Vietti a Cuneo sulla riforma della geografia giudiziaria

Vietti a Cuneo sulla riforma della geografia giudiziaria

|

Taglio tribunali:Vietti,aggiustamenti,ma no tornare indietro
(ANSA) - CUNEO, 30 SET - Sulla riforma della geografia
giudiziaria è "impossibile tornare indietro", anche se "strada
facendo potrebbe necessitare di opportuni aggiustamenti". Lo ha
detto questa sera a Cuneo il vicepresidente del Csm, Michele
Vietti, in visita agli uffici giudiziari.
La riforma - che prevede l'accorpamento a Cuneo dei tribunali
di Saluzzo e Mondovì -  è stata criticata dal presidente del
Tribunale e dal procuratore Capo della Repubblica, Paolo Perlo e
Francesca Nanni. Critiche anche dai presidenti degli ordini
degli avvocati di Cuneo, Saluzzo e Mondovì, per una riforma -
hanno detto - che "non solo non ottiene risparmi ed efficienza,
ma rischia di essere pagare in termini di costi e lungaggini".
Il vicepresidente del Csm ha replicato che "è prematuro fare
bilanci su una riforma entrata in vigore da quindici giorni",
definendo inaccettabile la logica del "mors tua vita mea" per
salvare una sede a scapito di un'altra. (ANSA).
S05-GTT
30-SET-13 20:12

Categorie