Vietti a Stresa al convegno "Mercato, istituzioni e democrazia" su politica e giustizia, economia e giustizia

Vietti a Stresa al convegno "Mercato, istituzioni e democrazia" su politica e giustizia, economia e giustizia

|

GIUSTIZIA: VIETTI; SE FUNZIONA, PAESE PIU' COMPETITIVO
(ANSA) - STRESA (VERBANIA), 27 OTT - "La giustizia non è
una variabile indipendente dal sistema economico. Anzi, se noi,
come siamo impegnati a fare riusciamo a far funzionare meglio il
sistema giudiziario avremo dato il nostro contributo alla
crescita del Paese e al recupero di competitività". Lo ha
detto il vicepresidente del Csm Michele Vietti, parlando a
margine di un convegno su "Mercato, istituzioni e democrazia"
organizzato dalla fondazione Iniziativa subalpina a Stresa.
(ANSA).
PL/FLO
27-OTT-12 14:21
 
++ MEDIASET: VIETTI, SENTENZE NON VANNO STRUMENTALIZZATE ++
PRESUNZIONE INNOCENZA VALE ANCHE PER IMPUTATI PIU' NOTI
(ANSA) - STRESA (VERBANIA), 27 OTT - "Le sentenze non vanno
utilizzate nel dibattito politico e tantomeno strumentalizzate a
fini politici. Fortunatamente viviamo in uno Stato di diritto in
cui vige per tutti gli imputati,anche i più noti,la presunzione
di innocenza fino a sentenza definitiva".Cosìil vicepresidente
del Csm, Michele Vietti, commenta la sentenza Mediaset. (ANSA).
PL/FLO
27-OTT-12 14:25
 
MEDIASET/ VIETTI: NO STRUMENTALIZZARE SENTENZE PER FINI POLITICI
VIGE PER TUTTI PRESUNZIONE INNOCENZA FINO SENTENZA DEFINITVA
Stresa, 27 ott. (TMNews) - "Le sentenze non vanno utilizzate nel
dibattito politico e tantomeno strumentalizzate a fini politici".
E' quanto ha affermato il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
commentando la sentenza sui diritti tv Mediaset. "Fortunatamente
viviamo in uno Stato di diritto in cui vige per tutti gli
imputati, anche i più noti, la presunzione di innocenza fino a
sentenza definitiva", ha aggiunto, parlando a margine del
convegno organizzato da Iniziativa Subalpina.
Rar
271435 ott 12
 
BERLUSCONI: VIETTI, NON USARE SENTENZE IN DIBATTITO POLITICO =
(AGI) - Stresa (Verbania), 27 ott. - "Le sentenze non vanno
mai utilizzate nel dibattito politico nè tantomeno
strumentalizzate a fini politici". Lo ha detto il
vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura,
Michele Vietti, a margine dei lavori del convegno "Mercato,
istituzioni e democrazia", organizzato dalla Fondazione
Iniziativa Subapina. "Fortunatamente - ha aggiunto Vietti -
viviamo in uno stato di diritto, in cui vige per tutti gli
imputati, anche i più noti, la presunzione di innocenza fino a
che non intervenga una sentenza definitiva". (AGI)
no1/Cav
271441 OTT 12
 
DIRITTI TV: VIETTI, NON STRUMENTALIZZARE SENTENZE PER FINI POLITICI =
Stresa (Vb), 27 ott. - (Adnkronos) - "Le sentenze non vanno mai
utilizzate nel dibattito politico e tantomeno strumentalizzate a fini
politici. Fortunatamente viviamo in uno stato di diritto in cui vige
per tutti gli imputati, anche i più noti, la presunzione di innocenza
fino a che non interviene una sentenza definitiva". Così il vice
presidente del Csm, Michele Vietti, interpellato a margine del
convegno di Iniziativa Subalpina sulla sentenza a carico dell'ex
premier Silvio Berlusconi.
(Abr/Opr/Adnkronos)
27-OTT-12 14:40
 
BERLUSCONI: VIETTI, VALE LA PRESUNZIONE DI INNOCENZA =
(ASCA) - Stresa (Vb), 27 ott - "Le sentenze non vanno mai
utilizzate nel dibattito politico, e tantomeno
strumentalizzate a fini politici. Fortunatamente viviamo in
uno stato di diritto in cui vige per tutti gli imputati,
anche i più noti la presunzione di innocenza fino a che non
intervenga una sentenza definitiva". Lo ha detto il
vicepresidente del CSM Michele Vietti, a margine del convegno
di Stresa commentando la sentenza sulla compravendita dei
diritti tv che ha condannato Silvio Berlusconi a 4 anni per
frode fiscale.
eg/mar/ss
271446 OTT 12
 
