Vietti al convegno del CSM sulla shoa e le leggi razziali su legittimo impedimento, MPS

Vietti al convegno del CSM sulla shoa e le leggi razziali su legittimo impedimento, MPS

|

== MEDIASET: CSM, OGGI RIUNIONE VERTICI SU LEGITTIMO IMPEDIMENTO =
(AGI) - Roma, 4 feb. - Il Comitato di presidenza del Csm, nella
riunione straordinaria prevista per oggi, affronterà anche il
tema del legittimo impedimento di Silvio Berlusconi nell'ambito
del processo Mediaset. A renderlo noto è lo stesso
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, a margine di un
convegno a Palazzo dei Marescialli, "non tocca al Csm entrare
nel merito delle singole vicende processuali - ha dichiarato
Vietti - ma ciò non esclude che il Comitato di presidenza
possa valutare e fare le proprie opportune considerazioni". Il
Comitato di presidenza del Csm, come è noto, è composto dal
vicepresidente, dal primo presidente e dal pg di Cassazione,
Ernesto Lupo e Gianfranco Ciani. (AGI)
Oll/Msc
041213 FEB 13

++ MEDIASET: VERTICI CSM AFFRONTANO LEGITTIMO IMPEDIMENTO ++
VIETTI, OGGI COMITATO DI PRESIDENZA STRAORDINARIO
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - Il comitato di presidenza del Csm si
riunirà oggi per discutere, tra le altre cose, anche di
legittimo impedimento. Lo ha detto il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, a margine di un convegno. "Non tocca al Csm
entrare nel merito delle singole vicende processuali, faremo una
valutazione generale della questione" ha detto. (ANSA).
BOS/FV
04-FEB-13 12:11

MEDIASET: VERTICI CSM AFFRONTANO LEGITTIMO IMPEDIMENTO (2)
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - Dopo che la Corte d'appello di Milano
non ha concesso all'ex premier Silvio Berlusconi il legittimo
impedimento nel processo Mediaset, c'è stata una richiesta
d'intervento da parte del Pdl sia al capo dello Stato sia al
Csm. "Non tocca al Csm - ha specificato Vietti - entrare nel
merito delle singole vicende processuali. Il comitato, che si
riunirà oggi in via straordinaria, esaminerà la questione e
valuterà gli episodi". Quanto ad un intervento del Csm "non
ho detto che dobbiamo intervenire, esamineremo il caso". Ne ha
parlato con il capo dello Stato? è stato chiesto a Vietti.
"Ciò di cui parliamo con Napolitano appartiene alla
discrezione per definizione".
Vietti ha anche specificato che oggi anche altre questioni
potrebbero essere affrontate dal comitato di presidenza, cui
partecipano anche il primo presidente della Cassazione e il
procuratore generale della Cassazione.(ANSA).
BOS/FV
04-FEB-13 12:31

MEDIASET: COMITATO PRESIDENZA CSM AFFRONTERA' LEGITTIMO IMPEDIMENTO
Roma, 4 feb. (Adnkronos) - "Non tocca al Csm entrare nel merito
di singole vicende processuali. Il Comitato di rpesidentza, che oggi
si riunisce in seduta straordinaria esaminerà anche questa
questione". Così il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, ha
risposto a una domanda sulla posizione del Consiglio superiore della
amgistratura davanti alle sollecitazioni del Pdl in merito alla
mancata concessione del legittimo impedimento a Silvio Berlusconi al
processo Mediaset.
(Coc/Opr/Adnkronos)
04-FEB-13 12:17

Mediaset/ Vietti: Presidenza Csm anche su legittimo impedimento
"Esaminare non significa intervenire..."
Roma, 4 feb. (TMNews) - "Non tocca certamente al Csm entrare nel
merito di singole vicende processuali": lo ha precisato il
vicepresidente del Csm Michele Vietti, rispondendo alle domande
dei cronisti sulle polemiche sollevate dal Pdl per il legittimo
impedimento negato a Silvio Berlusconi nel processo Mediaset.
"Tuttavia - ha aggiunto Vietti - il comitato di presidenza che
oggi si riunirà in via straordinaria esaminerà anche questa
questione". Alla domanda se il vertice dell'organo di autogoverno
della magistratura abbia ricevuto una richiesta formale o un
esposto sull'argomento, Vietti si è limitato a replicare:
"Leggiamo le agenzie, i giornali, guardiamo la tv... E comunque
esaminare la questione non significa necessariamente che dobbiamo
intervenire".
Bar/Ber
041219 feb 13

== MPS: VIETTI, QUALCHE PM INSEGUE NOTORIETA' =
(AGI) - Roma, 4 feb. - "Qualche iniziativa che ho definito
estemporanea mi sembra più dettata da esigenze di inseguire
notorietà che da un coerente e responsabile esercizio
dell'azione penale". Lo ha detto il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, a margine di un convegno a Palazzo dei
Marescialli, interpellato sulla vicenda Mps. Il riferimento di
Vietti sembra, anche se non dichiarato direttamente, rivolto
alla Procura di Trani. (AGI)
Oll/Msc  (Segue)
041215 FEB 13

