TG1 - Da Napolitano nessun conflitto personale ma solo una richiesta di chiarimento interpretativo. Dal CSM nessun silenzio ma doveroso rispetto

TG1 - Da Napolitano nessun conflitto personale ma solo una richiesta di chiarimento interpretativo. Dal CSM nessun silenzio ma doveroso rispetto

|

BORSELLINO: VIETTI, HA CONTRASTATO MAFIA RISPETTANDO REGOLE
'E SENZA INDULGERE IN SOCIOLOGIA'
(ANSA) - ROMA, 18 LUG - Paolo Borsellino "è stato un
modello di magistrato perchè ha contrastato con grande passione
la criminalità organizzata senza indulgere nella sociologia, ma
rispettando con  grande rigore le regole del processo". Lo ha
detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervistato
dal Tg1. (ANSA).
NE
18-LUG-12 20:20
 
*Mafia/ Vietti: Atto Napolitano doveroso, no conflitto personale
'Ha chiesto chiarimento interpretativo, da Csm doveroso rispetto'
Roma, 18 lug. (TMNews) - Nessun conflitto personale nella
decisione di Giorgio Napolitano di rivolgersi alla Consulta sulle
intercettazioni delle sue conversazioni con Nicola Mancino, ma
solo la richiesta di un chiarimento interpretativo, "doveroso" ai
fini della tutela delle prerogative del Capo dello Stato. Così il
vicepresidente del Csm Michele Vietti, intervistato dal Tg1
durante un viaggio in Argentina.
"Nessun silenzio da parte del Csm ma doveroso rispetto",
chiarisce innanzitututto. E poi spiega: "Il Presidente della
Repubblica ha chiesto alla Corte Costituzionale di sciogliere un
dubbio interpretativo: non ha posto un conflitto di tipo
personale ma ha doverosamente esercitato e tutelato le
prerogative del Presidente della Repubblica. Citando Einaudi, ha
spiegato che non può lasciare dubbi e incertezze ai suoi
successori circa le prerogative della più alta magistratura dello
Stato".
Nell'intervista anche un ricordo di Paolo Borsellino, di cui
domani ricorre l'anniversario dell'uccisione insieme alla sua
scorta: "E' stato un modello di magistrato, perchè ha contrastato
con grande passione la criminalità organizzata senza indulgere
alla sociologia ma rispettando con grande rigore regole e
democrazia del processo".
Rea
182027 lug 12
 
MAFIA: VIETTI, DA CSM NESSUN SILENZIO MA RISPETTO QUIRINALE E CONSULTA =
'NAPOLITANO NON HA POSTO CONFLITTO DI ORDINE PERSONALE MA
RIVENDICATO PREROGATIVE'
Roma, 18 lug. (Adnkronos) - "Dal Csm, nessun silenzio ma
doveroso rispetto". Spiega così la posizione di palazzo dei
Marescialli il vicepresidente del Consiglio superiore della
magistratura Michele Vietti, intervistato dal Tg1 sul conflitto
d'attribuzione dei poteri sollevato alla Consulta dal Quirinale nei
confronti della Procura di Palermo.
"Napolitano - spiega Vietti - ha chiesto alla Corte
Costituzionale di sciogliere un dubbio interpretativo in materia di
intercettazioni; non ha posto un conflitto di ordine personale ma ha
doverosamente rivendicato le prerogative del Presidente della
Repubblica. Citando Einaudi, Napolitano ha detto che non vuol lasciare
ai suoi successori eventuali dubbi o incertezze circa le attribuzioni
della più alta magistratura dello Stato".
Quanto alle dichiarazioni di Rita Borsellino, Vietti tiene a
ricordare che "Paolo Borsellino è stato un modello di magistrato,
perchè ha contrastato con grande passione la criminalità
organizzata, ma lo ha fatto senza indulgere alla sociologia ma
rispettando con grande vigore le regole e le garanzie del processo".
(Bon/Ct/Adnkronos)
18-LUG-12 20:34