Vietti all'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014: "Orgogliosi della qualità dei nostri magistrati"

Vietti all'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014: "Orgogliosi della qualità dei nostri magistrati"

|

Anno giudiziario: Vietti,orgogliosi toghe che Europa ci invidia =
(AGI) - Roma, 24 gen. - "Siamo orgogliosi di loro, del loro
impegno e della loro qualità che ci sono invidati in tutta
Europa". A dirlo è il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
riferendosi alla magistratura italiana. "A queste donne e a
questi uomini, sottoposti a pressioni personali e collettive
enormi - ha detto Vietti nel suo intervento per l'anno
giudiziario - va la nostra riconoscenza e il nostro
ringraziamento in questo giorno che è un pò la loro festa".
(AGI)
Oll/Roc
241134 GEN 14

Anno giudiziario: Vietti, orgogliosi di qualità nostre toghe
Su di loro pressioni enormi, loro impegno invidiato da Europa
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - I magistrati sono "sottoposti a
pressioni personali e collettive enormi"; a loro "va la nostra
riconoscenza e il nostro ringraziamento in questo giorno che è
un pò la loro 'festa'". A esprimere gratitudine alle toghe è il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, nel suo intervento
all'inaugurazione dell'Anno giudiziario. "Siamo orgogliosi di
loro, del loro impegno e della loro qualità che ci sono
invidiati in tutta Europa", aggiunge il numero due di Palazzo
dei Marescialli.(ANSA).
FH/IMP
24-GEN-14 11:40

ANNO GIUDIZIARIO: VIETTI, LE NOSTRE TOGHE INVIDIATE DALL'EUROPA =
IL VICEPRESIDENTE DEL CSM, IL GIUDICE NON DEVE PERDERE IL 'FILO
DI ARIANNA
Roma, 24 gen. (Adnkronos) - Sulle riforme in materia di
giustizia si e' fatto ancora troppo poco, secondo il vicepresidente
del Csm, Michele Vietti durante l'inaugurazione per l'anno giudiziario
in Cassazione, dove ricorda quelle che sono le riforme tanto
menzionate come la depenalizzazione, decarcerizzazione, modifica del
sistema delle impugnazioni e del regime della prescrizione, processo
telematico, risoluzione alternativa delle controversie.
Orgogliosi delle nostre toghe "del loro impegno e della loro
qualità che ci è invidata in tutta Europa". Dice Vietti, riferendosi
alla magistratura italiana, alle "donne e uomini, sottoposti a
pressioni personali e collettive enormi", a loro "va la nostra
riconoscenza e il nostro ringraziamento in questo giorno che è un pò
la loro festa".
Parlando della "macchina" della giustizia Vietti dice che "non
servono solisti", "il giudice non deve perdere il 'filo di Arianna'
della professionalità - dice il vicepresidente del Csm - che, sola,
può dargli l'autorevolezza necessaria all'esercizio della sua
delicata funzione evitando di farlo smarrire nella ricerca di
un'improbabile legittimazione alternativa che passi dal consenso o di
farlo illudere di poter spiccare un volo senza responsabilità che,
portandolo troppo vicino al sole, lo perda nella tentazione
dell'autoreferenzialità".
(Red/Ct/Adnkronos)
24-GEN-14 13:33

Anno giudiziario: Vietti, troppo detto e poco fatto =
(AGI) - Roma, 24 gen. - Sulle riforme in materia di giustizia
"tropo si è detto e poco si è fatto". A rilevarlo è il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, durante l'inaugurazione
per l'anno giudiziario in Cassazione. Vietti ha ricordato il
"catalogo delle riforme oggetto di evocazione tanto ricorrente
quanto rituale: depenalizzazione, decarcerizzazione, modifica
del sistema delle impugnazioni e del regime della prescrizione,
processo telematico, risoluzione alternativa delle
controversie". (AGI)
Oll/Roc
241134 GEN 14

Anno giudiziario:Vietti,su riforme troppo detto e poco fatto
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Sulle riforme necessarie alla
giustizia "troppo si è detto e poco si è fatto". Il richiamo
arriva dal vicepresidente del Csm, Michele Vietti, nel suo
intervento all'inaugurazione dell'Anno giudiziario. Vietti parla
di riforme "oggetto di evocazione tanto ricorrente quanto
rituale" e si riferisce esplicitamente alla depenalizzazione,
alla de-carcerizzazione, alla modifica del sistema delle
impugnazioni e del regime della prescrizione, al processo
telematico e alla risoluzione alternativa delle controversie.
FH/IMP
24-GEN-14 11:34

Anno giudiziario: Vietti, no a 'solisti' tra magistrati =
(AGI) - Roma, 24 gen. - "Alla giustizia non servono solisti, i
cui virtuosismi rischiano di non ottenere l'applauso cercato
per via delle 'stecche impreviste'". E' quanto ha sottolineato
il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, parlando della
"macchina organizzativa" della giustizia. "Il giudice non deve
perdere il 'filo di Arianna' della professionalità - ha
rilevato Vietti - che, sola, può dargli l'autorevolezza
necessaria all'esercizio della sua delicata funzione evitando
di farlo smarrire nella ricerca di un'improbabile
legittimazione alternativa che passi dal consenso o di farlo
illudere di poter spiccare un volo senza responsabilità che,
portandolo troppo vicino al sole, lo perda nella tentazione
dell'autoreferenzialità". (AGI)
Oll/Roc
241135 GEN 14

