Vietti all’inaugurazione dei corsi 2014 della Scuola superiore della magistratura su lentezza della giustizia, credibilità e competenze economiche dei magistrati, rapporti politica-magistratura, presidenza della Compagnia San Paolo

Vietti all’inaugurazione dei corsi 2014 della Scuola superiore della magistratura su lentezza della giustizia, credibilità e competenze economiche dei magistrati, rapporti politica-magistratura, presidenza della Compagnia San Paolo

|

Giustizia: Vietti, sentenza in ritardo è sempre ingiusta
(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - "Una sentenza che intervenga
quando ormai sono trascorsi anni dal fatto equivale ad una
sentenza comunque ingiusta". Lo ha affermato Michele Vietti,
vicepresidente del Csm, intervenendo alla cerimonia di apertura
dell'Anno formativo 2014 della Scuola superiore della
Magistratura a Scandicci (Firenze).
"La credibilità - ha spiegato Vietti - nasce anche dalla
'contemporaneita del fatto sul quale si interviene rispetto
all'atto del giudice o del Pubblico Ministero. La
'contemporaneita va intesa, innanzitutto, come tempestività
dell'intervento rispetto al caso della vita, che è il fondamento
minimo dell'azione giurisdizionale".(ANSA).
YAD-GRO
27-GEN-14 14:41

GIUSTIZIA: VIETTI, SENTENZA IN RITARDO E' COMUNQUE INGIUSTA =
Scandicci (Firenze), 27 gen. - (Adnkronos) - "Una sentenza che
intervenga quando ormai sono trascorsi anni dal fatto equivale ad una
sentenza comunque ingiusta". Lo ha detto Michele Vietti,
vicepresidente del Csm, intervenendo alla cerimonia di apertura
dell'anno formativo 2014 della Scuola superiore della Magistratura a
Villa Castelpulci a Scandicci (Firenze).
"La credibilità - ha affermato Vietti - nasce anche dalla
'contemporaneita del fatto sul quale si interviene rispetto all'atto
del giudice o del pubblico ministero. La 'contemporaneita va intesa,
innanzitutto, come tempestività dell'intervento rispetto al caso
della vita, che è il fondamento minimo dell'azione giurisdizionale".
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 14:49

== Giustizia: Vietti, sentenza in ritardo è sempre ingiusta =
(AGI) - Firenze, 27 gen. - "Una sentenza che intervenga quando
ormai sono trascorsi anni dal fatto equivale ad una sentenza
comunque ingiusta". Così Michele Vietti, vicepresidente del
Csm, parlando nel corso della cerimonia di apertura dell'Anno
formativo della Scuola superiore della Magistratura. "La
credibilità - ha aggiunto Vietti - nasce anche dalla
contemporaneità del fatto sul quale si interviene rispetto
all'atto del giudice o del pubblico ministero, intesa come
tempestività dell'intervento rispetto al caso della vita, che
è il fondamento minimo dell'azione giurisdizionale".(AGI)
Fi1/Mav
271457 GEN 14

Vietti: sentenza dopo anni è ingiusta, credibilità è anima toga
Magistrato credibile se indipendente e responsabile
Firenze, 27 gen. (TMNews) - "Una sentenza che intervenga quando
ormai sono trascorsi anni dal fatto equivale ad una sentenza
comunque ingiusta". Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente
del Csm, che è intervenuto stamani alla cerimonia di apertura
dell'anno formativo 2014 della Scuola superiore della
magistratura a Scandicci (Firenze).
"Solo un magistrato indipendente, autonomo, responsabile, sobrio,
riservato, terzo, osservante della legge e suo scrupoloso
interprete - ha aggiunto - è un magistrato credibile. Occorre
tutto ciò: ma non basta ancora". Per Vietti i capisaldi della
professione devono "essere compendiati e saldamente fondati su
una parola che trovo raramente usata ma che, ai miei occhi, è
l'anima e il sostegno della toga: la credibilità".
Xfi
271506 gen 14

