Vietti alla presentazione del suo libro a Milano su riforma della giustizia, prescrizione, arbitrato, Pietro Maso

Vietti alla presentazione del suo libro a Milano su riforma della giustizia, prescrizione, arbitrato, Pietro Maso

|

GIUSTIZIA: VIETTI, STALLO POLITICA NON RISOLVE PROBLEMI
'MI AUGURO CHE RIFORMA SIA TRA PRIORITA' NUOVO GOVERNO'
(ANSA) - MILANO, 15 APR - "Purtroppo questa situazione di
stallo della politica non contribuisce a risolvere nè i
problemi generali del paese nè i problemi più specifici della
giustizia". Lo ha detto il vice presidente del Csm Michele
Vietti oggi a Milano per un incontro con i vertici degli uffici
giudiziari del distretto della Corte d'appello e per presentare
il suo libro. "Mi auguro che appena il nuovo governo sarà
insediato - ha proseguito - metta tra le sue priorità la
riforma della giustizia".(ANSA).
BRU/LNZ
15-APR-13 13:15
 
GIUSTIZIA: VIETTI, STALLO POLITICA NON RISOLVE PROBLEMI (2)
(ANSA) - MILANO, 15 APR - Vietti ha spiegato a proposito
della necessità di una riforma della giustizia di essere
"profondamente convinto che un sistema giudiziario efficiente
può dare un contributo alla ripresa della competitività del
nostro paese".
Il vice presidente del Csm, che non ha voluto commentare il
conflitto aperto da sempre tra Silvio Berlusconi e i magistrati
milanesi e che è sfociato ancora nella richiesta di
trasferimenti a Brescia dei suoi processi da parte dell'ex
premier, ha detto di essere venuto a Milano per parlare
dell'organizzazione del lavoro dei magistrati del distretto.
"Mi è stato rappresentato - ha proseguito - un problema comune
a quasi tutti gli uffici giudiziari che è quello
dell'insufficienza dell'organico e ho fatto presente che il
ministro ha invitato il Csm a partecipare a un tavolo di lavoro
per ridisegnare gli organici di tutto il paese". Vietti a
questo proposito ha osservato che "ci sono situazioni che
risento di stratificazioni storico-politiche, oggi totalmente
inadeguate rispetto al flusso effettivo delle pendenze e
sopravvenienze giudiziarie. Quindi bisogna porre mano a una
rivisitazione direi non solo globale ma anche radicale di questi
organici". Inoltre ha ricordato che in questo senso sono già
stato proposte modifiche.
(ANSA).
BRU/LNZ
15-APR-13 13:28
 
Giustizia: Vietti, stallo non risolve problemi, spero riforma da governo =
(ASCA) - Milano, 15 apr - "Purtroppo questa situazione di
stallo della politica non contribuisce a risolvere i problemi
generali del Paese nè i problemi specifici della
Giustizia". Questo il commento del vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, sul quadro politico e istituzionale del
Paese.
Vietti, che oggi presenta al Palazzo di Giustizia di
Milano il suo libro intitolato "Facciamo Giustizia", ha
anche auspicato che il nuovo esecutivo metta mano a una
riforma complessiva della giustizia. "Mi auguro - ha detto -
che appena un nuovo governo sarà insediato, metta tra le sue
priorità anche le riforme della Giustizia perchè sono
profondamente convinto che un sistema giudiziario efficiente
può dare un grosso contributo alla ripresa della
competitività di un Paese".
fcz/red
151425 APR 13
 
GOVERNO: VIETTI, RIFORMA GIUSTIZIA TRA PRIORITA' NUOVO ESECUTIVO =
Milano, 15 apr. (Adnkronos) - "Non so se i saggi ci hanno dato
tutte le soluzioni, sicuramente qualche contributo utile. Io spero che
arrivi un governo e che non lasci fuori dalle priorità il tema della
giustizia, anche se finora non ne ho sentito parlare". Così Michele
Vietti, vicepresidente del Csm, interviene a Milano durante la
presentazione del suo libro 'Facciamo giustizia'.
"Credo che a pieno titolo la giustizia faccia parte delle
priorità in un paese in profonda crisi economica. Uscire dalla crisi
vuol dire passare anche attraverso la riforma del sistema
giudiziario", conclude.
(Afe/Lr/Adnkronos)
15-APR-13 17:46
 