MEDIASET, VIETTI (CSM): LE SENTENZE NON VANNO STRUMENTALIZZATE
Roma, 27 OTT (il Velino/AGV) - Michele Vietti ai
microfoni di Sky TG24 ha commentato la sentenza di condanna a
Silvio Berlusconi chiarendo che "è bene lasciare fuori le
sentenze dal dibattito politico, dalla dialettica politica e
da strumentalizzazioni politiche. Noi viviamo fortunatamente
in uno stato di diritto in cui vige anche per gli imputati
più noti la presunzione di innocenza fino alla sentenza
definitiva". - www.ilvelino.it - (com/chi)
271519 OTT 12
 
GIUSTIZIA: VIETTI, BENE CONTRIBUTO BERLUSCONI SE NON E' DI
CONTRAPPOSIZIONE =
Stresa (Vb), 27 ott. - (Adnkronos) - Ogni contributo ovviamente
è benvenuto purchè si muova nella logica di far funzionare meglio la
giustizia nei confronti dei cittadini e non nella logica della
contrapposiziine di poteri". Così il vice presidente del Csm, Michele
Vietti, a margine di un convegno di Iniziativa Subalpina a chi gli
chiedeva un commento sul ritorno in campo di Silvio Berlusconi con
l'obiettivo di riformare la giustizia.
(Abr/Opr/Adnkronos)
27-OTT-12 18:15
 
GIUSTIZIA: VIETTI, BENE CONTRIBUTO BERLUSCONI SE NON E' DI
CONTRAPPOSIZIONE (2) =
MAGISTOCRAZIA? NON SO COSA SIA
(Adnkronos) - Sottolineando, poi, che la contrapposizione tra i
poteri era "qualcosa che pensavamo di esserci lasciati alle spalle",
Vietti a chi gli chiedeva un commento sulla termine 'magistocrazia'
utilizzato dall'ex premier, Vietti ha concluso: "non so che cosa
sia".
(Abr/Zn/Adnkronos)
27-OTT-12 19:09
 
BERLUSCONI: VIETTI, SU GIUSTIZIA NON CONTRAPPOSIZIONE POTERI =
(AGI) - Stresa (Verbania), 27 ott. - "Ogni contributo
ovviamente è benvenuto, purchè si muova nella logica di far
funzionare meglio la giustizia nei confronti dei cittadini e
non nella logica della contrapposizione tra poteri". Così il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, a margine del convegno
organizzato dalla fondazione "Iniziativa subalpina" a Stresa,
nel verbano, a proposito delle dichiarazioni odierne dell'ex
premier Berlusconi sul tema giustizia. (AGI)
Chc/Roc
271818 OTT 12
 
BERLUSCONI: VIETTI, SU GIUSTIZIA NON CONTRAPPOSIZIONE POTERI (2)=
(AGI) - Stresa (Verbania), 27 ott. - "Contrapposizione tra
poteri - ha aggiunto Vietti - che pensavamo di esserci lasciati
alle spalle".
Quanto poi alla definizione di "magistratoocrazia"
utilizzata da Berlusconi, il vicepresidente del Csm ha
risposto: "questo francamente non so cosa sia". (AGI)
Chc/Pro
271830 OTT 12
 
BERLUSCONI: VIETTI, OGNI CONTRIBUTO E' BENVENUTO
MA NON NELLA LOGICA DELLA CONTRAPPOSIZIONE DEI POTERI
(ANSA) - STRESA (VERBANIA), 27 OTT - "Ogni contributo è
benvenuto, purchè si muova nella logica di far funzionare
meglio la giustizia nei confronti dei cittadini e non della
logica della contrapposizione dei poteri". Così il vice
presidente del Csm, Michele Vietti, risponde a chi gli chiede di
commentare l'annunciato ritorno in campo di Berlusconi con lo
scopo di riformare la giustizia.(ANSA).
PL/BRO
27-OTT-12 18:18
 