MPS: VIETTI, QUALCHE PM INSEGUE NOTORIETA' (2)=
(AGI) - Roma, 4 feb. - "Quando diciamo - ha spiegato il
vicepresidente dell'Organo di autogoverno della Magistratura -
che i magistrati devono ispirare le proprie azioni sempre a un
rigoroso rispetto delle regole, vogliamo fare riferimento anche
regole sulla competenza territoriale, che non è optional, ma
uno dei criteri fondamentali nell'esercizio della
giurisdizione". (AGI)
Oll/Msc
041218 FEB 13

++ MPS: VIETTI, QUALCHE PM INSEGUE NOTORIETA' ++
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - "C'è qualche iniziativa estemporanea
dettata più dall'esigenza di inseguire la notorietà che da un
coerente e responsabile esercizio dell'azione penale". Lo ha
detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, interpellato
sul filone d'inchiesta aperto a Trani su Mps. (ANSA).
BOS/FV
04-FEB-13 12:15

MPS: VIETTI, QUALCHE PM INSEGUE NOTORIETA' (2)
(ANSA) - ROMA, 4 FEB - Attorno all'iniziativa dei pm di Trani
si è sollevata una discussione in relazione alla competenza
territoriale, un punto su cui è intervenuto nei giorni scorsi
anche il procuratore capo di Milano Edmondo Bruti Liberati.
"Quando diciamo - ha detto Vietti - che i magistrati devono
ispirare la propria azione ad un rigoroso rispetto delle regole,
il riferimento è anche alle regole che riguardano la
competenza. La competenza territoriale non è un optional, è
uno dei criteri fondamentali nell'esercizio della
giurisdizione". (ANSA).
BOS/FV
04-FEB-13 12:23

Mps/ Vietti: Trani? Alcuni magistrati inseguono notorietà
"Competenza territoriale criterio fondamentale"
Roma, 4 feb. (TMNews) - Il vicepresidente del Csm Michele Vietti
è tornato questa mattina a bacchettare le Procure che si
contendono le inchieste di maggiore clamore mediatico,
rispondendo alle domande dei cronisti a margine di un convegno
sulla Giornata della memoria. "Quando diciamo che i magistrati
devono ispirarsi sempre a un rigoroso rispetto delle regole - ha
affermato rispondendo a un quesito sull'intervento della Procura
di Trani nella vicenda del Monte dei Paschi di Siena - vogliamo
fare riferimento anche alle regole sulla competenza
territoriale".
"La competenza territoriale - ha ribadito Vietti - non è un
optional ma uno dei criteri fondamentali nell'esercizio della
giurisdizione. Qualche iniziativa che ho definito estemporanea mi
sembra più dettata dall'esigenza di inseguire la notorietà che da
un responsabile esercizio dell'azione penale". A chi gli ha
chiesto di precisare se le sue considerazioni fossero
effettivamente riferibili alla Procura di Trani, il
vicepresidente dell'organo di autogoverno delle toghe ha risposto
scrollando le spalle, sorridendo: "Ognuno può interpretare queste
mie parole...".
Bar/Ber
041220 feb 13

MPS: VIETTI, ALCUNE INIZIATIVE PM DETTATE DA RICERCA NOTORIETA' =
COMPETENZA TERRITORIALE E' CRITERIO FONDAMENTALE
Roma, 4 feb. - (Adnkronos) - "Iniziative estemporanee più
dettata da esigenze di inseguire notorietà che da un coerente e
responsabile esercizio dell'azione penale". Così il vicepresidente
del Consiglio superiore della magistratura, Michele Vietti, ha
risposto ad una domanda sulle polemiche, sollevate dal presidente del
Tribunale di Milano, Edmondo Bruti Liberati, riguardo all'inchiesta
della Procura di Trani sulla vicenda Mps.
Vietti non si è mai riferito direttamente ai magistrati della
Procura pugliese e ad una domanda diretta dei cronisti ha risposto:
"Ognuno può interpretare le mie parole...". "Quando diciamo che i
magistrati devono ispirare la propria azione ad un rigoroso rispetto
delle regole -ha sottolineato il vicepresidente del Csm- vogliamo fare
riferimento anche alle regole che riguardano una rigorosa competenza
territoriale che non è un optional ma uno dei criteri fondanti
nell'esercizio della giurisdizione".
(Coc/Opr/Adnkronos)
04-FEB-13 12:29

SHOAH: VIETTI, BENE LEGGI ITALIA; GUARDARE ANCHE A EUROPA =
(AGI) - Roma, 4 feb. - La legislazione italiana "è certamente
tra le più avanzate per quanto riguarda la lotta alle
discriminazioni e il rispetto di tutte le minoranze", anche se
"qualche aggiustamento delle norme è ancora possibile,
adeguandoci a quelle europee e ai Paesi più virtuosi in
Europa". Lo ha detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
nel corso di un convegno che Palazzo dei Marescialli ha voluto
dedicare al tema della Shoah e delle leggi razziali. (AGI)
Oll/Msc  (Segue)
041442 FEB 13

