Vietti al convegno UNICOST su corruzione

Vietti al convegno UNICOST su corruzione

|

Corruzione/ Vietti: Spero ddl vada in porto, non su binario morto
Meglio legge imperfetta che non fare nulla
Roma, 10 lug. (TMNews) - Il ddl anticorruzione non deve finire su
un binario morto, c'è da sperare che "vada in porto con gli
opportuni aggiustamenti". Lo ha detto il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, intervenuto a un convegno organizzato dalla
corrente dei magistrati Unicost.
Il numero due dell'organo di autogoverno dei magistrati ha messo
in guardia dai rischi di lasciare "sguarnito il fronte
dell'anticorruzione", sottolineando come sia "meglio una legge
imperfetta che non far nulla". "Se la legge dovesse finire su un
binario morto, come paventa qualcuno, ci farebbe una pessima
figura - ha detto Vietti - non solo il governo ma l'intero paese.
Questa legge ce la chiede l'Europa, ce la chiedono le imprese e i
cittadini onesti. Spero vada in porto con gli opportuni
aggiustamenti".
Arc/Ber
102110 lug 12

CORRUZIONE: VIETTI, DDL SU BINARIO MORTO BRUTTA FIGURA PER PAESE =
Roma, 10 lug. (Adnkronos) - Per il contrasto alla corruzione "è
meglio una legge imperfetta piuttosto che nulla e se rimanesse su un
binario morto sarebbe una brutta figura per il governo e per tutto il
Paese". Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio superiore della
magistratura, Michele Vietti, intervenuto a una tavola rotonda
organizata da Unicost riguardo all'ipotesi di un rallentamento dei
lavori parlamentari sul ddl anticorruzione, che, approvato dalla
Camera è all'esame della commissione Giustizia del Senato.
(Coc/Opr/Adnkronos)
10-LUG-12 21:16

DDL CORRUZIONE: VIETTI, MEGLIO LEGGE IMPERFETTA CHE NIENTE
(ANSA) - ROMA, 10 LUG - A proposito del dibattito sul Ddl
corruzione che sembra arenarsi in Parlamento, nel suo intervento
al convegno di Unicost tenutosi oggi a Roma il vicepresidente
del Csm Michele Vietti ha detto di credere che sia "meglio una
legge imperfetta piuttosto che non far nulla".
"Lo stato attuale sulla corruzione - ha affermato - è
talmente imbarazzante davanti all'Europa che se è vero che il
Ddl Corruzione rischia di finire su un binario morto in
Parlamento faremo una pessima figura non solo da parte del
governo (che si è molto speso sul tema) ma anche come popolo
italiano".
Il vicepresidente Vietti ha ribadito la necessità e
l'urgenza di un Ddl sulla corruzione: "non è solo un problema
etico, ma è anche un problema di concorrenza leale e quindi un
problema economico che interessa anche gli imprenditori".
(ANSA).
Y84-SV/ML
10-LUG-12 21:18

Categorie