Vietti a Torino al convegno "Giustizia e Impresa" su politica e giustizia, unificazione delle giurisdizioni, mediazione

Vietti a Torino al convegno "Giustizia e Impresa" su politica e giustizia, unificazione delle giurisdizioni, mediazione

|

GIUSTIZIA: VIETTI, CON GOVERNO MONTI CLIMA SI E' RASSERENATO =
NO A BRACCIO DI FERRO CON ALTRI POTERI, RENDIAMO SERVIZIO PIU'
EFFICIENTE, RAPIDO
Torino, 28 ott. (Adnkronos) - "In questo anno di governo Monti
la collaborazione tra il Csm e il ministero della Giustizia è stata
molto intensa, leale e proficua". Lo ha detto il vice presidente del
Csm, Michele Vietti, durante il suo intervento al convegno "Giustizia
e Impresà organizzato dalla Cna a Torino. "Venivamo da una stagione
di forti tensioni e contrapposizioni - ha ricordato Vietti - in cui il
tema all'ordine del giorno era il conflitto tra la politica e la
giustizia e la continua azione di regolamento di confini con le accuse
reciproche di invasione di campo. Debbo dire che questo clima si è
rasserenato nell'ultimo anno".
E "abbiamo forse cominciato a capire - ha aggiunto - che si può
parlare di giustizia non solo e non tanto in termini di
contrapposizione tra i poteri. Certo - ha precisato il vice presidente
del Csm - quello giudiziario è anche un potere, ma forse noi oggi
abbiamo bisogno di parlare di giustizia non solo in termini di potere
quanto in quelli di servizio. Perchè quello giudiziario è un
servizio al cittadino".
Allora, secondo Vietti, "forse anzichè esercitarci nel braccio
di ferro con gli altri poteri, pensiamo a come rendere questo servizio
più efficiente, rapido ed efficace. Il confronto con il governo e il
parlamento in questo ultimo anno è andato fortunatamente in questa
direzione e - ha concluso - qualche passo avanti è stato fatto".
(Ssa/Col/Adnkronos)
28-OTT-12 12:59
 
GOVERNO; VIETTI, CON MONTI POLITICA E GIUSTIZIA RASSERENATE
(ANSA) - TORINO, 28 OTT - "Con il governo Monti il clima tra
politica e giustizia si è rasserenato". Lo ha detto il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervenendo a un
convegno della Cna a Torino.
"In questo anno di governo Monti - ha argomentato Vietti -
la collaborazione tra il Csm e il Ministero della Giustizia è
stata molto intensa, leale e proficua. Venivamo da una stagione
di forti tensioni e contrapposizioni in cui il tema all'ordine
del giorno era il conflitto tra la politica e la giustizia, la
continua azione di regolamento di confini con accuse reciproche
di invasione di campo. Questo clima - ha rimarcato - si è
rasserenato nell'ultimo anno". (ANSA).
YS8-PL
28-OTT-12 13:03
 
GOVERNO; VIETTI, CON MONTI POLITICA E GIUSTIZIA RASSERENATE (2)
(ANSA) - TORINO, 28 OTT - Secondo Vietti, "forse abbiamo
cominciato a capire che si può parlare di giustizia non solo e
non tanto in termini di contrapposizione tra i poteri. Certo -
ha aggiunto - quello giudiziario è un potere ma forse noi oggi
abbiamo bisogno di parlare di giustizia non tanto in termini di
potere quanto in termini di servizio. E quello giudiziario è un
servizio al cittadino".
"Allora, forse - ha detto ancora - anzichè esercitarci
continuamente nel braccio di ferro con gli altri poteri pensiamo
a come rendere questo servizio più efficiente, rapido ed
efficace. Il confronto con il Governo in quest'ultimo anno è
andato fortunatamente in questa direzione. Qualche passo avanti
- ha concluso - è stato fatto". (ANSA).
PL
28-OTT-12 13:10
 
GIUSTIZIA: VIETTI, UNIFICAZIONE GIURISDIZIONI SAREBBE SEMPLIFICAZIONE PER
SISTEMA E CITTADINI =
Torino, 28 ott. - (Adnkronos) - "Penso che un paese moderno ed
efficace dovrebbe innanzitutto unificare le giurisdizioni e riportare
tutte le giustizie sotto un'unica organizzazione". E' quanto ha
sostenuto Michele Vietti, vice presidente del Consiglio superiore
della magistratura, partecipando alla tavola rotonda nell'ambito del
convegno "Giustizia e Impresa", organizzato dalla Cna a Torino.
Vietti ha spiegato che "in questo paese, in cui siamo
specialisti a complicarci la vita, la giustizia amministrativa è
totalmente indipendente rispetto alla giustizia ordinaria, quindi i
giudici amministrativi hanno un proprio sistema organizzativo, non
dipendono dal Csm, a differenza di quelli ordinari, e hanno un proprio
consiglio di riferimento che però non è di rilevanza costituzionale
come il Csm. Dunque rappresentano una delle magistrature speciali
insieme a quella contabile e a quella militare".
Secondo il vice presidente del Csm l'unificazione delle diverse
giurisdizioni che "è un progetto molto ambizioso e complesso che
incontra grandi resistenze", "farebbe bene anche alle altre
amministrazioni giudiziarie". Ma non solo "anche dal punto di vista
del servizio al cittadino un'unificazione delle giurisdizioni sarebbe
un bene - ha evidenziato Vietti - un elemento di semplificazione".
(Ssa/Opr/Adnkronos)
28-OTT-12 14:52
 
