Vietti al convegno AGCI di Torino su Procura di Milano, nomina dei Capi degli uffici di Torino, Firenze e Bari, crisi della giustizia, elezioni europee

Vietti al convegno AGCI di Torino su Procura di Milano, nomina dei Capi degli uffici di Torino, Firenze e Bari, crisi della giustizia, elezioni europee

|

Expo: Vietti, querelle procura Milano non fa bene a giustizia  =
(AGI) - Torino, 19 mag. - La querelle della procura di Milano sulla
vicenda Expo "non fa bene alla giustizia, alla credibilità del
sistema giudiziario e in particolare alla legittimazione di un
ufficio giudiziario così esposto nel contrasto all'illegalità come
quello di Milano". Lo ha detto il vicepresidente del Csm Michele
Vietti a Torino, a margine del congresso piemontese dell'Associazione
generale Cooperative italiane. "Per questo - ha proseguito - ho
sollecitato una rapida definizione della pratica". (AGI)
Chc (Segue)
191122 MAG 14

Expo: Vietti, querelle procura Milano non fa bene a giustizia (2)=
(AGI) - Torino, 19 mag. - Occorre dare - ha ribadito Vietti -
risposte in tempi rapidi, evitando di fornire ai cittadini
l'impressione che ci siano smagliature o inadeguatezze. Nel
sistema giudiziario come in tutti i sistemi - ha aggiunto -
possono verificarsi problemi funzionali o organizzativi, ma il
ruolo del Csm deve essere quello di intervenire tempestivamente
per ripristinare correttezza ed affidabilità piena". "Nei
primi giorni della settimana - ha concluso - la Commissione
dovrebbe concludere l'attività istruttoria e mi auguro che si
arrivi a una proposta, che si possa discutere quanto prima".
(AGI)
Chc
191123 MAG 14

Scontro procura Milano: Vietti, non fa bene a giustizia
Mi auguro si arrivi quanto prima a una soluzione
(ANSA) - TORINO, 19 MAG - "Questa querelle non fa bene alla
giustizia, alla credibilità del sistema giudiziario e
soprattutto alla legittimazione di un ufficio così esposto nel
contrasto alla legalità. Per questo, nell'assoluto rispetto del
lavoro della commissione e dell'autonomia del plenum, ho voluto
sollecitare una rapida definizione della pratica". Così il
vicepresidente del Csm Michele Vietti, a margine del congresso
piemontese dell'Associazione Generale Cooperative Italiane, ha
risposto a una domanda sullo scontro all'interno della procura
di Milano. (ANSA).
YA8-GTT
19-MAG-14 11:29

Scontro procura Milano: Vietti, non fa bene a giustizia (2)
(ANSA) - TORINO, 19 MAG - Secondo Vietti, "occorre dare una
risposta definitiva e conclusiva a questa vicenda per evitare di
dare ai cittadini l'impressione che ci siano smagliature o
inadeguatezze".
Nel sistema giudiziario - ha aggiunto il vicepresidente del
Csm - come in tutti i sistemi organizzati possono verificarsi
problemi funzionali o organizzativi, ma il ruolo del Csm è di
intervenire tempestivamente per ripristinare piena correttezza a
affidabilità". Vietti ha concluso ricordando che "nei primi
giorni della settimana le commissioni dovrebbero concludere
l'attività istruttoria e mi auguro si arrivi rapidamente a una
proposta che si possa discutere quanto prima". (ANSA).
YA8-GTT
19-MAG-14 11:35

EXPO: VIETTI, AUSPICO A BREVE SOLUZIONE DEFINITIVA PER PROCURA MILANO =
QUERELLE NON FA BENE A CREDIBILITA' SISTEMA GIUDIZIARIO
Torino, 19 mag. - (Adnkronos) - La 'querelle' all'interno della
Procura di Milano sulla vicenda Expo "non fa bene alla giustizia, alla
credibilità del sistema giudiziario e in particolare alla
legittimazione di un ufficio così esposto nel contrasto
all'illegalità". Lo ha sottolineato il vice presidente del Csm,
Michele Vietti, che a margine del congresso piemontese dell'Agci,
associazione generale cooperative italiane, ha ribadito la necessità
che la vicenda trovi una soluzione in tempi brevi.
"Nell'assoluto rispetto del lavoro della Commissione e
dell'autonomia del Plenum - ha osservato Vietti - ho voluto
sollecitare una rapida definizione della pratica. Occorre
tempestivamente dare una risposta definitiva e conclusiva a questa
vicenda per evitare di dare ai cittadini l'impressione che ci siano
smagliature o inadeguatezze".
"Nel sistema giudiziario come in tutti i sistemi possono
verificarsi problemi funzionali od organizzativi ma il ruolo del Csm
deve essere quello di intervenire tempestivamente per ripristinare
piena correttezza e affidabilità. So - ha concluso - che nei primi
giorni di questa settimana le Commissioni dovrebbe concludere
l'attività istruttoria e mi auguro che quanto prima si arrivi a una
proposta che si possa discutere".
(Abr/Ct/Adnkronos)
19-MAG-14 12:10

