Vietti in Plenum sul rientro di Ingroia e in ricordo del giudice Guido Galli

Vietti in Plenum sul rientro di Ingroia e in ricordo del giudice Guido Galli

|

INGROIA: RICOLLOCAMENTO IN RUOLO, CSM PROCEDE D'UFFICIO (3) =
(AGI) - Roma, 20 mar. - A sollevare il 'caso Ingroia' in plenum
questa mattina, è stato il laico del Pdl, Niccolò Zanon: Ingroia
non risulta aver fatto comunicazioni al consiglio, e stamane era
ospite in una trasmissione tv in cui parlava di politica. Il
regolamento prevede che nel caso in cui il magistrato non richieda il
ricollocamento in ruolo, il Csm provveda d'ufficio". Subito, la
risposta del vice presidente del Csm, Michele Vietti: "La terza
commissione ha chiesto l'apertura di una pratica per il
ricollocamento di tutti i magistrati che si trovano fuori ruolo senza
una giustificazione. Il comitato di presidenza, questo pomeriggio,
autorizzerà l'apertura della pratica e la commissione potrà
procedere". Ad occuparsi della vicenda, era stata anche la quarta
commissione competente sulle aspettative elettorali che, dopo la
proclamazione degli eletti in Parlamento, ha inviato gli atti per
competenza alla terza. "Abbiamo fatto una ricognizione - ha detto il
presidente della quarta Commissione, Antonello Racanelli - e l'unico
magistrato candidato non eletto che non avesse chiuso la procedura di
aspettativa è risultato essere Ingroia". "A me basta che Ingroia
scelga - ha aggiunto il laico del Pdl, Bartolomeo Romano - è un suo
diritto ma è anche un suo dovere. Il bon ton avrebbe voluto che
facesse domanda di ricollocamento".
Insomma, la vicenda è intricata: non si esclude anche che
Ingroia possa passare nuovi 'guai' disciplinari per aver continuato a
fare politica dopo la scadenza dell'aspettativa elettorale. L'ex
procuratore aggiunto di Palermo, prima di candidarsi alla guida di
Rivoluzione Civile, era già stato collocato fuori ruolo per svolgere
un incarico Onu in Guatemala. (AGI)
Oll
201235 MAR 13

CSM: INGROIA NON CHIEDE RICOLLOCAMENTO, CONSIGLIO PROCEDERA' D'UFFICIO (2) =
NON POTRA' TORNARE SUBITO A FARE IL PM, COMMISSIONE GLI
PROPORRA' SEDI PER RUOLO GIUDICE
(Adnkronos) - Ingroia non potrà in ogni caso tornare a svolgere
subito il ruolo di pm: la legge prevede infatti il divieto, per 5
anni, di rientro in quelle funzioni. La commissione gli proporrà
dunque, in base alla situazione di scopertura degli organici, i
distretti in cui potrà essere ricollocato in servizio come giudice.
Poi Ingroia potrà essere ascoltato, o rispondere per iscritto, e in
seguito si procederà alla decisione. Anche per il rientro in ruolo
come giudice si pone però un problema di incompatibilità
territoriale, essendosi Ingroia candidato come capolista in tutte le
circoscrizioni. Su questo il Csm procederà a un'interpretazione delle
norme che consenta di risolvere la questione.
Il caso è stato sollevato in apertura del plenum di questa
mattina dal consigliere laico del Pdl, Nicolò Zanon, che ha citato le
dichiarazioni rese nei giorni scorsi dallo stesso Ingroia che diceva
di essere in attesa di una proposta da parte del Csm. "Tutti gli
altri magistrati non eletti hanno adempiuto al dettato della circolare
dell'8 giugno 2009 che prevede la richiesta di essere richiamati in
servizio - ha ricordato Zanon - mentre Ingroia non ha chiesto niente e
continua a parlare di politica".
Gli ha risposto il vicepresidente Michele Vietti, che ha
assicurato che "il comitato di presidenza nella riunione di oggi
pomeriggio autorizzerà l'apertura di una pratica, chiesta dalla terza
commissione, che dunque potrà procedere".
(Coc/Col/Adnkronos)
20-MAR-13 13:09

BERLUSCONI: TOGATI AREA, INCOMMENTABILE RIFERIMENTO A GUIDO GALLI (2) =
(AGI) - Roma, 20 mar. - Carfì, parlando della "vera associazione a
delinquere che fu il terrorismo" contro la quale "la magistratura
italiana pagò in difesa della democrazia un prezzo altissimo", ha
voluto sottolineare che, riferendosi indirettamente alla
dichiarazioni del leader del Pdl dei giorni scorsi che "l'espressione
'associazione a delinquere' richiama alla memoria i momenti più bui
della nostra storia: usiamola solo quando va usata, per favore".
Al ricordo di Guido Galli si sono associati diversi consiglieri e lo
stesso vicepresidente Michele Vietti ha ricordato che "quei momenti
bui della nostra storia hanno dimostrato la capacità di tenuta delle
nostre istituzioni repubblicane. E' un valore da ricordare anche
oggi". (AGI)
Oll
201240 MAR 13

Categorie