Vietti a margine del seminario sulla Convenzione di Palermo contro il crimine organizzato transnazionale su lotta alla corruzione, poteri al magistrato Raffaele Cantone

Vietti a margine del seminario sulla Convenzione di Palermo contro il crimine organizzato transnazionale su lotta alla corruzione, poteri al magistrato Raffaele Cantone

|

Corruzione: Vietti, basta annunci passare ai fatti  =
(AGI) - Roma, 10 giu. - "Troppi annunci a cui non seguono fatti non
aiutano nè l'Autorità nè i cittadini". Lo ha dichiarato il
vicepresidente del Csm, Michele Vietti, tornando sul tema
dell'anticorruzione e dei poteri al commissario Raffaele Cantone.
"Sono passate molte settimane dal verificarsi degli eventi su Expo -
ha rilevato Vietti, a margine di un seminario dedicato alle mafie -
se il governo ha intenzione di intervenire con provvedimenti
eccezionali è bene che lo faccia e lo faccia rapidamente". (AGI)
Oll (Segue)
101023 GIU 14

Corruzione: Vietti, basta annunci passare ai fatti (2)=
(AGI) - Roma, 10 giu. - Secondo il numero due di palazzo dei
Marescialli "non dobbiamo scaricare sull'Autorità
anticorruzione aspettative messianiche: va messo in campo un
sistema alternativo, con il ripristino dell'etica pubblica e
privata, l'applicazione della legge Severino sulla prevenzione
e l'azione della magistratura, che non può essere baipassata
da altre autorità". (AGI)
Oll/Roc
101023 GIU 14

CORRUZIONE: VIETTI, TROPPI ANNUNCI, PASSARE AI FATTI =
MOLTE SETTIMANE DA EXPO, SE GOVERNO VUOLE INTERVENIRE FACCIA IN
FRETTA
Roma, 10 giu. (Adnkronos)- "Troppi annunci cui non seguono fatti
non aiutano l'autorità anticorruzione né i cittadini". Lo ha detto il
vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura, Michele
Vietti, a margine di un seminario sulle mafie internazionali.
"Sono passate molte settimane dall'inizio della vicenda Expo -
ha ricordato Vietti. - se il governo ha intenzione di intervenire lo
faccia rapidamente". Vietti ha poi invitato a "non scaricare
sull'Autorità anticorruzione aspettative messianiche per liberare il
Paese dalla corruzione. Per contrastarla serve un sistema, che va dal
ripristino della moralità pubblica e privata, a controlli preventivi,
all'applicazione della parte della Legge Severino dedicata alla
prevenzione, all'azione della magistratura, che non può essere
bypassata". Quanto all'atteso decreto del governo sui poteri a
Raffaele Cantone, Vietti ha detto: "mi aspetto di leggerli".
(Sin/Col/Adnkronos)
10-GIU-14 10:31

Corruzione: Vietti, basta annunci cui non seguono fatti
(ANSA) - ROMA, 10 GIU - "Sono passate molte settimane
dall'inchiesta Expo, se il Governo vuole fare un provvedimento
eccezionale lo faccia ma no annunci cui non seguono fatti". Lo
ha detto il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, a margine di
un convegno sulla mafia a Palazzo dei Marescialli.
"La corruzione - ha aggiunto - è un sistema: per contrastarla
occorre il ripristino della moralità, controlli preventivi, e la
parte sulla prevenzione della legge Severino".(ANSA).
Y12/VIT
10-GIU-14 10:35

Corruzione, Vietti: stimo Cantone ma non risolve uomo solo
"Serve sistema anticorruzione capillare e diffuso"
Roma, 10 giu. (TMNews) - Il vicepresidente del Csm Michele
Vietti, ha messo in guardia contro l'llusione che a poter
combattere la corruzione possa essere "un uomo solo", perché
"serve un sistema anticorruzione"
"Ho la massima stima del commissario anticorruzione Cantone, ma
non illudiamoci che un uomo solo o una sola istituzione possano
risolvere tutti i nostri problemi, si creano alibi": ha
sottolineato Vietti, alla trasmissione Radio Anch'io su Radiouno
Rai. Per il vicepresidente del Csm "serve un sistema di
anticorruzione capillare e diffuso, così come è la corruzione,
bisogna responsabilizzare tutti e a tutti i livelli". "Sono
passati 40 giorni dal caso Expo - ha concluso - e stiamo ancora
facendo ipotesi: passiamo dalle parole ai fatti".
Gtu
101155 giu 14

Categorie