Giustizia: Vietti, credibilità è anima e sostegno della toga =
(AGI) - Firenze, 27 gen - I valori di indipendenza, di
autonomia, di responsabilità, di sobrietà, di riserbo, di
terzietà, di legalità come valori guida della magistratura
"mi pare debbano essere compendiati e saldamente fondati su una
parola che trovo raramente usata ma che, ai miei occhi, è
l'anima e il sostegno della toga: la credibilità". Lo ha detto
il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, parlando nel corso
della cerimonia per l'inaugurazione dei corsi della Scuola
Superiore della Magistratura a Castelpulci. "Solo un Magistrato
indipendente, autonomo, responsabile, sobrio, riservato, terzo,
osservante della legge e suo scrupoloso interprete - ha
concluso Vietti - è un Magistrato credibile. Occorre tutto
ciò: ma non basta ancora". (AGI)
Fi1/Mav
271444 GEN 14

GIUSTIZIA: VIETTI, CREDIBILITA' ANIMA E SOSTEGNO MAGISTRATURA =
Firenze, 27 gen. - (Adnkronos) - I valori di indipendenza, di
autonomia, di responsabilità, di sobrietà, di riserbo, di terzietà,
di legalità come valori guida della magistratura "mi pare debbano
essere compendiati e saldamente fondati su una parola che trovo
raramente usata ma che, ai miei occhi, è l'anima e il sostegno della
toga: la credibilità". Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente del
Csm, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell'anno formativo
2014 della Scuola Superiore della Magistratura a Villa Castelpulci a
Scandicci (Firenze), alla presenza del ministro della Giustizia,
Annamaria Cancellieri, e del presidente della Corte costituzionale,
Gaetano Silvestri.
"Solo un magistrato indipendente, autonomo, responsabile,
sobrio, riservato, terzo, osservante della legge e suo scrupoloso
interprete è un Magistrato credibile. Occorre tutto ciò: ma non
basta ancora", ha aggiunto Vietti.
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 14:47

Giustizia: Vietti, credibilità è anima e sostegno toga
(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - I valori di indipendenza, di
autonomia, di responsabilità, di sobrietà, di riserbo, di
terzietà, di legalità come valori guida della magistratura "mi
pare debbano essere compendiati e saldamente fondati su una
parola che trovo raramente usata ma che, ai miei occhi, è
l'anima e il sostegno della toga: la credibilità". Lo ha detto
il vicepresidente del Csm Michele Vietti oggi nel suo intervento
alla cerimonia per l'inaugurazione dei corsi della Scuola
Superiore della Magistratura a Castelpulci.
"Solo un magistrato indipendente, autonomo, responsabile,
sobrio, riservato, terzo, osservante della legge e suo
scrupoloso interprete è un magistrato credibile. Occorre tutto
ciò: ma non basta ancora", ha aggiunto Vietti. (ANSA).
GRO-YAD/SPO
27-GEN-14 14:47

GIUSTIZIA: VIETTI, CREDIBILITA' MAGISTRATI MINATA DA RICERCA NOTORIETA' =
Firenze, 27 gen. - (Adnkronos) - La credibilità del magistrato
è "minata nelle occasioni in cui, di fronte a consolidati
orientamenti giurisprudenziali, il giudice sceglie una strada diversa,
dando corpo alla opinione di ricercare più notorietà che giustizia;
oppure quando sceglie soluzioni che privilegiano interpretazioni
formalistiche del processo, che impediscono di giungere a vagli di
merito, come per esempio accade in materia di impugnazioni". Lo ha
detto il vicepresidente del Csm Michele Vietti oggi nel suo intervento
alla cerimonia per l'inaugurazione dell'anno formativo 2014 della
Scuola Superiore della Magistratura a Villa Castelpulci a Scandicci
(Firenze).
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 14:48