BERLUSCONI: VIETTI, OGNI CONTRIBUTO E' BENVENUTO (2)
(ANSA) - STRESA (VERBANIA), 27 OTT - "Una contrapposizione
tra i poteri - ha aggiunto - che pensavamo di esserci lasciati
alle spalle".
E alla richiesta di commentare le parole di Berlusconi,
secondo cui vivremmo in una "magistratocrazia", Vietti ha
replicato: "non so che cosa sia".(ANSA).
PL/SCN
27-OTT-12 18:41
 
GIUSTIZIA/ VIETTI:OK CONTRIBUTO BERLUSCONI MA NO CONTRAPPOSIZIONE
RIFORMA DEVE SERVIRE PER FAR FUNZIONARE MEGLIO IL SISTEMA
Stresa (Vb), 27 ott. (TMNews) - "Ogni contributo ovviamente è
benvenuto purché si muova nella logica di far funzionare meglio
la giustizia nei confronti dei cittadini e non nella logica di
contrapposizione dei poteri". È quanto ha affermato il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, commentando le parole di
Silvio Berlusconi che ha detto di tornare in campo per riformare
il pianeta giustizia.
Rar/Sar
271820 ott 12
 
GIUSTIZIA/ VIETTI: OK CONTRIBUTO BERLUSCONI MA NO... -2-
MAGISTATOCRAZIA? NON SO CHE COSA SIA
Stresa (Vb), 27 ott. (TMNews) - Quanto al fatto che Silvio
Berlusconi ha detto che viviamo in una magistatocrazia, Vietti si
è limitato a replicare: "Non so che cosa sia".
Rar/Sar
271831 ott 12
 
BERLUSCONI: VIETTI, NO A CONTRAPPOSIZIONE POTERI SU GIUSTIZIA (1 UPD) =
(ASCA) - Stresa, 27 ott - "Ogni contributo è benvenuto
purchè si muova nella logica di far funzionare meglio la
giustizia nei confronti dei cittadini e non nella logica
della contrapposizione di poteri che pensavano di esserci
lasciati alle spalle". Lo ha detto il vicepresidente del Csm
Michele Vietti a margine del convegno di Iniziativa subalpina
di Stresa, a proposito della volontà di Silvio Berlusconi,
anche se non da candidato premier, di voler comunque
riformare la giustizia.
Quanto al fatto che Berlusconi ha detto che viviamo in una
magistrocrazia Vietti ha commentato laconicamente "non so
che cosa sia".
eg/mar/ss
271824 OTT 12
 
VIETTI, POLITICA NON FACCIA SCARICABARILE SU MAGISTRATURA
(ANSA) - STRESA (VERBANIA), 27 OTT - "Sogno un Paese normale
in cui la politica faccia la sua parte e la giustizia riesca a
fare la sua": lo ha affermato il vicepresidente del Csm Michele
Vietti nell'intervento di questo pomeriggio a Stresa chiedendo
"una assunzione di responsabilità della politica, che non deve
fare scaricabarile sulla magistratura".
"La politica - ha detto Vietti - ha un atteggiamento
schizofrenico: da un lato lamenta un eccesso di interventismo
della magistratura, dall'altro tutti i giorni in Parlamento
sforna nuove fattispecie criminose che poi approdano nelle
Procure della Repubblica. Ma bisogna che ci mettiamo d'accordo,
o risolviamo una serie di problemi riassumendo in capo alla
politica la responsabilità che le compete oppure non possiamo
poi lamentarci che la soluzione dei problemi debba arrivare
dalla magistratura". (SEGUE).
PL/FLO
27-OTT-12 17:18

VIETTI, POLITICA NON FACCIA SCARICABARILE SU MAGISTRATURA (2)
(ANSA) - STRESA (VERBANIA), 27 OTT - "Quando la politica era
molto forte e si occupava di risolvere i problemi socioeconomici
del Paese - ha aggiunto Vietti - la giustizia faceva certamente
meno notizia. Io sono perché la magistratura non esondi, si
occupi di ciò che deve fare per definizione, cioè distribuire
torti e ragioni ma non occuparsi dei problemi sociali, economici
e tanto meno politici. Ma perché si faccia questo è necessario
che gli ampi poteri dello Stato facciano la loro parte, cioè
che il potere legislativo e quello esecutivo affrontino e
risolvano i problemi".
"E' chiaro - ha detto ancora - che se la politica non assume
iniziative tali da garantire che all'interno delle istituzioni
non alligni il malcostume e l'appropriazione del denaro pubblico
allora non ci si può poi lamentare delle iniziative della
magistratura". (ANSA).
PL/FLO
27-OTT-12 17:20

Categorie