Giustizia: Torino, atteso per mercoledì nome procuratore capo =
(AGI) - Torino, 19 mag. - Potrebbe arrivare mercoledì il nome
del nuovo procuratore capo di Torino, dopo che nel dicembre
scorso il procuratore Caselli ha lasciato l'ufficio per
raggiunti limiti di età. Il vicepresidente del Csm Michele
Vietti, a margine del congresso piemontese dell'Associazione
generale cooperative italiane, ha infatti spiegato che è
all'ordine del giorno della riunione di mercoledì della
Commissione incarichi direttivi del Csm la questione
riguardante le sedi di Torino, Firenze e Bari. "Mi auguro - ha
detto Vietti - che si arrivi rapidamente a coprire questa
vacanza per ridare un Capo ad una sede cosi importante come
Torino". (AGI)
Chc
191145 MAG 14

GIUSTIZIA: VIETTI, MERCOLEDI' COMMISSIONE DISCUTERA' SU NUOVO PROCURATORE TORINO =
Torino, 19 mag. - (Adnkronos) - Potrebbe conoscersi mercoledì
il nome del nuovo procuratore capo della Procura di Torino, chiamato a
sostituire Giancarlo Caselli il cui mandato si è concluso nel
dicembre scorso per raggiunti limiti di età. La questione sarà,
infatti, affrontata mercoledì dalle commissioni competenti del Csm
insieme alle sedi di Firenze e Bari. A confermarlo il vice presidente
del Csm, Michele Vietti, a margine del congresso piemontese dell'Agci,
l'associazione generale cooperative italiane.
"Mercoledì all'ordine del giorno della Commissione incarichi
direttivi del Csm ci sarà la discussione sulla copertura delle sede
di Torino, insieme a quelle di Firenze e Bari. Mi auguro si possa
arrivare rapidamente alla conclusione per coprire questa vacanza e
ridare alla procura di Torino, ufficio importante per il contrasto
alla criminalità, un capo investito di piena legittimazione".
(Abr/Ct/Adnkronos)
19-MAG-14 11:46

Giustizia:Vietti,mercoledì Csm discute nomina Procura Torino
(ANSA) - TORINO, 19 MAG - Potrebbe sciogliersi mercoledì il
nodo della nomina del nuovo capo della procura di Torino, ruolo
ormai vacante da cinque mesi dopo il pensionamento anticipato di
Giancarlo Caselli. Per quel giorno la Commissione Incarichi
Direttivi del Csm ha infatti all'ordine del giorno "la
discussione sulla copertura della sede di Torino". A renderlo
noto è il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, a margine di
un convegno questa mattina a Torino.
"Mi auguro - ha aggiunto - si arrivi rapidamente a coprire
questa vacanza per ridare alla procura di Torino, un ufficio
importante per il contrasto all'illegalità, un capo investito di
tutta la piena legittimazione". Nella stessa seduta saranno
discusse anche le nomine per le procure di Firenze e Bari.
(ANSA).
YA8-GTT
19-MAG-14 11:58

Crisi: Vietti, c'è rischio sfiducia nel sistema giustizia  =
(AGI) - Torino, 19 mag. - "L'aumento della marginalità, della
povertà, la crisi economica e finanziaria, che tocca anche il ceto
medio rischia di ingenerare una sfiducia nel sistema giustizia, che
può spingere alcune fasce della popolazione a rivolgersi a soluzioni
alternative per le proprie controversie. Soluzioni che la
criminalità organizzata è pronta ad offrire, perchè scommette su
destabilizzazione istituzioni". A lanciare l'allarme il vice
presidente del Csm Michele Vietti, oggi, a Torino, a margine del
congresso regionale dell'Associazione cooperative italiane. (AGI)
Chc (Segue)
191235 MAG 14

Crisi: Vietti, c'è rischio sfiducia nel sistema giustizia (2) =
(AGI) - Torino, 19 mag. - "E' dovere di tutte le persone
responsabili, e in questo ha un ruolo importante la cooperazione, -
ha concluso Vietti - lavorare per rafforzare e consolidare le
istituzioni e la fiducia in esse". (AGI)
Chc
191235 MAG 14

