Il Comitato di Presidenza sul conflitto di attribuzione sollevato dal Capo dello Stato in materia di intercettazioni

Il Comitato di Presidenza sul conflitto di attribuzione sollevato dal Capo dello Stato in materia di intercettazioni

|

Il Comitato di Presidenza del Consiglio Superiore della Magistratura esprime piena solidarietà al Presidente della Repubblica, oggetto da tempo di attacchi tanto infondati quanto strumentali. Nel dare atto al proprio Presidente della assoluta correttezza dei suoi comportamenti in tutta la vicenda oggetto, ancora di recente, di pretese rivelazioni giornalistiche, il Comitato di Presidenza ricorda in particolare che le conversazioni intercettate non sono nella disponibilità del Capo dello Stato sia perché ancora sottoposte a segreto di indagine che certo non si potrebbe istigare a violare, sia perché oggetto del conflitto di attribuzioni sollevato dinnanzi alla Corte Costituzionale che ne deve decidere liberamente il destino, sia perché la loro riservatezza attiene direttamente alle prerogative istituzionali e non personali del Presidente della Repubblica. Pertanto, ogni appello a divulgare o a consentire la divulgazione delle intercettazioni sarebbe allo stato irricevibile.

Il Vice Presidente del Csm Michele Vietti
Il Primo presidente della Cassazione Ernesto Lupo
Il Procuratore generale della Cassazione Gianfranco Ciani