Vietti al Quirinale presenta al Capo dello Stato il nuovo Codice dell'ordinamento giudiziario

Vietti al Quirinale presenta al Capo dello Stato il nuovo Codice dell'ordinamento giudiziario

|

GIUSTIZIA: VIETTI, CON CODICE ORDINAMENTO COLMATA LACUNA  =
(AGI) - Roma, 18 lug. - "E' stata colmata una lacuna: abbiamo messo
ordine in una, forse fin troppo ampia, giungla di norme
sull'ordinamento. Nessuno così avrà più alibi dicendo: si è fatto
un promemoria di regole per i custodi delle regole". Così il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, parla del nuovo codice
dell'ordinamento giudiziario, da lui redatto assieme a tre magistrati
dell'ufficio studi del Csm, che oggi ha consegnato al presidente
della Repubblica Giorgio Napolitano. (AGI)
Oll (Segue)
181957 LUG 13

GIUSTIZIA: VIETTI, CON CODICE ORDINAMENTO COLMATA LACUNA (2)=
(AGI) - Roma, 18 lug. - "Finora non esisteva un'opera
sistematica - ha detto Vietti - aggiornata con la riforma
dell'ordinamento giudiziario del 2006-2007 e integrata con la
normativa secondaria, fatta di circolari, risoluzione e
risposte a quesiti, prodotta dal Csm". Il Capo dello Stato, ha
riferito Vietti, "ha molto gradito questo omaggio, e ha usato
parole di apprezzamento per il lavoro fatto, mostrando come
sempre grande attenzione e sensibilità per le attività del
Csm. Nella dedica - ha concluso Vietti - ho parlato di 'regole
dei custodi delle regole': la magistratura ha un ruolo
fondamentale, ma nel rispetto delle regole che la riguardano,
ossia quelle dell'ordinamento giudiziario". (AGI)
Oll/Cog
181957 LUG 13

Csm: Vietti, Codice Ordinamento Giudiziario colma lacuna
(v. 'Quirinale: Napolitano riceve Vietti' delle 19.36)
(ANSA) - ROMA, 18 LUG - "Il nuovo Codice dell'Ordinamento
Giudiziario colma una lacuna", si tratta della prima opera
sistematica sulla materia dopo la riforma del 2006-2007. Così il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, che questo pomeriggio ha
fatto omaggio al Presidente della Repubblica, Giorgio
Napolitano, del volume da lui curato assieme ai magistrati
dell'ufficio studi del Consiglio Stefano Erbani, Gabriele
Fiorentino e Fulvio Troncone.
"I magistrati devono svolgere il loro lavoro nel rispetto
delle regole che li riguardano, che è appunto il codice
dell'ordinamento". E il volume, come ha scritto Vietti nella
dedica al Capo dello Stato, rappresenta "le regole dei custodi
delle regole". "Il presidente della Repubblica ha molto
gradito questo omaggio - ha aggiunto Vietti - e ha espresso
parole di apprezzamento, mostrando grande attenzione e
sensibilità per l'attività del Consiglio, che Napolitano
presiede con vigile attenzione". (ANSA).
Y12
18-LUG-13 20:10

GIUSTIZIA: VIETTI, NUOVO CODICE ORDINAMENTO GIUDIZIARIO COLMA LACUNA
'PROMEMORIA DI REGOLE PER CUSTODI DELLE REGOLE'
Roma, 18 lug. (Adnkronos)- "Il nuovo Codice dell'ordinamento
giudiziario colma una lacuna, perchè mancava un'opera sistematica,
aggiornata a dopo la riforma del 2006-2007 e integrata con la
normazione secondaria prodotta dal Csm, fatta di risoluzioni,
circolari e risposte a quesiti". E' quanto sottolinea Michele Vietti,
vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, autore del
Codice insieme con tre magistrati dell'ufficio studi del Csm, Stefano
Erbani, Gabriele Fiorentino e Fulvio Troncone, che oggi ha presentato
il volume al capo dello Stato, Giorgio Napolitano.
"C'era bisogno di mettere ordine nell'ampia giungla della
normativa - spiega Vietti lasciando il Quirinale - per creare una
sorta di promemoria delle regole per i magistrati, che sono i custodi
delle regole". Il presidente Napolitano" ha espresso apprezzamento per
i lavoro compiuto , mostrando attenzione e sensibilità per
l'attività del Consiglio"
(Coc/Ct/Adnkronos)
18-LUG-13 20:34

Categorie