GOVERNO: VIETTI (CSM), SPERO PRIORITARIA RIFORMA GIUSTIZIA =
(AGI) - Milano, 15 apr. - Ritiene necessaria una riforma della
giustizia che possa così sostenere la ripresa dalla crisi
economica, il vicepresidente del Csm, Michele Vietti
intervenuto a Milano alla presentazione del suo libro "Facciamo
giustizia". "Non so se i saggi hanno dato tutte le soluzioni -
ha dichiarato durante il suo intervento - sicuramente qualche
contributo l'hanno dato, ma spero che il nuovo governo non
lasci fuori dalle priorità quelle della giustizia anche se
finora non ne ho sentito parlare. Ma penso che l'uscita dalla
crisi passa anche dalla riforma del sistema giudiziario". (AGI)
Apa (Segue)
151811 APR 13
 
GOVERNO: VIETTI (CSM), SPERO PRIORITARIA RIFORMA GIUSTIZIA (2)=
(AGI) - Milano, 15 apr. - Riguardo al rapporto fra la giustizia
e le imprese, il vice presidente del Csm Vietti, ha ammesso lo
scollegamento temporale fra magistratura e cittadini. "Il
problema della giustizia è un problema di sincronizzazione -
ha aggiunto - perchè l'orologio dei nostri palazzi di
giustizia con quelli dei cittadini è sfasato e dunque o lo
rimettiamo a posto o certamente la risposta della giustizia non
sarà adeguata anche in funzione della ripresa della
competitività". (AGI)
Apa
151811 APR 13
 
GOVERNO:VIETTI,PER USCIRE DA CRISI OCCORRE RIFORMA GIUSTIZIA
VICEPRESIDENTE CSM, CREDO SIA PRIORITA' DEL PROSSIMO ESECUTIVO
(ANSA) - MILANO, 15 APR -Per uscire dalla crisi è necessario
anche "passare attraverso la riforma del sistema giustizia".
Lo ha ribadito oggi pomeriggio il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, durante la presentazione del suo libro 'Facciamo
Giustizia' davanti a una platea di magistrati, avvocati e forze
dell'ordine, nell'aula magna del Palazzo di Giustizia di Milano.
Vietti nel concludere il suo intervento ha affermato di sperare
nell'arrivo di "un Governo che non lasci fuori tra le priorità
quella della giustizia. Credo che la sua riforma faccia parte
delle priorità di un Paese in profonda crisi economica".
Il vicepresidente del Csm a questo proposito ha anche detto
di non sapere se "i saggi ci hanno dato tutte le soluzioni,
sicuramente qualche contributo utile".
Tra le varie proposte elencate da Vietti durante l'incontro,
- dove il direttore del Corriere della Sera Ferruccio De Bortoli
ha fatto da mediatore e durante il quale sono intervenuti anche
il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, i presidenti del
Tribunale e della Corte d'Appello Livia Pomodoro e Giovanni
Canzio, il procuratore generale Manlio Minale e il procuratore
della Repubblica Edmondo Bruti Liberati -, Vietti ha rilanciato
una serie di proposte per rendere la macchina della giustizia un
sistema efficiente e 'alleggerito' dai moltissimi contenziosi
che l'hanno "ingolfata". Tra questi avendo l'Italia un'enorme
mole di contenziosi, in Europa seconda solo dopo la Russia, ha
proposto di puntare maggiormente sulla mediazione, la
conciliazione e gli arbitrati nel campo civile e, nel campo
penale, di far in modo che la tutela dei diritti dei cittadini
non passi più solo esclusivamente attraverso il processo. In
sostanza, come ha detto, attraverso una "revisione dell'art. 24
della Costituzione non più tribunalocentrica". Infine, tra
l'altro, Vietti ha ripetuto che bisogna porre mano al sistema
delle impugnazioni e a rivedere il processo redendolo più
simile a quello anglosassone e quindi non più 3 gradi di
giudizio.(ANSA).
BRU/PA6
15-APR-13 18:21
 