GIUSTIZIA: VIETTI, CRISI PUO' SPINGERE A TROVARE ALTROVE SOLUZIONI A CONTROVERSIE =
E CRIMINALITA' E' PRONTA AD OFFRIRLE
Torino, 19 mag. - (Adnkronos) "L'aumento della marginalità,
della povertà e della crisi economica e finanziaria che tocca non
solo le classi più povere ma anche il ceto medio rischia di
ingenerare nel sistema giustizia e spingere alcune fasce della
popolazione a rivolgersi a soluzioni alternative per comporre le
proprie controversie e putroppo la criminalità organizzata è pronta
ad offrirle". Ad esprime la preoccupazione, il vice presidente del
Csm, Michele Vietti intervenuto al congresso piemontese dell'Agci,
l'associazione generale cooperative italiane.
"La criminalità - ha aggiunto - scommette sulla
destabilizzazione delle istituzioni, per questo è dovere di tutte le
persone responsabili, ed è quello che sta facendo la cooperazione,
lavorare per rafforzare e consolidare le istituzioni e la fiducia dei
cittadini in esse", ha concluso.
(Abr/Ct/Adnkronos)
19-MAG-14 12:42

Crisi: Vietti, c'è rischio di sfiducia nella giustizia
Criminalità organizzata pronta a offrire soluzioni alternative
(ANSA) - TORINO, 19 MAG - "L'aumento della marginalità, della
povertà e la crisi economica che toccano non solo le fasce più
povere ma anche il ceto medio, rischiano di indurre nei
cittadini un atteggiamento di sfiducia verso il sistema
giustizia, con il rischio che alcune fasce della popolazione per
risolvere i conflitti cerchino risposte al di fuori di esso". A
lanciare l'allarme nel corso del congresso dell'Agci, è il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti.
"La criminalità organizzata è pronta a offrire queste
soluzioni alternative - aggiunge Vietti - perchè scommette sulla
destabilizzazione delle istituzioni, per questo è un dovere di
tutte le persone responsabili, ed è quello che sta facendo la
cooperazione, lavorare per consolidare e rafforzare le
istituzioni e la fiducia dei cittadini in esse". (ANSA).
YA8-GTT
19-MAG-14 12:42

Europee: Vietti, mi auguro rasserenamento toni =
(AGI) - Torino, 19 mag. - "Fino a che la violenza resta verbale
non dobbiamo drammatizzare, il rischio è che, come
l'esperienza ci insegna, è facile che da quella verbale poi si
degeneri in altri tipi più pericolosi". Cosi il vicepresidente
del Csm Michele Vietti, a Torino ha risposto a proposito dei
toni accesi degli ultimi giorni di campagna elettorale. "Mi
auguro un rasserenamento dei toni, almeno nell'ultima settimana
di campagna elettorale - ha aggiunto - anche perchè gridare
nelle orecchie dei cittadini non serve a niente se non ad
aumentare la confusione. Noi dobbiamo aiutare i cittadini a
ragionare, a farlo pacatamente e lucidamente sull'Europa e
dell'Europa perchè questo è l'argomento della campagna
elettorale". (AGI)
Chc
191200 MAG 14

EUROPEE: VIETTI, RASSERENARE TONI, GRIDARE CREA SOLO CONFUSIONE =
Torino, 19 mag. - (Adnkronos) - "Fino a quando la violenza resta
verbale non va drammatizzata, il rischio però è che, come
l'esperienza ci insegna, è facile che da quella verbale si degeneri
in altri tipi di violenza più pericolosi per questo auspico almeno
nell'ultima settimana di campagna elettorale un rasserenamento dei
toni". Così il vice presidente del Csm, Michele Vietti, a margine del
congresso piemontese dell'Agci, l'associazione generale cooperative
italiane.
"Gridare nelle orecchie dei cittadini non serve a niente se non
ad aumentare la confusione, noi dobbiamo aiutare i cittadini a
ragionare, a farlo pacatamente, lucidamente, sull'Europa e dell'Europa
che è argomento della campagna elettorale", ha concluso Vietti.
(Abr/Ct/Adnkronos)
19-MAG-14 12:12

Europee: Vietti, mi auguro rasserenamento toni campagna
(ANSA) - TORINO, 19 MAG - Il clima di tensione della campagna
elettorale "genera solo confusione nei cittadini" e sebbene "non
si debba drammatizzare finchè la violenza resta verbale, il
rischio è che, come l'esperienza ci insegna, da quella verbale
si degeneri in altri tipi di violenza più pericolosi". A
sottolinearlo, a margine del congresso piemontese dell'Agci, è
il vicepresidente del Csm Michele Vietti.
Vietti si augura "un rasserenamento dei toni almeno
nell'ultima settimana di campagna elettorale. Gridare nelle
orecchie dei cittadini - ha proseguito - non serve a niente se
non ad aumentare la confusione, invece noi dobbiamo aiutarli a
ragionare pacatamente e lucidamente in particolare sull'Europa
perchè questo è il tema della campagna elettorale". (ANSA).
YA8-GTT
19-MAG-14 12:13

Categorie