Anno giudiziario:Vietti,alla giustizia non servono i solisti
Le sentenze sono credibili se fondate sul buonsenso
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - "Alla giustizia non servono solisti,
i cui virtuosismi rischiano di non ottenere l'applauso cercato
per via delle 'stecche impreviste'". Nel suo intervento
all'inaugurazione dell'Anno giudiziario il vicepresidente del
Csm, Michele Vietti, sottolinea come per il funzionamento della
macchina giudiziaria serva un impegno corale e avverte i
magistrati di non cadere "nella tentazione
dell'autoreferenzialità". E dice che le sentenze sono credibili
quando sono fondate su "buonsenso ed equilibrio".(SEGUE).
FH/IMP
24-GEN-14 11:46

Anno giudiziario:Vietti,alla giustizia non servono i solisti (2)
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Per Vietti la giustizia ha bisogno di
"coristi in grado di seguire uno spartito che produca una
polifonica armonia. Solo questa può garantire quella
tempestività e prevedibilità della risposta giudiziaria che
connotano un servizio affidabile e tranquillizzante per i
cittadini e in particolare per gli operatori economici e non una
lotteria a cui ricorrere per trovare una insperata scappatoia ai
propri inadempimenti".
"Il giudice non deve perdere - ammonisce Vietti - il filo
d'Arianna della professionalità"; solo questa può "dargli
l'autorevolezza necessaria all'esercizio della sua delicata
funzione, evitando di farlo smarrire nella ricerca di
un'improbabile legittimazione alternativa che passi dal
consenso".(ANSA).
FH/IMP
24-GEN-14 11:55

Anno giudiziario: Vietti, ingiusta sentenza che arriva dopo anni =
(AGI) - Roma, 24 gen. - "Una sentenza che intervenga quando
ormai sono trascorsi anni dal fatto equivale ad una sentenza
comunque ingiusta". Questa la posizione del vicepresidente del
Csm, Michele Vietti, intervenuto all'anno giudiziario in
Cassazione. (AGI)
Oll/Roc
241137 GEN 14

ANNO GIUDIZIARIO: VIETTI, SENTENZA TARDIVA COMUNQUE INGIUSTA =
Roma, 24 gen. (Adnkronos) - Se una sentenza arriva "quando ormai
sono trascorsi anni dal fatto, equivale ad una sentenza comunque
ingiusta". Lo afferma il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, nel
suo intervento per all'anno giudiziario in Cassazione.
(Red/Ct/Adnkronos)
24-GEN-14 13:32

Carceri: Vietti, Parlamento rifletta su indulto =
(AGI) - Roma, 24 gen. - "Il Parlamento rifletta sull'indulto".
L'auspicio è del vicepresidente del Csm, Michele Vietti, per
il quale, però, l'indulto "non è l'unica strada da
percorrere" per risolvere il problema del sovraffollamento
carcerario. "La legislazione attuale - ha sottolineato Vietti -
è 'carcerocentrica' e dunque serve anche una coraggiosa
depenalizzazione per far sì che si arrivi a pene alternative
alla detenzione in carcere". (AGI)
Cop
241302 GEN 14

Anno giudiziario: Vietti, indulto non è unica strada
(v. Santacroce, indulto è unica soluzione... delle 9.32)
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - "Certamente il Parlamento dovrà
riflettere sull'indulto, ma non credo che sia l'unica strada da
percorrere". Così il vicepresidente del Csm, Michele Vietti,
commenta l'apertura sull'indulto del primo presidente della
Cassazione Giorgio Santacroce.
"Abbiamo una legislazione penale carcero-centrica; bisogna
mettere mano - auspica Vietti - a pene alternative al carcere".
(ANSA).
FH/MB
24-GEN-14 13:02

Anno giudiziario: Vietti, politica scriva bene regole =
(AGI) - Roma, 24 gen. - "Oggi è un giorno di festa per la
magistratura e i magistrati. Ed è bene lasciare da parte le
polemiche, ormai diventate, per la verità, un pò stantie".
Interpellato sui recenti attacchi rivolti alle toghe da Silvio
Berlusconi, il vicepresidente del Csm, Michele Vietti invita
"ciascuno a fare la propria parte. La magistratura sta cercando
di fare il suo lavoro e non mancano segni di miglioramento, per
impegno, professionalità e autorevolezza. La politica faccia
il suo mestiere, scriva le regole e possibilmente le scriva
bene". (AGI)
Cop
241303 GEN 14

++ Ruby ter: Vietti, basta polemiche stantie ++
Ciascuno faccia sua parte, la magistratura e la politica
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - "Bisogna lasciar da parte polemiche
che mi sembrano stantie". Così il vicepresidente del Csm,
Michele Vietti, risponde a chi gli chiede di commentare gli
attacchi di ieri alla magistratura di Silvio Berlusconi.
"Ciascuno faccia la sua parte - dice Vietti - la magistratura
sta facendo il proprio lavoro, la politica scriva le regole".
FH/MB
24-GEN-14 13:00

Mafia: Vietti, solidale con il pm Di Matteo =
(AGI) - Roma, 24 gen. - "Sono talmente solidale con il pm Di
Matteo da avere guidato una delegazione di consiglieri a
Palermo per toccare con mano la realtà di quei magistrati
oggetto di minacce e intimidazioni ed esprimere loro
solidarietà e vicinanza". Lo ha detto il vicepresidente del
Csm, Michele Vietti, a chi gli chiedeva un commento sul caso di
Di Matteo, il magistrato minacciato di morte dal boss di Cosa
Nostra Toto Riina. (AGI)
Cop
241319 GEN 14

Categorie