Vietti a Torino alla Biennale Democrazia sulla riforma della giustizia e le proposte dei saggi

Vietti a Torino alla Biennale Democrazia sulla riforma della giustizia e le proposte dei saggi

|

GIUSTIZIA: VIETTI, SE NE PUO' PARLARE SENZA UTOPIE MA PERSEGUENDO
OBIETTIVI CONCRETI =
Torino, 12 apr. (Adnkronos) - Secondo Michele Vietti,
vicepresidente del Csm "si può parlare di giustizia senza fare delle
utopie, ma perseguendo degli obiettivi concreti e possibili". Lo ha
detto intervenendo a Torino al dibattito "L'utopia della giustizia"
nell'ambito di Biennale Democrazia.
"Ad esempio - ha aggiunto - non immaginando sempre grandiose e
improbabili riforme di sistema, ma perseguendo obiettivi limitati e
specifici. In questo paese non mi sembra ci siano le condizioni, in
particolare politico-parlamentari in questo momento, per disegnare
nuovi scenari di sistema". "Credo però - ha detto Vietti - che ci
siano degli spazi per fare qualche intervento di manutenzione che
abbia come obiettivo l'accelerazione della risposta di giustizia, che
è il nostro nervo scoperto".
(Ssa/Ct/Adnkronos)
12-APR-13 19:07

GIUSTIZIA: VIETTI, SI PUO' PARLARNE SENZA FARE UTOPIE
AGIRE SU TEMI SPECIFICI, NERVO SCOPERTO TEMPI RISPOSTA GIUSTIZIA
(ANSA) - TORINO, 12 APR - "Proverò a dimostrare che si può
parlare di giustizia senza fare utopie, ma perseguendo degli
obiettivi concreti e possibili": lo ha detto il vicepresidente
del Csm Michele Vietti, intervenuto questa sera a un dibattito
organizzato da Biennale Democrazia sull'Utopia della Giustizia.
"Per esempio - ha spiegato Vietti - lo si può fare non
immaginando sempre grandiosi e improbabili riforme di sistema ma
perseguendo obiettivi limitati e specifici".
"In questo paese - ha aggiunto - non mi sembra che ci siano
le condizioni, in particolare politico-parlamentari per
disegnare nuovi scenari di sistema. Credo però che ci siano gli
spazi per fare qualche intervento di movimentazione che abbia
come obiettivo l'accelerazione della risposta di giustizia, che
è sempre un nervo scoperto". (ANSA).
PL
12-APR-13 19:53
 
CSM: VIETTI, NOTO CON PIACERE SPAZIO DEDICATO DAI SAGGI
(ANSA) - TORINO, 12 APR - "Ho visto con piacere che i saggi
hanno dedicato discreto spazio e notevole attenzione al
Consiglio Superiore della Magistratura. Questo mi conforta
perchè conferma l'importanza di questa istituzione e la
centralità del governo autonomo della magistratura": lo ha
detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, parlando a
margine di un appuntamento presso la Fondazione dell'avvocatura
torinese.
"In particolare per quanto riguarda la proposta di
sostituire i magistrati segretari con funzionari faccio notare
che il Consiglio ha ampiamente dibattuto questo tema confermando
la situazione attuale come coerente con le normative. Ovviamente
il parlamento può assumere delle determinazioni diverse, ma mi
auguro che questo avvenga in un clima di confronto, di dibattito
e di interlocuzione positiva".(ANSA).
PL
12-APR-13 19:09
 
GIUSTIZIA: VIETTI, HO VISTO CON PIACERE SPAZIO DEDICATO DAI SAGGI AL CSM =
Torino, 12 apr. - (Adnkronos ) - "Ho visto con piacere che i
saggi hanno dedicato un discreto spazio e una notevole attenzione al
Csm. Questo mi conforta perchè conferma l'importanza di questa
istituzione e la centralità del governo autonomo della magistratura"
ma "in particolare per quanto riguarda la proposta di sostituire i
magistrati segretari con dei funzionari faccio notare che il Consiglio
ha ampiamente dibattuto questo tema confermando la situazione attuale
come coerente con la normativa". Lo ha detto il vice presidente del
Csm, Michele Vietti, parlando con i cronisti prima del suo intervento
nell'ambito di Biennale Democrazia a Torino.
"Ovviamente - ha aggiunto - il parlamento può assumere delle
determinazioni diverse, ma mi auguro che questo avvenga in un clima di
confronto, di dibattito e di interlocuzione costruttiva". "Vedo poi -
ha rilevato Vietti - che si parla di ritardi del Csm nella copertura
dei posti: voglio ricordare che noi abbiamo 1.300 scoperture
nell'organico e questo determina un'obiettiva difficoltà nella
movimentazione dei magistrati perchè più noi mettiamo posti a
concorso, più agevoliamo lo spostamento dei magistrati dalle sedi
più indesiderate a quelle più desiderate. Con l'effetto che la
coperta resta corta ma rischiamo di scoprire le situazioni più
delicate".
E precisa "se poi, ma questo non è scritto, intendevano
riferirsi agli uffici direttivi, non c'è dubbio che ritardi ci sono
stati, e lo stesso presidente della Repubblica è autorevolmente
intervenuto sul punto, ma non dobbiamo dimenticare che quella della
nomina dei direttivi è un'operazione complessa su cui pure non è
indifferente l'elemento della forte scopertura degli organici".
(Ssa/Ct/Adnkronos)
12-APR-13 19:28
 
GIUSTIZIA: VIETTI, DIFFICOLTA' CON 1.300 ORGANICI SCOPERTI
PIU' POSTI A CONCORSO PIU' SPOSTAMENTO VERSO SEDI DESIDERATE
(ANSA) - TORINO, 12 APR - "Vedo che si parla di ritardi del
Consiglio nella copertura dei posti. Voglio ricordare che noi
abbiamo 1300 scoperture nell'organico e questo determina una
obiettiva difficoltà nella movimentazione dei magistrati": lo
ha detto il vicepresidente del Csm, Michele Vitti, intervenendo
oggi a un convegno torinese, a proposito del lavoro dei saggi.
Vietti ha spiegato che "più noi mettiamo posti a concorso
più agevoliamo lo spostamento dei magistrati dalle sedi più
indesiderate a quelle più desiderate con l'effetto che la
coperta resta corta, ma rischiamo di scoprire le situazioni più
delicate".
"Se poi - ha aggiunto Vietti - intendevano riferirsi agli
uffici direttivi non c'è dubbio che i ritardi ci sono stati. Lo
stesso presidente della Repubblica è autorevolmente intervento
sul punto. Ma non dobbiamo dimenticare che la nomina dei
direttivi è un'operazione complessa su cui pure non è
indifferente l'elemento della forte scopertura degli
organici".(ANSA).
PL
12-APR-13 19:20

Categorie