Giustizia: Vietti, troppi processi in fumo, prescrizione da ribaltare =
(ASCA) - Milano, 15 apr - In Italia "130 mila processi ogni
anno vanno in fumo" e questo "è un problema serio e grave
per chi ha speso lavoro ed energia". Così il vicepresidente
del Csm, Michele Vietti, sottolinea la necessità di
"ribaltare il concetto di prescrizione".
Una riforma della prescrizione è urgente perchè secondo
il vicepresidente del Csm "il processo non può essere una
gara ad ostacoli dove vince chi arriva ultimo". Perciò, ha
detto ancora Vietti che oggi presenta a Milano il suo libro
dal titolo 'Facciamo giustizia', "quando lo Stato ha
dimostrato la sua volontà di esercitare l'azione penale,
bisogna che la prescrizione cessi di correre".
fcz/cam/bra
151430 APR 13
 
VIETTI, TROPPI PROCESSI IN FUMO VA RIFORMATA PRESCRIZIONE
(ANSA) - MILANO, 15 APR - E' necessario "ribaltare il
concetto di prescrizione" in quanto "il fatto che 130 mila
processi ogni anno vanno in fumo è un problema serio e grave".
Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente del Csm oggi a Milano
per incontrare i vertici degli uffici del distretto della Corte
d'appello milanese e per presentare il suo libro dal titolo
'Facciamo giustizia', rispondendo ad alcune domande dei
giornalisti che gli hanno ricordato come ultimamente l'Italia è
stata richiamata anche dall'Ocse sulla prescrizione, uno dei
primi limiti alla lotta alla corruzione soprattutto
internazionale.
Vietti, nel sostenere dunque che è necessario rivedere la
prescrizione perchè "il processo non può essere una gara ad
ostacoli in cui vince chi arriva ultimo" ha fatto una proposta:
"Quando lo Stato ha dimostrato la sua volontà di esercitare
l'azione penale bisogna che la prescrizione cessi di correre".
Il vicepresidente del Csm ha inoltre definito positivo il lavoro
dei saggi soprattutto per quel che riguarda il loro intervento
sul Consiglio Superiore della Magistratura e, tra l'altro, a chi
gli ha chiesto nuovamente del suo incontro, come è emerso dall'
inchiesto su Finmeccanica con l'ex Ad Giuseppe Orsi, ha
risposto: "Ho già detto a più riprese che è una non notizia
e quindi non vorrei farvi perdere tempo a parlarne". (ANSA).
BRU/MEA
15-APR-13 14:45

MASO: VIETTI; E' STATA RISPETTATA LEGGE, HA SCONTATO LA PENA
(ANSA) - MILANO, 15 APR - "Con tutto il rispetto per
opinioni diverse qui non credo che alcuno si possa lamentare che
non sia stata rispettata la legge". Lo ha detto oggi a Milano
il vicepresidente del Csm Michele Vietti a proposito del fine
pena per Pietro Maso e il suo ritorno in libertà dopo aver
espiato 22 anni di carcere per l'omicidio dei genitori.
Il vicepresidente del Csm ha poi aggiunto che "se il
prossimo Parlamento vorrà fare interventi per rendere la pena
più efficace credo che sarà benvenuto". (ANSA).
BRU/MEA
15-APR-13 14:41
 
