Vietti sulle reazioni del PDL al dibattito in Plenum sulle dichiarazioni di Berlusconi sulla magistratura

Vietti sulle reazioni del PDL al dibattito in Plenum sulle dichiarazioni di Berlusconi sulla magistratura

|

Il Vice Presidente del CSM ha dichiarato:

“Nella odierna seduta di Plenum - che non ho potuto presiedere per contestuali impegni istituzionali -, sono stati svolti da parte di numerosi consiglieri interventi critici nei confronti delle dichiarazioni dell'onorevole Silvio Berlusconi riferite alla magistratura, il cui tenore aveva obiettivamente ecceduto nei toni e nella sostanza qualsiasi limite al pur legittimo diritto di critica. Si è trattato di espressioni del libero pensiero dei componenti, per altro non riferite ad argomenti all'ordine del giorno né sfociate in una deliberazione. Non si comprendono perciò le reazioni esacerbate di una parte del mondo politico. Esistono indubbiamente problemi da risolvere nel funzionamento del sistema giudiziario, ma esistono anzitutto valori da preservare e ruoli da difendere, che la magistratura incarna in quanto insostituibile presidio di legalità del paese. Le difficili contingenze che stiamo vivendo dovrebbero indurre tutti al rispetto di quella misura e di quella pacatezza che ancora recentemente ha raccomandato il Capo dello Stato”.