Giustizia:Vietti,no credibile quando giudice sceglie altra strada =
(AGI) - Firenze, 27 gen. - "La credibilità del magistrato è
minata nelle occasioni in cui, di fronte a consolidati
orientamenti giurisprudenziali, il giudice sceglie una strada
diversa, dando corpo alla opinione di ricercare più notorietà
che giustizia". Lo ha detto il vicepresidente del Csm, Michele
Vietti, parlando nel corso della cerimonia per l'inaugurazione
dei corsi della Scuola Superiore della Magistratura. "Oppure -
ha proseguito Vietti riferendosi sempre alla credibilità del
magistrato minata - quando sceglie soluzioni che privilegiano
interpretazioni formalistiche del processo, che impediscono di
giungere a vagli di merito, come per esempio accade in materia
di impugnazioni". (AGI)
Fi1/Mav
271449 GEN 14

Giustizia: Vietti, ricerca notorietà mina credibilità toghe
(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - La credibilità del magistrato "è
minata nelle occasioni in cui, di fronte a consolidati
orientamenti giurisprudenziali, il giudice sceglie una strada
diversa, dando corpo alla opinione di ricercare più notorietà
che giustizia; oppure quando sceglie soluzioni che privilegiano
interpretazioni formalistiche del processo, che impediscono di
giungere a vagli di merito, come per esempio accade in materia
di impugnazioni". Così il vicepresidente del Csm Michele Vietti
all'inaugurazione dei corsi della Scuola Superiore Magistratura.
(ANSA).
GRO-YAD/SPO
27-GEN-14 14:51

Giustizia: Vietti, magistrati acquistino competenze economia
(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - "Un magistrato che conosca tutto
del diritto romano e nulla del diritto finanziario non è solo
ignorante: può essere pericoloso". Lo ha affermato Michele
Vietti, vicepresidente del Csm, intervenendo alla cerimonia di
apertura dell'Anno formativo 2014 della Scuola superiore della
Magistratura a Scandicci (Firenze).
Secondo Vietti "un giudice può giudicare se conosce il
proprio mondo, ne comprende le dinamiche, non è estraneo alle
sue prospettive e ai suoi percorsi di sviluppo", per cui deve
acquisire "conoscenza di mondi che non appartengono alla
conoscenza richiesta per entrare o rimanere in magistratura, ma
che costituiscono luoghi in cui la moderna economia manifesta le
proprie importanti propaggini".
Il vicepresidente del Csm ha ricordato che "qualche indagine
o qualche giudizio ha dimostrato, lo ricorda la dottrina, una
evidente incapacità di governare i temi dell'economia con quella
padronanza che distingue un capitano di lungo corso da un mero
conoscitore della metodiche da utilizzare per tracciare le
rotte".(ANSA).
YAD-GRO
27-GEN-14 14:45

Giustizia: Vietti, magistrati acquisiscano competenze economiche =
(AGI) - Firenze, 27 gen. - "Un magistrato che conosca tutto del
diritto romano e nulla del diritto finanziario non è solo
ignorante: può essere pericoloso". Così Michele Vietti,
vicepresidente del Csm, nel corso della cerimonia di apertura
dell'Anno formativo 2014 della Scuola superiore della
Magistratura. "Un giudice - ha detto ancora Vietti - può
giudicare se conosce il proprio mondo, ne comprende le
dinamiche, non è estraneo alle sue prospettive e ai suoi
percorsi di sviluppo", per cui deve acquisire "conoscenza di
mondi che non appartengono alla conoscenza richiesta per
entrare o rimanere in magistratura, ma che costituiscono luoghi
in cui la moderna economia manifesta le proprie importanti
propaggini".(AGI)
Fi1/Mav
271452 GEN 14