GIUSTIZIA: VIETTI, UNIFICARE GIURISDIZIONI SOTTO UNICO ENTE
UNIRE GIUSTIZIA ORDINARIA, AMMINISTRATIVA, CONTABILE E MILITARE
(ANSA) - TORINO, 28 OTT - Unificare le giurisdizioni e
riportare tutte le giustizie, ossia anche quelle amministrativa,
militare e contabile, sotto un'unica organizzazione. E' la
proposta che il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, ha
lanciato da Torino intervenendo a un convegno della Cna. "In
questo Paese in cui siamo specialisti a complicarci la vita - ha
detto Vietti - abbiamo giudici che hanno un proprio sistema
organizzativo, non dipendono dal Csm a differenza di quelli
ordinari e hanno un proprio consiglio di riferimento che però
non è di rilevanza costituzionale come il Csm. Penso che un
Paese moderno dovrebbe riportarli tutti sotto un unico organismo
anche se - ha precisato - si tratta di un progetto molto
ambizioso e complesso che incontra grandi resistenze".
Se si riuscisse a realizzarlo, secondo Vietti "farebbe bene
anche alle altre amministrazioni giudiziarie e sarebbe un bene,
in quanto elemento di semplificazione, anche dal punto di vista
del servizio al cittadino".(ANSA).
YS8-PL
28-OTT-12 15:05
 
GIUSTIZIA: VIETTI, AUMENTARE SISTEMA MEDIAZIONE PER RIDURRE TEMPI
CONTROVERSIE CIVILI =
Torino, 28 ott. (Adnkronos) - Potenziare il sistema della
conciliazione nella risoluzione delle controversie civili. E' la
ricetta di Michele Vietti, vice presidente del Csm, per ridurre i
tempi della giustizia civile. Intervenendo alla tavola rotonda
"Giustizia e Imprese" organizzata dalla Cna a Torino, Vietti ha
spiegato che "in Italia abbiamo la più alta domanda di giustizia
civile d'Europa. Solo la Russia produce più contenzioso civile di noi
che produciamo mediamente tre milioni di processi civili l'anno. Non
c'è bisogno che spieghi perchè la Russia non è paragonabile
all'Italia, ma rispetto al resto d'Europa la nostra è una domanda
assolutamente anomala di giustizia civile".
Questo anche perchè "noi siamo uno strano paese, in cui si
bisticcia volentieri, anche per questioni bagatellari, per beghe di
cortile. E forse un sistema giudiziario così farraginoso come il
nostro, con tre gradi di giudizio in cui anche la bega di cortile va
fino in Cassazione, è un incentivo indiretto a bisticciare. Perchè
se io infilo la mia controversia dentro un sistema giudiziario così
farraginoso - ha argomentato Vietti - allungo talmente tanto il tempo
in cui devo adempiere la mia obbligazione che tutto sommato sono
incentivato a incrementare le cause". (segue)
(ssa/Col/Adnkronos)
28-OTT-12 15:24
 
GIUSTIZIA: VIETTI, AUMENTARE SISTEMA MEDIAZIONE PER RIDURRE TEMPI
CONTROVERSIE CIVILI (2) =
(Adnkronos) - Allora "è possibile - si chiede il vice
presidente del Csm - che ogni controversia debba necessariamente
essere risolta dal giudice? siamo convinti che questi milioni di cause
civili debbano tutte finire nella strettoia del processo civile, che
è rigida e che deve fare i conti con una organizzazione limitata?".
La soluzione secondo Vietti è trovare un canale parallelo a
quello giudiziario in cui far risolvere almeno un certo tipo di
controversia: "dobbiamo incrementare il sistema della conciliazione,
della mediazione, dell'arbitrato e degli arbitri specializzati per
settori" ha indicato Vietti secondo il quale "se ci illudiamo di
continuare a mettere tutto il contenzioso dentro il sistema
giudiziario attuale, è inevitabile che poi i tempi si dilatano
all'infinito".
Si deve puntare "su sistemi alternative di risoluzione delle
controversie. Non è uno scaricabarile del sistema giudiziario - ha
concluso Vietti - è una proposta di razionalizzazione ragionevole".
(ssa/Col/Adnkronos)
28-OTT-12 15:27
 
GIUSTIZIA: VIETTI, PIU' CONCILIAZIONE E MENO PROCESSI CIVILI
VICEPRESIDENTE CSM, STOP A BEGHE CORTILE FINO IN CASSAZIONE
(ANSA) - TORINO, 28 OTT -"Più conciliazione e meno processi
civili". Lo ha chiesto Michele Vietti, vicepresidente del
Consiglio superiore della magistratura intervenendo a Torino a
un convegno promosso dalla Cna su giustizia e imprenditoria.
"In Italia - ha spiegato Vietti - abbiamo la più alta domanda
di giustizia civile in Europa con tre milioni di processi l'
anno. In valore assoluto solo in Russia se ne tengono di più".
"Un sistema giudiziario farraginoso come il nostro, con tre
gradi di giudizio in cui anche la bega di cortile va fino in
Cassazione - ha aggiunto - è un incentivo indiretto a
bisticciare. Serve un altro canale giudiziario in cui far finire
un certo tipo di controversie".
Vietti ha così proposto "un sistema di razionalizzazione
ragionevole" per evitare che ogni tipo di controversia debba
affrontare tre gradi di giudizio. "Dobbiamo incrementare - ha
detto - il sistema della conciliazione, della mediazione,
dell'arbitrato e degli arbitri specializzati per settori".
(ANSA).
YS8-PL
28-OTT-12 15:47

Categorie