Vietti sul caso dell'espulsione di Alma Shalabayeva

Vietti sul caso dell'espulsione di Alma Shalabayeva

|

SHALABAYEVA: VIETTI, CSM NON E' STATO INVESTITO DAL CASO =
(AGI) - Roma, 18 lug. - Nessun documento riguardante il caso
dell'espulsione di Alma Shalabayeva è stato inoltrato al Csm:
nè un esposto, nè richieste di intervento di qualche tipo. A
riferirlo è il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
interpellato in merito al termine di un incontro che ha avuto
oggi pomeriggio con il Presidente della Repubblica, Giorgio
Napolitano, "Primo ho partecipato a una riunione del comitato
di presidenza - ha detto Vietti ai cronisti - e non c'era
nessun documento su questo caso". Il Csm ha competenza sia
sull'operato della magistratura ordinaria, che su quello del
giudice di pace. Un'apposita commissione l'ottava, si occupa
proprio della magistratura onoraria. Il Guardasigilli, Anna
Maria Cancellieri, ha annunciato ieri di aver incaricato
l'ispettorato di svolgere accertamenti preliminari sulla
mancata informazione al giudice di pace che ha convalidato
l'espulsione dell'esistenza di due passaporti validi in
possesso di Alma Shalabayeva. (AGI)
Oll/Dib
181944 LUG 13

Ablyazov: Vietti, Csm non investito dal caso
(ANSA) - ROMA, 18 LUG - Il Consiglio Superiore della
Magistratura al momento non è stato investito dal caso
dell'espulsione della moglie del dissidente kazako Muktar
Ablyazov. "Al Csm non è arrivato niente", ha detto il vice
presidente, Michele Vietti, che questo pomeriggio ha incontrato
il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano.
All'Ufficio di presidenza, presieduto oggi da Vietti, non è
arrivato alcun documento o esposto riguardo al caso. (ANSA).
Y12-SV/SCN
18-LUG-13 19:50

KAZAKHSTAN: VIETTI, PER ORA CSM NON INVESTITO DEL CASO =
NESSUN DOCUMENTO NE' ESPOSTO
Roma, 18 lug. (Adnkronos) - Il Consiglio superiore della
magistratura, ad oggi, non è stato investito in alcun modo del caso
dell'espulsione dall'Italia di Alma Shalabayeva e della figlia. Lo ha
detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, lasciando il
Quirinale dove ha presentato al Capo dello Stato, Giorgio Napolitano,
il nuovo Codice dell'ordinamento giudiziario. "Oggi c'è stato un
ufficio di presidenza -ha risposto Vietti a una domanda dei cronisti-
non è arrivato nessun documento nè esposto sulla vicenda".
Un giudice di pace ha infatti firmato il decreto di espulsione
della moglie del dissidente kazako, e il ministro della Giustizia ha
annunciato ieri di avere incaricato un'ispezione sul suo operato, e il
Csm ha competenza anche sul lavoro dei giudici di pace.
(Coc/Ct/Adnkronos)
18-LUG-13 19:53

Categorie