GIUSTIZIA: VIETTI, MAGISTRATI DEVONO CONOSCERE DIRITTO FINANZIARIO =
Firenze, 27 gen. - (Adnkronos) - "Un magistrato che conosca
tutto del diritto romano e nulla del diritto finanziario non è solo
ignorante: può essere pericoloso". Lo ha detto Michele Vietti,
vicepresidente del Csm, intervenendo alla cerimonia di apertura
dell'anno formativo 2014 della Scuola superiore della Magistratura a
Villa Castelpulci a Scandicci (Firenze).
"Un giudice - ha aggiunto Vietti - può giudicare se conosce il
proprio mondo, ne comprende le dinamiche, non è estraneo alle sue
prospettive e ai suoi percorsi di sviluppo, per cui deve acquisire
conoscenza di mondi che non appartengono alla conoscenza richiesta per
entrare o rimanere in magistratura, ma che costituiscono luoghi in cui
la moderna economia manifesta le proprie importanti propaggini".
Il vicepresidente del Csm Vietti ha quindi sottolineato che
"qualche indagine o qualche giudizio ha dimostrato, lo ricorda la
dottrina, una evidente incapacità di governare i temi dell'economia
con quella padronanza che distingue un capitano di lungo corso da un
mero conoscitore della metodiche da utilizzare per tracciare le
rotte".
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 14:54

Giustizia: Vietti,magistrati contro attacchi fan loro dovere
(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - "I magistrati hanno comunque
risposto agli attacchi e alle provocazioni sempre continuando a
fare il proprio dovere, con impegno, sobrietà, discrezione ed
umiltà: credo che questa rimanga la via giusta da perseguire".
Lo ha affermato Michele Vietti, vicepresidente del Csm, ha
parlato a margine della cerimonia di apertura dell'Anno
formativo della Scuola superiore della Magistratura a Scandicci
(Firenze).
"Da un lato - ha spiegato - sarebbe facile dire che non sono
mai cessati gli attacchi ai magistrati. Dall'altro non voglio
neppure enfatizzare questo aspetto". Secondo Vietti "il
magistrato non deve entrare nella dialettica politica, ma deve
rispondere a qualunque genere di attacco continuando a fare bene
il proprio dovere. E fare bene il proprio dovere vuol dire farlo
in un modo professionalmente attrezzato".
Il vicepresidente del Csm ha ribadito che per "rendere una
risposta di giustizia moderna, equilibrata, in sintonia con la
società", è indispensabile "il ruolo della formazione della
scuola, che apra l'orizzonte del magistrato al di la delle sue
fonti tradizionali di formazione".(ANSA).
YAD-GRO
27-GEN-14 14:58

Giustizia: Vietti,magistrati contro attacchi fanno proprio dovere  =
(AGI) - Firenze, 27 gen. - "Da un lato sarebbe facile dire che non
sono mai cessati gli attacchi ai magistrati. Dall'altro non voglio
neppure enfatizzare questo aspetto. Come ha detto bene il presidente
della Corte d'Appello di Milano all'inaugurazione dell'anno
giudiziario, i magistrati hanno comunque risposto agli attacchi e
alle provocazioni sempre continuando a fare il proprio dovere, con
impegno, sobrietà, discrezione ed umiltà". Lo ha detto Michele
Vietti, vicepresidente del Csm, parlando nel corso della cerimonia di
apertura dell'Anno formativo della Scuola superiore della
magistratura.(AGI)
Fi1 (Segue)
271504 GEN 14

Giustizia: Vietti,magistrati contro attacchi fanno proprio dovere (2)=
(AGI) - Firenze, 27 gen. - "Credo - ha detto ancora Vietti -
che questa rimanga la via giusta da perseguire. Il magistrato
deve trovare la fonte della legittimazione del suo operato non
nel consenso, da cui non dipende, ma nella sua
professionalità, e cioè nella capacità di essere attrezzato
a rendere una risposta di giustizia moderna, equilibrata, in
sintonia con la società. Per fare questo - ha concluso Vietti
- è indispensabile il ruolo della formazione della scuola, che
apra l'orizzonte del magistrato al di là delle sue fonti
tradizionali di formazione". (AGI)
Fi1/Mav
271504 GEN 14

