Vietti su apertura al CSM di una pratica sul magistrato Francesco Messineo

Vietti su apertura al CSM di una pratica sul magistrato Francesco Messineo

|

MESSINEO: VIETTI, CSM NON PARLA DI COLPE O DOLO =
(AGI) - Roma, 12 giu. - La procedura di trasferimento d'ufficio
per incompatibilità ambientale aperta dal Csm nei confronti
del capo della Procura di Palermo, Francesco Messineo, "non è
un procedimento disciplinare che presuppone colpe o dolo del
magistrato" ma una "procedura amministrativa volta a verificare
che la sua permanenza in un dato ufficio possa risultare
oggettivamente sconsigliata". E' quanto puntualizza il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, in merito al 'caso
Messineo'. (AGI)
Oll/Cog  (Segue)
121627 GIU 13

MESSINEO: VIETTI, CSM NON PARLA DI COLPE O DOLO (2)=
(AGI) - Roma, 12 giu. - "Non si sta parlando di accuse -
osserva Vietti a margine di una conferenza internazionale sull'
Olaf - è una procedura amministrativa alle battute iniziali,
che comporterà la convocazione del magistrato interessato,
anzitutto a garanzia delle sue buone ragioni". Dunque, aggiunge
il numero due di Palazzo dei Marescialli "non anticipiamo un
giudizio e soprattutto ricordiamo che stiamo parlando di una
procedura che mira ad accertare un'incompatibilità
incolpevole. Il Csm ha avviato accertamenti, lasciamolo
lavorare tranquillo". (AGI)
Oll/Cog
121627 GIU 13

CSM: MESSINEO; VIETTI,SU INCHIESTE PALERMO LUCE RESTA ACCESA
(ANSA) - ROMA, 12 GIU - "Mi pare che sulle inchieste la luce
rimanga accesa". Lo ha detto il vice presidente del Csm,
Michele Vietti, rispondendo ai giornalisti che gli hanno
domandato se la procedura avviata nei confronti del procuratore
di Palermo, Francesco Messineo, stenda un'ombra sulle importanti
inchieste condotte da quell'ufficio giudiziario, come quella
sulla presunta trattativa Stato-mafia.(ANSA).
BOS/SCN
12-GIU-13 16:29

CSM:MESSINEO;VIETTI,PROCEDURA AMMINISTRATIVA,NON PER DOLO
(ANSA) - ROMA, 12 GIU - Il procedimento avviato dalla prima
commissione del Csm sul procuratore di Palermo, Francesco
Messineo, "è un procedimento amministrativo, siamo alle
battute iniziali, e comporta la convocazione del magistrato a
garanzia delle sue buone intenzioni: non anticipiamo giudizi".
Lo ha detto il vice presidente del Csm, Michele Vietti, a
margine di un convegno organizzato dall'Olaf, l'organismo
europeo anti frode. "Ricordiamo - ha aggiunto - che parliamo di
una procedura per accertare l'incompatibilità incolpevole, non
è un procedimento disciplinare che presuppone colpa o dolo, ma
una verifica che la permanenza del magistrato in un ufficio
possa risultare sconsigliata".(ANSA).
BOS/SCN
12-GIU-13 16:35

MESSINEO: VIETTI, NESSUNA OMBRA SU INCHIESTE PALERMO =
(AGI) - Roma, 12 giu.  - "Mi sembra proprio che la luce rimanga
accesa". Così il vice presidente del Csm, Michele Vietti, a
margine di una conferenza internazionale sull'Olaf, risponde a
chi gli chiede se, con le pesanti 'accuse'  rivolte da Palazzo
dei Marescialli al capo della Procura di Palermo Francesco
Messineo, vengano gettate delle "ombre" sugli importanti
procedimenti in corso a Palermo, tra cui quello sulla presunta
trattativa Stato-Mafia. (AGI)
Oll/Cog
121636 GIU 13

MAFIA: VIETTI, ACCUSE A MESSINEO? LUCE SU PROCESSI RIMANE ACCESA =
Roma, 12 giu. (Adnkronos) - Sui processi condotti dalla Procura
di Palermo, in particolare su quello dedicato alla presunta trattativa
tra lo Stato e la mafia "la luce rimane accesa". Risponde così il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, a chi gli chiede se le accuse
al procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, che emergono dal
documento con cui la prima commissione del Consiglio ha avviato una
procedura per incompatibilità ambientale a suo carico, non gettino
ombre sui delicati processi di mafia condotti dalla Procura
palermitana.
(Red/Ct/Adnkronos)
12-GIU-13 16:38

GIUSTIZIA: VIETTI, PRATICA CSM SU MESSINEO NON PRESUPPONE COLPA O DOLO =
E' PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO, NON ANTICIPIAMO GIUDIZI
Roma, 12 giu. (Adnkronos) - "Non stiamo parlando di accuse ma si
tratta di un procedimento amministrativo". Lo precisa, rispondendo a
una domanda dei cronisti, il vicepresidente del Consiglio superiore
della magistratura, Michele Vietti, a proposito della procedura per il
trasferimento d'ufficio aperta alla prima commissione del Consiglio a
carico del procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo.
Vietti invita a "non anticipare giudizi" e ricorda che "stiamo
parlando di un procedimento che mira ad accertare una incompatibilità
incolpevole, non è un procedimento disciplinare che presuppone colpa
o dolo, ma serve a verificare se la permanenza in un ufficio risulta
sconsigliata". Il procedimento, sottolinea ancora Vietti, "è alle sue
battute iniziali e comporta la convocazione del magistrato a garanzia
delle sue buone ragioni". Il Csm, ha precisato ancora Vietti, ha
avviato accertamenti secondo le sue procedure.
(Red/Ct/Adnkronos)
12-GIU-13 16:39

Categorie