GIUSTIZIA: VIETTI, STOP TRIBUNALI INGOLFATI; SOLUZIONE ARBITRATO =
(AGI) - Milano, 15 apr. - Ritiene necessario stabilire riti
alternativi per evitare di aumentare la mole di lavoro per i giudici
togati, il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, intervenuto a
Milano per presentare il suo libro "Facciamo giustizia". "Dobbiamo
cercare di indirizzare l'enorme mole di contenziosi che abbiamo in
Italia, il cui numero è secondo solo a quello della Russia - ha
dichiarato Vietti - verso le soluzioni alternative delle
controversie, come l'arbitrato, le mediazioni obbligatorie e le
conciliazioni". (AGI)
Apa (Segue)
151827 APR 13
 
GIUSTIZIA: VIETTI, STOP TRIBUNALI INGOLFATI; SOLUZIONE ARBITRATO (2)=
(AGI) -Milano, 15 apr. - "I cittadini hanno una fiducia bassa
nella magistratura - ha dichiarato - fra il 35 e il 38% ma se
poi devono decidere di affidare la risoluzione di una
controversia a qualcuno che non sia un togato, è la fine".
Vietti ha poi messo l'accento sullo snellimento dei
procedimenti perchè, afferma, "la soluzione non è aumentare
il numero di magistrati, anche perchè non ci sono risorse.
Quest'anno solo dopo enormi pressioni siamo riusciti a far
assumere i vincitori del concorso del 2012 e in questo clima è
una fantasia vaneggiare di aumentare i magistrati". La
velocizzazione dei processi passa anche, secondo Vietti, dalla
limitazione degli appelli. "Negli Stati Uniti i procedimenti
che arrivano all'organismo che corrisponde alla nostra
Cassazione sono 80 - ha spiegato Vietti - nella nostra
Cassazione ce ne sono 80mila. Vuol dire che c'è qualcosa che
non va". (AGI)
Apa
151827 APR 13
 
GIUSTIZIA: VIETTI, PUNTARE SU MEDIAZIONE PER RIPRESA COMPETITIVITA' =
Milano, 15 apr. - (Adnkronos) - Basta visione "tribunale
centrica" ma puntare sui riti alternati contro la giustizia 'lumaca' e
far "ripartire così la competitività del sistema Paese". E' questa
la ricetta di Michele Vietti, vicepresidente del Csm, che oggi ha
presentato a Milano il suo libro 'Facciamo giustizia'.
"Il problema della giustizia in questo paese è un problema di
sincronizzare gli orologi dei palazzi di giustizia con quello dei
cittadini e delle imprese. O riusciamo a conciliare questi due orario
o la risposta di giustizia non sarà adeguata, anche per la ripresa
della competitività del sistema paese", spiega.
In un "sistema efficiente è fondamentale una risposta
tempestiva del sistema giustizia", ma "non credo che la soluzione sia
nell'aumentare il numero dei magistrati". La risposta "è cercare di
indirizzare enorme mole di contenziosi che questo paese produce, dopo
i russi noi abbiamo il più alto contenzioso in Europa, non possiamo
pensare che finisca tutto in processo. In campo civile occorre
perseguire in modo più coraggioso con la conciliazione, l'arbitrato,
io sono per la mediazione obbligatoria". (segue)
(Afe/Ct/Adnkronos)
15-APR-13 18:30
 
GIUSTIZIA: VIETTI, PUNTARE SU MEDIAZIONE PER RIPRESA COMPETITIVITA' (2) =
(Adnkronos) - Per Vietti serve "un cambiamento della mentalità
per evitare un ingolfamento del sistema. Bisogna iniziare a ragionare
in una visione non più tribunale centrica, poi occorre anche porre
mano al sistema delle impugnazioni".
Le decisioni "devono essere tempestive e prevedibili", e non
rallentate da tre gradi di giudizio. "Se molto non funziona, molto
c'è da cambiare. Basta posizione conservatrice: è normale - si
chiede Vietti- che in Cassazione arrivino 80mila processi l'anno,
mentre il corrispettivo della Corte Usa incamera ogni anno 80
processi?".
(Afe/Lr/Adnkronos)
15-APR-13 18:43

Categorie