Vietti in Plenum sul colloquio con Napolitano sulla responsabilità civile dei magistrati

Vietti in Plenum sul colloquio con Napolitano sulla responsabilità civile dei magistrati

|

RESPONSABILITA'CIVILE:VIETTI,'COLLE'VUOLE ESITO EQUILIBRATO
(ANSA) - ROMA, 11 LUG - Il presidente della Repubblica - a
proposito delle proposte di modifica della responsabilità
civile dei magistrati - "auspica che si pervenga, sul punto, a
soluzioni equilibrate, particolarmente meditate e condivise".
Lo ha riferito il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
parlando al plenum di Palazzo dei Marescialli dove ha dato
notizia del contenuto del colloquio avuto il 6 luglio con il
presidente della Repubblica.(ANSA).
NM/TER
11-LUG-12 11:36

RESPONSABILITA'CIVILE:VIETTI,'COLLE'VUOLE ESITO EQUILIBRATO (2)
(ANSA) - ROMA, 11 LUG - "Il presidente della Repubblica mi
ha assicurato - ha aggiunto Vietti - che segue con grande
attenzione il provvedimento all'esame delle Camere di cui
conosce delicatezza e rilevanza e mi ha assicurato, altresì,
che non avrebbe mancato di sollecitare al governo la stessa
attenzione, come ha iniziato a fare fin dal primo pomeriggio del
giorno stesso nel corso dell'udienza concessa al ministro della
Giustizia". Infatti il presidente Giorgio Napolitano, il 6
luglio, ha ricevuto separatamente al Quirinale anche il
Guardasigilli Paola Severino.
Introducendo le notizie del suo incontro con Napolitano,
Vietti ha esordito comunicando che il 6 luglio "conformemente
al mandato ricevuto dal plenum, mi sono recato dal presidente
della Repubblica per rappresentargli le preoccupazioni del
Consiglio superiore della magistratura circa le proposte di
modifica del regime della responsabilità civile dei magistrati,
sulla base della deliberazione a suo tempo assunta dal
Consiglio".(ANSA).
NM/TER
11-LUG-12 11:41

GIUSTIZIA: VIETTI, DA NAPOLITANO AUSPICIO SOLUZIONI EQUILIBRATE SU RESPONSABILITA' =
'NAPOLITANO SEGUE CON GRANDE ATTENZIONE IL PROVVEDIMENTO'
Roma, 11 lug. - (Adnkronos) - Sulla responsabilità civile dei
giudici "il presidente della Repubblica auspica che si pervenga a
soluzioni equilibrate, particolarmente meditate e condivise". Lo ha
detto, in apertura del plenum, il vicepresidente del Consiglio
superiore della magistratura, Michele Vietti, riferendo ai consiglieri
sull'incontro avuto con il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, lo
scorso 6 luglio.
"Conformemente al mandato ricevuto dal plenum -ha spiegato
Vietti- mi sono recato dal presidente della Repubblica per
rappresentargli le preoccupazioni del Consiglio superiore della
magistratura circa le proposte di modifica del regime della
responsbailità civile dei magistrati, sulla base della deliberazione
a suo tempo assunta dal Consiglio".
Napolitano, ha poi sottolineato Vietti, "mi ha assicurato che
segue con grande attenzione il provvedimento all'esame delle Camere,
di cui conosce delicatezza e rilevanza e mi ha assicurato altresì che
non avrebbe mancato di sollecitare al governo la stessa attenzione,
come ha iniziato a fare il giorno stesso nel corso dell'udienza
concessa al ministro della Giustizia".
 (Coc/Ct/Adnkronos)
11-LUG-12 11:38

Giustizia/ Vietti:Napolitano auspica equilibrio su responsabilità
Vicepresidente Csm riferisce di colloquio con capo dello Stato
Roma, 11 lug. (TMNews) - Sulla responsabilità civile diretta dei
magistrati "il presidente della Repubblica auspica che si
pervenga a soluzioni equilibrate, particolarmente meditate e
condivise". In apertura del plenum, il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, ha riferito il contenuto del colloquio avuto il 6
luglio scorso con il capo dello Stato Giorgio Napolitano.
"Conformemente al mandato ricevuto dal plenum - ha spiegato
Vietti - mi sono recato dal presidente della Repubblica per
rappresentargli le preoccupazioni del Consiglio superiore della
magistratura circa le proposte di modifica del regime della
responsabilità civile dei magistrati, sulla base della
deliberazione a suo tempo assunta dal Consiglio".
"Il presidente della Repubblica - ha aggiunto - mi ha assicurato
che segue con grande attenzione il provvedimento all'esame delle
Camere, di cui conosce delicatezza e rilevanza e mi ha assicurato
altresì che non avrebbe mancato di sollecitare al governo la
stessa attenzione, come ha iniziato a fare il giorno stesso nel
corso dell'udienza concessa al ministro della Giustizia".
Arc
111148 lug 12

Categorie