SHOAH: VIETTI, BENE LEGGI ITALIA; GUARDARE ANCHE A EUROPA (2)=
(AGI) - Roma, 4 feb. - Bisogna "mantenere alta la vigilanza -
ha rilevato Vietti - contro i ricorrenti rigurgiti di
intolleranza, antisemitismo, xenofobia, che mostrano ai nostri
giorni un'allarmante recrudescenza": pur nella "fisiologica e
salutare dialettica politica, comprensibilmente accentuata
dall'attuale competizione elettorale - ha concluso il
vicepresidente del Csm - tutte le forze politiche che andranno
a comporre il prossimo Parlamento della Repubblica saranno
chiamate a difendere questi valori, a preservare le fondamenta
della nostra Repubblica, a custodire e trasmettere il tragico
ricordo di ciò che è stato, e che mai più dovrà accadere.
Un dovere inderogabile, che tutti dovranno rispettare, e il cui
rispetto dovrà essere preteso da tutti". (AGI)
Oll/Msc
041442 FEB 13

Shoah/ Vietti: Leggi italiane avanzate contro discriminazioni
"Qualche aggiustamento è possibile, ispirandoci all'Ue"
Roma, 4 feb. (TMNews) - A giudizio del vicepresidente del Csm
Michele Vietti "la legislazione italiana è certamente tra le più
avanzate per quanto riguarda il rifiuto delle discriminazioni e
il rispetto dei diritti di tutte le minoranze".
Parlando a margine di un convegno sulle leggi razziali e la Shoah
organizzato dall'organo di autogoverno della magistratura, Vietti
ha risposto anche a una domanda sulla condizione dei Rom: "Credo
- ha detto - che la coscienza collettiva del Paese sia molto
maturata quanto a sensibilità nei confronti delle minoranze.
Certamente qualche aggiustamento normativo si potrebbe fare,
anche ispirandosi alla legislazione europea e ai Paesi più
virtuosi in Europa".
(segue)
Bar
041522 feb 13

Shoah/ Vietti: Leggi italiane avanzate contro discriminazioni -2-
"Dialettica politica non offuschi difesa valori memoria"
Roma, 4 feb. (TMNews) - Vietti ha comunque lanciato, nel suo
intervento dal podio del convegno, un appello a "mantenere alta
la vigilanza contro i ricorrenti rigurgiti di intolleranza,
antisemitismo, xenofobia, che mostrano ai nostri giorni
un'allarmante recrudescenza".
Inoltre ha esortato i protagonisti della competizione elettorale
alla difesa della memoria: pur nella "fisiologica e salutare
dialettica politica, comprensibilmente accentuata dall'attuale
competizione elettorale - ha concluso il vicepresidente del Csm -
tutte le forze politiche che andranno a comporre il prossimo
Parlamento della Repubblica saranno chiamate a difendere questi
valori, a preservare le fondamenta della nostra Repubblica, a
custodire e trasmettere il tragico ricordo di ciò che è stato, e
che mai più dovrà accadere. Un dovere inderogabile, che tutti
dovranno rispettare, e il cui rispetto dovrà essere preteso da
tutti".
Bar
041525 feb 13

SHOAH: VIETTI, LEGGI ITALIANE TRA PIU' AVANZATE IN LOTTA A DISCRIMINAZIONI =
'GUARDARE ANCHE A PAESI PIU' VIRTUOSI IN EUROPA'
Roma, 4 feb. (Adnkronos) - "La legislazione italiana è tra le
più avanzate per la lotta alle discriminazioni e per il rispetto di
tutte le minoranze", tuttavia "qualche aggiustamento normativo si
può fare adeguandosi ai paesi più virtuosi in Europa". Lo ha detto
il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Michele
Vietti, in occasione di un Convegno, organizzato dal Csm per la
Giornata della memoria, dedicato a "Giurisdizione e discriminazioni
tra storia e attualità".
Nel suo intervento, Vietti ha poi invitato a "mantenere alta la
vigilanza contro i ricorrenti rigurgiti di intolleranza,
antisemitismo, xenofobia, che mostrano ai nostri giovani un'allarmante
recrudescenza".
"Pur nella fisiologica e salutare dialettica politica,
comprensibilmente accentuata dall'attuale competizione elettorale,
tutte le forze politiche andranno a comporre il prossimo Parlamento
della Repubblica saranno chiamate a difendere questi valori - ha poi
ammonito il vicepresidente del Csm - a preservare le fondamenta della
nostra Repubblica, a custodire e trasmettere il tragico ricordo di
ciò che è stato e che mai più dovrà accadere. Un dovere
inderogabile, che tutti dovranno rispettare, e il cui rispetto dovrà
essere preteso da tutti".
(Coc/Ct/Adnkronos)
04-FEB-13 16:08

Categorie