GIUSTIZIA: VIETTI, MAGISTRATI RISPONDONO AD ATTACCHI FACENDO IL PROPRIO DOVERE =
Scandicci (Firenze), 27 gen. - (Adnkronos) - "Da un lato sarebbe
facile dire che gli attacchi ai magistrati non sono mai cessati;
dall'altro non voglio neppure enfatizzare questo aspetto. Come ha
detto bene il presidente della Corte d'appello di Milano
all'inaugurazione dell'anno giudiziario, i magistrati hanno comunque
risposto agli attacchi e alle provocazioni sempre continuando a fare
il proprio dovere, con impegno, sobrietà, discrezione ed umiltà.
Credo che questa rimanga la via giusta da perseguire". Lo ha detto il
vicepresidente del Csm Michele Vietti parlando con i giornalisti al
termine della cerimonia per l'inaugurazione dell'anno formativo 2014
della Scuola superiore della Magistratura a Villa Castelpulci a
Scandicci (Firenze).
"Il magistrato deve trovare la fonte della legittimazione del
suo operato -ha aggiunto Vietti- non nel consenso, da cui non dipende,
ma nella sua professionalità, e cioè nella capacità di essere
apprezzato a rendere una risposta di giustizia moderna, equilibrata,
in sintonia con la società. Per fare questo -ha concluso Vietti- è
indispensabile il ruolo della formazione della Scuola superiore della
magistratura, che apra l'orizzonte del magistrato al di là delle sue
fonti tradizionali di formazione".
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 15:07

GIUSTIZIA: VIETTI, MAGISTRATI NON ENTRINO IN DIALETTICA POLITICA =
Firenze, 27 gen. - (Adnkronos) - "ll magistrato non deve
entrare nella dialettica politica, ma deve rispondere a qualunque
genere di attacco continuando a fare bene il proprio dovere. E fare
bene il proprio dovere vuol dire farlo in un modo professionalmente
attrezzato". Lo ha detto Michele Vietti, vice presidente del Csm,
parlando con i giornalisti a margine di una cerimonia alla Scuola
Superiore della Magistratura.
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 15:26

Compagnia San Paolo: Vietti, io presidente? Mi conforta...
(ANSA) - FIRENZE, 27 GEN - "Varie ipotesi che si fanno a mio
riguardo mi onorano ma, soprattutto, mi confortano, perché vorrà
dire che finita l'esperienza del Csm non dovrei rimanere
disoccupato...". Lo ha affermato Michele Vietti, vicepresidente
del Csm, a proposito delle voci secondo cui potrebbe diventare
presidente della Compagnia di San Paolo, che detiene il 9,888%
di Intesa Sanpaolo. Vietti ha parlato a margine della cerimonia
di apertura dell'Anno formativo della Scuola superiore della
Magistratura a Scandicci (Firenze). (ANSA).
YAD-GRO
27-GEN-14 14:55

Giustizia: Vietti, a vertice compagnia San Paolo? Mi conforta... =
(AGI) - Firenze, 27 gen. - "Varie ipotesi che si fanno a mio
riguardo mi onorano ma, soprattutto, mi confortano, perchè
vorrà dire che finita l'esperienza del Csm non dovrei rimanere
disoccupato". Lo ha detto Michele Vietti, vicepresidente del
Csm, parlando margine dell'apertura dell'Anno formativo della
Scuola superiore della Magistratura e riferendosi all'ipotesi
di un suo possibile futuro incarico ai vertici della Compagnia
di San Paolo.(AGI)
Fi1/Mav
271523 GEN 14

INTESA SP: VIETTI, PRESIDENTE DELLA COMPAGNIA? IPOTESI MI ONORA E CONFORTA =
Scandicci (Firenze), 27 gen. - (Adnkronos) - "Varie ipotesi che
si fanno al mio riguardo mi onorano ma soprattutto, mi confortano,
perchè vorrà dire che finita l'esperienza del Csm non dovrei
rimanere disoccupato". Così Michele Vietti, vicepresidente del
Consiglio superiore della magistratura, ha risposto, a margine di una
cerimonia a Scandicci, ai giornalisti che gli chiedevano un commento
sull'ipotesi circolata sul suo nome come possibile presidente della
Compagnia Sanpaolo.
(Red/Ct/Adnkronos)
27-GEN-14 15:26

Categorie