATTIVARE CONTROLLI E VIGILANZA =
Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "Francamente non vedo nessuno
scandalo e ragione di polemica. Napolitano è il presidente del
Consiglio superiore della magistratura e tra le sue prerogative vi è
certamente quello di attivare i poteri di controllo e vigilanza che la
legge attribuisce al procuratore generale della Cassazione". Lo ha
detto il vice presidente del Csm, Michele Vietti, intervendo
ad'Agora", su Rai3, in merito all'intervento del Quirinale nella
presunta trattativa Stato-mafia.
"Ricordo -precisa Vietti- che stiamo parlando di una telefonata
fatta da Nicola Mancino, ex ministro dell'interno ed ex vicepresidente
del Csm al consigliere giuridico del Quirinale che avrebbe attivato
poi, come nelle prerogative del Colle, un intervento sul procuratore
generale della Cassazione".
"Per quanto riguarda l'inchiesta -conclude Vietti- non la
conosco e ovviamente non parlo fino a quando le attività
investigative dei pubblici ministeri troveranno un vaglio da parte di
un giudice che dirà se e quanto sono fondate".
(Sin/Zn/Adnkronos)
27-GIU-12 11:10

GIUSTIZIA: VIETTI, DIVENTI SERVIZIO AI CITTADINI
(ANSA) - ROMA, 27 GIU - "E' vero che il Parlamento si è
occupato molto della giustizia come potere nel rapporto con gli
altri due poteri (esecutivo e legislativo). Spesso si è fatto
un braccio di ferro talora anche molto aspro per fare una sorta
di regolazione dei confini tra politica e giustizia, e ci si è
occupati poco della giustizia come servizio". Cosi Michele
Vietti, vicepresidente del Csm intervistato ad 'Agora su
RaiTre.
"Dobbiamo abbandonare il concetto della giustizia come potere
e adottare quello della giustizia come servizio: questo ci
chiedono i cittadini, che i magistrati intervengano per dire chi
ha torto e chi ha ragione".(ANSA).
DIA
27-GIU-12 10:47

Categorie